Alimentazione aboleth

Alimentazione aboleth

Sebbene gli aboleth possano sopravvivere filtrando organismi microscopici dall'acqua circostante, svolgono questa pratica solo in casi disperati. Più comunemente, queste creature si comportano da carnivori e amano nutrirsi di un'ampia varietà di carni. Amano il pesce, la seppia, al piovra, la medusa, ma le loro pietanze favorite sono quelle terrestri. La carne umanoide, in particolare di umani e gnomi (svirfneblin su tutti), è considerata una prelibatezza. Gli aboleth ritengono la carne di creature trasformate dalla bava dei loro tentacoli la più piacevole e facile da digerire, quindi si preoccupano che il cibo sia adeguatamente "stagionato" prima di nutrirsi.

Nonostante la grande taglia, un aboleth non necessita di molto cibo per sopravvivere. Stomaco e intestino sono incredibilmente efficienti, tanto che una tipica creatura Media può nutrire un aboleth per un mese.

Gli aboleth possono marchiare i loro schiavi mangiando porzioni non essenziali dei loro corpi, o semplicemente limitarsi a selezionare gli schiavi meno efficaci quando è il momento di mangiare.

Un aspetto insolito del processo di nutrimento è l'ottenimento, da parte degli aboleth, di lampi di ricordi ed emozioni dal corpo della creatura divorata. Questi lampi avvengono in maniera casuale e sono poco più che ricordi parziali o potenti emozioni. Per un aboleth sono l'apice dell'esperienza culinaria. Se un aboleth acquista il talento Divoratore di ricordi può però incrementare notevolmente la sua abilità nell'estrarre reminescenze e conoscenze dalle sue vittime.


Bibliografia
1. Baker, Rich, J. Jacobs, S. Winter, Signori della Follia: Il Libro delle Aberrazioni, Wizards of the Coast & Hasbro, 2005-04

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License