La teoria atomistica della magia - Vzerii til Corrinea

La teoria atomistica della magia - Vzerii til Corrinea

.

Introduzione

La magia e la natura. Qualcuno mi ha detto la prima cosa che gli veniva in mente quando dico queste due parole. Per me, è un druido, un mago che lancia incantesimi nel nome del mondo naturale. La loro magia consiste in gran parte in effetti che alterano piante e animali o creano o distruggono cose di questo genere. Quello, tuttavia, è solo un trucchetto nella connessione o simulazione di magia e natura.

La teoria atomica e l'energia

Alcuni barbagrigia studiano una cosa chiamata "Teoria Atomica". Essa propone che tu, io ed ogni altra cosa nei piani siamo composti di particelle così piccole che un granello di cenere ne ospita mille miliardi. Alcune teorie proseguono dicendo che ci siano proprietà elementali corrispondenti a ciascuna particella, e che esse si raggruppino insieme per formare ogni cosa. Capito fin qui? Bene. Ora le cose si fanno più complicate. Trattati meno comuni, come uno che una volta ho scritto, procedono descrivendo i corollari di questa teoria: essi dicono che, quando a una di queste particelle viene applicato spin positivo o negativo, esse diventino quasi-elementali, formando le parti corrispondenti dei Piani Interni come Polvere, Fumo o Ghiaccio. Come una volta ho scritto: "Se lo spin è responsabile delle particelle quasi-elementali, allora cos'è l'energia positiva o negativa?".

Per approfondire: Fisica atomica: la teoria atomistica dei Piani Interni

Le particelle vuote e la magia

Ricerche ulteriori hanno descritto come lo spin positivo e quello negativo derivino da onde di energia. Queste onde sono fatte di particelle vuote (void particles). Questa espressione vuole indicare un materiale che esiste ma non è lì. La semplice presenza di queste particelle sposta le altre particelle fuori dallo stato di equilibrio e — a seconda dello spin che viene loro dato — queste ultime assumono determinate proprietà: le particelle con spin positivo iniziano a diventare sempre più leggere, disperdendo la materia nelle vicinanze; le particelle con spin negativo, invece, guadagnano massa al punto che anche l'energia viene rimossa da essa. Ma sono andato fuori tema. Ciò che voglio fare è focalizzarmi su cosa sia l'energia prima che essa dia alla materia il suo spin.

Queste "particelle vuote" sono composte di energia che non è affatto elementale né dotata di alcuno spin. Teoricamente, il Disco dell'Opposizione Concordante di Boccob è fatto di questo materiale. Come ho detto, quando esso interagisce con la materia, può dotarla di spin positivo o negativo. Ma, in teoria, le particelle vuote potrebbero diventare ogni tipo di particella o energia. Esse potrebbero essere influenzate da altre fonti di potere, se fossero aiutate da altri esseri, o alterate da fonti di potere alternative (usando la Parola, per esempio). Dunque i maghi cercano di padroneggiare una di queste fonti di energia alternative così da poter manipolare le particelle vuote. La Parola, un linguaggio primordiale creato da esseri antichi, è la fonte più comunemente usata, praticamente il metodo standard. La mia teoria è che tutti i maghi acquisiscano una marginale influenza su di esso. Gli incantatori divini, come i chierici delle potenze o di altre forze, usano le gocce di energia divina fornite dalla loro fonte di potere. Gli stregoni hanno una conoscenza innata della Parola, passata loro da un grande antenato.

Da dove vengono queste particelle vuote? Dalla Fonte, penso. Esse sono parte del mondo naturale. Di fatto, esse sono il mondo naturale.

La Metamagia, o alterazione degli incantesimi, è la concentrazione di particelle vuote. Certe configurazioni di queste particelle forniscono componenti per mettere in atto un effetto magico, proprio come i numeri in un'equazione matematica. Quando a questi ammassi viene dato l'impulso magico, essi vengono messi in funzione e l'"equazione" è soddisfatta. Tuttavia, ciò finisce per utilizzare più energia di quella che l'incantesimo normalmente richiederebbe. Ora mi concentrerò su questo aspetto.

Perché un mago non può fare questo tutto il giorno, mi chiedi? Perché l'azione è incredibilmente sfibrante per l'incantatore, almeno per quanto riguarda i maghi. La Parola può avere un grave contraccolpo sull'anima, anche se questa è solo una mia congettura imprecisa. Altre fonti di magia, come l'energia divina di un chierico, vengono semplicemente usate come combustibile, o altrimenti viene semplicemente dato un limite da chi fornisce la magia.

.



Bibliografia
1. Tradotto dalla pagina The Atomic Theory of Magic su mimir.planewalker.com - vedi la pagina
2. Tratto dalla pagina The Atomic Theory of the Elemental Planes su mimir.net - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License