Amun-Thys

Amun-Thys

"Amun-Thys" - by Dana Knutson

E’ il reame di Nephythys. Da quando Anubi si è eclissato nel Piano Astrale, Nephythys è diventata la dea-guardiana dei morti, e il suo reame è ricolmo di necropoli semi-sommerse dalla sabbia.

Descrizione

Solo i più avidi avventurieri osano vagare per le distese di sabbia di Amun-Thys. L’intero strato emana un senso di vuoto e di abbandono; rade piante, bianche come la sabbia, spinose e asciutte, crescono qui. Si dice che molti dei mausolei nascosti sotto le sabbie di Amun-Thys appartengano a divinità scomparse e dimenticate.

Caratteristiche di Amun-Thys

  • In Amun-Thys gli incantesimi legati al sonno e alla morte sembrano avere maggiore effetto.
  • Un altro effetto dello strato è far sembrare le ricchezze più… ricche, splendenti, preziose, appetibili.
  • Pochi sanno che il reame di Nephythys sia anche il cimitero dei titani, che viaggiano fino alla mastodontica città-necropoli di Bal-tiref quando sentono che la loro ora è vicina. Molti non riescono ad arrivare alla necropoli, e i loro corpi diventano enormi monumenti essiccati nel deserto. Alcuni anziani titani possono raggiungere dimensioni al di là dell’immaginabile, e i loro corpi sono a volte serviti come fondamenta per la costruzione di intere necropoli.
  • Amun-Thys è comunque rinomata per l’esportazione di ricche vesti, ricamate in oro e tempestate di preziosi; alcune sono talmente sontuose e cariche di monili e pietre, da sembrare quasi delle armature.
  • La tassidermia e l’arte della conservazione dei mortuari di Amun-Thys sono rinomate in tutti i piani. Tra i Cinerei si vocifera con orrore che per il giusto prezzo ad Amun-Thys un babbo possa diventare una mummia.

Abitanti

Pochi animali abitano il deserto, poiane e avvoltoi, scorpioni, vipere, lucertole, serpenti e topi del deserto. Tribù di pipistrelli, iene, leoni e avvoltoi mannari predoni si aggirano per il reame. I pochi supplicanti che ancora vivono nel deserto sono difficili da incontrare. Si dice che anche quando l’ultimo supplicante si sarà unito all’essenza dello strato, tutto Amun-Thys scomparirà come un sogno dimenticato.
Ad Amun-Thys vive un vecchio drago d’ottone, Argevar; si dice abbia accumulato un tesoro da leggenda, tanto che anche i sacerdoti di Nephythys lo stanno cercado per poterlo offrire alla loro dea. Sembra sia stata anche avvistata una fenice tra le sabbie di Pelion, il cui nido ogni notte brucia in una impressionante colonna di fuoco; pare che l’uovo che custodisce sia come un prezioso gioiello pulsante di luce. I servitori di Set sono stati spesso avvistati nei pressi del palazzo di Nephythys. Qualcuno ipotizza che Set, essendo stato sposato con la dea, stia cercando di riconquistarne i favori con doni. Si batte anche d strani clan di elfi del deserto, provenienti da un mondo del primario chiamato Athas, che si sarebbero stabiliti su Pelion.

Luoghi d’interesse

  • La dea egizia della ricchezza Nephtys (o Nephythys) vive solitaria nel suo palazzo di pietra al centro del suo reame desertico, lontana dagli olimpici e dai seldarine.
  • Bal-tiref è di sicuro la più grande delle necropoli dello strato. E’ abitata da sciacalli, ghast, topi e altri saprofagi, oltre che da qualche supplicante che cerca di prendersi cura delle tombe.
  • Vicino alla dimora di Nephythys si trova l’insediamento di Scarabea (Scarab), l’unico ormai a raccogliere un certo numero di supplicanti, guidati dall’alta sacerdotessa della dea.
  • Presso le Cave di Nefankh le pietre estratte, graniti, basalti e alabastri, sono lavorate da abili scultori e scalpellini per monumenti, mausolei e anche per idoli e obelischi.

GALLERY

Amun-Thys e la città di Elshava - by Dana Knutson


Bibliografia
1. Lester Smith e Wolfgang Baur, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – Planes of Chaos: The Book of Chaos, TSR, 1994-07 (cod. 2603)

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License