Aoskar, il Padre dei Portali (Keeper of Gateways)

Aoskar, il Padre dei Portali (Keeper of Gateways)

Factol Darius La Veyl del Segno dell'Uno, con una statuetta di Aoskar - by Tony Diterlizzi

Si dice che molto tempo fa, il dominio della Signora su Sigil non fosse così assoluto com'è ora, ma soffriva in parte della presenza esterna di un'altra entità: Aoskar, divinità maggiore di un Primario Materiale ormai dimenticato, il cui soprannome era "Il Padre dei Portali".
Aoskar desiderava prendere possesso della Gabbia, fulcro del multiverso, Città dei Portali, luogo in cui la sua venerazione da parte dei mortali sarebbe stata più consona.
Quando ritenne di avere un'influenza e un seguito sufficientemente ampi da tentare varcare uno dei portali per entrare in Sigil - semplicemente sparì, e i suoi chierici sentirono che il legame che li univa al loro dio era stato reciso. Si narra che effettivamente Aoskar sia quasi riuscito a mettere un piede a Sigil, ma che la Signora lo abbia intercettato e fermato all'ultimo secondo.
Dal giorno della sparizione del grande dio dei portali, è giunta notizia da parte di molti viandanti planari dell'apparizione di un grande cadavere nel Piano Astrale, la cui stazza denotava enorme potere. Le sue sembianze erano particolarmente difficili da riconoscere, il viso sfregiato e martoriato da i segni di un'infinità di lame, ma in breve risultò chiara la sua identità: era Aoskar, il padre dei portali. Giaceva, morto, la bocca spalancata in un muto grido di terrore, il suo possente corpo devastato dalle ferite portate da innumerevoli lame invisibili.
Da allora, nessuna divinità ha mai più tentato di entrare nella Città delle Porte.

Vedi anche


Bibliografia
1. David Cook, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. - Planescape Campaign Setting, TSR, 1994-04, (cod. 2600)
2. Wolfgang Baur e Rick Swan, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – In the Cage: a Guide to Sigil, TSR, 1995-05 (cod. 2609)

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License