Astilabor

Astilabor

Scheda: Astilabor


- Titolo: Signora dei Tesori

- Epiteti: La Conquistatrice

- Livello di Potenza: Divinità Minore

- Simbolo: Una gemma a dodici facce

- Piano di residenza: Terre Esterne

- Genere: Femmina

- Allineamento: Neutrale

- Area di influenza: Tendenza ad accumulare, status, ricchezza

- Adoratori: Draghi, coloro che cercano ricchezze

- Allineamento dei chierici: NB, LN, N, CN, NM

- Domini: Drago, Protezione, Ricchezza (Caverne, Metalli)

- Pantheon: Draconico

- Divinità alleate: no

- Divinità nemiche: no

- Arma preferita: Scimitarra (artiglio)


Il simbolo sacro di Astilabor


Astilabor rappresenta la naturale aspirazione draconica ad acquisire tesori e potere. Non le piace la gretta avidità mostrata da Tiamat e dai suoi seguaci.

Dogma

Astilabor apprezza ricchezza e potere, senza per questo essere avida. Infonde nelle specie dei draghi il bisogno istintivo di collezionare e proteggere i loro tesori. Afferma di non tollerare i furti di alcun tipo da parte dei suoi seguaci, ma spesso chiude un occhio se un furto viene compiuto allo scopo di accrescere un tesoro.

Clero, seguaci e templi

Astilabor accetta solo quei chierici di allineamento almeno in parte neutrale, in modo che rimangano puri di fronte allo scopo di acquisire e proteggere i tesori. I suoi chierici preferiscono non intromettersi nei conflitti tra i draghi, ma spesso ricompensano coloro che possiedono molti costosi tesori.

Astilabor viene riverita dai draghi di ogni specie e allineamento, ma è effettivamente riverita da pochi. I più si limitano ad incidere il suo simbolo sui loro tesori, come sigillo protettivo.

I seguaci di Astilabor hanno un atteggiamento amichevole verso quelli di Moradin e Garl Glittergold (dato che questi ultimi rispettano il valore di una gemma o di una moneta quasi quanto quello di un essere vivente), ma non si fidano dei seguaci di Olidammara, che considerano furfanti incorreggibili.


Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License