Akadi

Akadi

Come non capisci perchè dovrei servire una dea frivola e incostante? Ohhh, guarda, che bella farfalla!1

Akadi, è la dea dell'aria, di allineamento neutrale. E' la Regina degli Elementali dell'Aria, Signora Movimento, della velocita' e della grazia. Come l'aria è mutevole e volubile, diventando tanto di frequente lo zefiro calmo dell'estate o la furente tramontana che spazza i mari sui primari. I marinai nutrono per lei una particolare venerazione, ma tra i suoi fedeli si annoverano anche gli acrobati, gli djinni ed i danzatori. E' acerrima nemica di Grumbar, il dio degli Elementali della Terra.

Ai fedeli di Akadi viene insegnato che, per trovare la propria illuminazione e realizzare i propri sogni, è necessario cambiare il più spesso possibile attività e luogo in cui ci si trova. Il fedele deve quindi viaggiare molto e trovare sempre nuovi interessi, facendo esperienza e accogliendo gioiosamente ogni nuovo giorno come possibilità in più per fare qualcosa. L'unica restrizione che impone il dogma è quella di evitare a tutti i costi di essere imprigionato o impedito nei movimenti, cosa che porterebbe a deprimersi e a doversi lasciar morire.

I chierici di Akadi vestono con abiti bianchi, grigio chiaro o blu chiaro, possibilmente di seta. Opali, quarzi e zaffiri sono alcune fra le gemme in cui incidere il simbolo della dea, i cui solchi verranno poi riempiti con fine polvere d'oro; inserendo la gemma in un supporto prezioso sarà formato il simbolo sacro.
I templi dedicati ad Akadi sono pochissimi, poiché il rimanere a lungo in uno stesso luogo è contrario al dogma della divinità. Coloro che sono designati a gestire il tempio vengono dopo poco tempo sostituiti con altri, che a loro volta attenderanno il cambio.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License