Aasterinian

Aasterinian

Scheda: Aasterinian


- Titolo: Dea dell'Invenzione
- Epiteti: Messaggera di Io
- Livello di Potenza: Semidivinità
- Simbolo: Testa di drago ghignante
- Piano di residenza: Terre Esterne
- Genere: Femmina
- Allineamento: Caotico Neutrale
- Area di influenza: Apprendimento, invenzione, divertimento
- Adoratori: Draghi caotici, liberi pensatori
- Allineamento dei chierici: CB, CN, CM
- Domini: Caos, Drago, Fortuna, Inganno, Viaggio (Charme, Commercio, Illusioni)
- Pantheon: Draconico
- Divinità alleate: -
- Divinità nemiche: -
- Arma preferita: Scimitarra (artiglio)

Simbolo di Aasterinian - autore ignoto


Aasterinian è una dea irriverente, che adora imparare attraverso il gioco, l'invenzione e il divertimento. Oltre a essere la messaggera di Io è un drago d'ottone Enorme che si diverte nel sovvertire lo status quo.

Dogma

Aasterinian è capricciosa e furba. Incoraggia i suoi seguaci a pensare per conto loro, piuttosto che pendere dalle altrui labbra. Il crimine peggiore, agli occhi di Aasterinian, è non aver fiducia in se stessi e nei propri mezzi.

Clero e templi

Di solito i chierici di Aasterinian sono vagabondi che viaggiano di nascosto o camuffati. I templi della dea sono molto rari, anche se il mondo è pieno di piccoli altari dedicati a lei, luoghi tranquilli e nascosti in cui i seguaci possono riposare in pace tra un viaggio e un altro.

La maggioranza di loro è composta da umanoidi draconici o mezzo-draghi, e i membri della magica razza nota come spellscale spesso trovano che Aasterian sia la divinità più compatibile con loro.

Seguaci

Aasterinian ama tutti coloro a cui piacciono l'innovazione e la bizzarria ed ella accoglie tutte le razze con sangue di drago nelle vene. Ella è particolarmente divertita dagli spellscale.

L'araldo di Aasterinian sul Piano Materiale è un antico drago d'ottone la cui fronte dalla lucentezza turchese porta una stella d'oro nel centro.

I seguaci della dea intrattengono relazioni amichevoli con Garl Glittergold, Fharlanghn, Olidammara e divinità simili.

Rituali

I fedeli di Aasterinian onorano la loro divinità semplicemente imparando e ricordandola nei momenti di piacere. Le ricerche assegnate dalla dea sono imprevedibili, anche se solitamente implicano il viaggiare ed il cercare nuove esperienze: in esse il viaggio è più importante della destinazione.

Coloro che pregano Aasterinian spesso esprimono il desiderio di cambiare i loro propri interessi. Una posizione comune sostiene "Lascia che domani sia diverso sia da ieri che da domani".

Reami

Secondo vari vegliardi, la dea ha un reame nelle Terre Esterne [1]. Ma quando non sta servendo Io come araldo e portatrice di visioni accompagnata da antichi draghi di rame e di bronzo, Aasterinian vive a Nidavellir, il secondo strato di Ysgard. Qu ella ha un piccolo reame all'interno di Svartalfheim, una serie di caverne grandi abbastanza da contenere il suo tesoro. Chiunque si avventuri nella sua tana viene divorato, a meno che non risulti abbastanza divertente da intrattenere il drago. Aasterinian è affascinata dalle invenzioni dei nani di Nidavellir, e a volte cammina tra loro in forma mortale.


Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License