Alimentazione illithid

Alimentazione illithid

Cerebrofagia

Tentacoli colanti bava si muovono intorno a famelici bordi d'osso per accarezzare spire grigie e luminose di cervello prima di estirparlo dalla preda cosciente e strillante.1

Il pranzo di un illithid - autore ignoto

Dato l'onnicomprensivo sistema nervoso dei mind flayer, il cibo non attraversa un semplice tratto gastrointestinale, ma un sistema digerente senziente e autocosciente che è tuttavia incapace di produrre enzimi ed ormoni che sono essenziali per un illithid adulto. Quel sistema, dunque, assorbe non solo il nutrimento dal cibo, ma ne ricava tutte le numerose sostanze biochimiche di cui necessita. Da notare, tuttavia, che i mind flayer mangiano cervelli più per il loro quoziente psichico contenuto nella materia grigia delle creature senzienti che per il nutrimento fisico. L’essenza psichica nutre in maniera metafisica un illithid, in maniera più efficiente di quanto possa fare una dieta basata sulla carne. Gli illithid usano questa materia grigia per riattivare il loro metabolismo, ed è talmente efficiente che è sufficiente un unico cervello al mese. Ovviamente gli illithid mangiano numerosi cervelli in un singolo mese se possono procurarsene senza compromettere eventuali scorte per il futuro.

Solo le creature con intelligenza superiore a 3 contengono il nutrimento necessario per saziare adeguatamente un illithid, sebbene talvolta gli illithid si nutrano di cervelli di animali considerandoli delizie culinarie. In assenza di almeno un cervello al mese, un illithid inizia a diventare debole e malnutrito, e dopo all’incirca 4 mesi può morire di fame.

Altri cibi

Benchè siano noti per consumare cervelli, gli illithid mangiano anche altri cibi, la maggior parte dei quali contiene vari ammontare degli enzimi e ormoni di cui i mind flayer necessitano. Gli organi interni sono buone fonti, e sono ben posizionati nel menù degli illithid. I cervelli sono pieni di tutte e tre le cose e sono l'unica fonte esterna di energia psichica.


Bibliografia
1. Tratto dalla pagina "Illithid" su "it.ldf.wikia.com" - vedi la pagina
2. Baker, Rich, J. Jacobs, S. Winter, Lords of Madness: The Book of Aberrations, Wizards of the Coast & Hasbro, 2005-04

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License