Baatoriani

Baatoriani

Introduzione

I racconti del Patto Primevo sostengono che — quando Asmodeus si recò a Baator per farlo divenire il suo regno — il piano avesse l'aspetto di una pianura priva di caratteristiche e di abitanti. Ma è ben noto quanto i diavoli siano bugiardi, e le loro dichiarazioni su questo argomento sono contraddette da evidenze sparse che Baator fosse un tempo la dimora di un tipo di esseri completamente diverso.

In un tempo incredibilmente antico, prima della creazione dei baatezu, gli antichi baatoriani sono stati i primi abitanti dei Nove Inferi di Baator. Molti di essi scomparvero in circostanze misteriose prima dell'apparizione dei baatezu, evolvendosi in esseri di puro pensiero maligno. Essi si lasciarono dietro, tuttavia, i loro giovani, i nupperibo.

A quanto si batte, i baatezu hanno soppiantato i baatoriani e ne hanno cancellato il ricordo da quasi ogni resoconto che ne facesse cenno. Com'è facile immaginare, ciò fa sì che ogni dettaglio concreto sui baatoriani — se davvero sono esistiti — sia estremamente difficile da individuare.

Descrizione e aspetto fisico

Giovani baatoriani: i nupperibo

È cosa nota che i baatezu si riproducano sottoponendo le larve ad una distorsione che le trasforma in lemuri, "giovani" baatezu che poi ascendono attraverso i ranghi. Ciò che è molto meno noto, tuttavia, è che le larve che giungono a Baator attraverso i condotti astrali ma non vengono sottoposte alla dolorosa metamorfosi si trasformano invece in nupperibo.

I nupperibo sono ammassi di carne ciechi, muti e privi di caratteristiche distintive ad eccezione, a volte, di una forma umanoide estremamente vaga. Essi, tuttavia, rimangono sempre creature informi più simili a melme o ad aberrazioni che agli umanoidi a cui la maggior parte delle creature dei piani somiglia. I nupperibo sono relativamente comuni negli strati più bassi di Baator.

È interessante notare come questa sia anche la forma in cui rinascono spontaneamente i diavoli uccisi al di fuori di Baator. I baatezu millantano che questa sia una forma di retrocessione senza sbocchi o una sciagura dovuta alla morte. In realtà, questo potrebbe essere un naturale effetto del piano, poiché i nupperibo sono presumibilmente la forma larvale degli originali abitanti di Baator.

I baatezu si prodigano moltissimo per impedire la maturazione naturale dei nupperibo. Per questo, li "retrocedono" allo stadio di lemuri, liquefacendo la sostanza spirituale dei loro corpi. Questo li "purifica" agli occhi dei baatezu, rendendoli idonei ad ascendere la gerarchia baatezu come potrebbe fare ogni altro lemure.

I nupperibo catturati dai diavoli che non vengono trasformati in lemuri, sono usati come carne da cannone nella Guerra Sanguinosa o venduti agli yugoloth.

Se però i nupperibo vengono lasciati soli per secoli, essi sviluppano la vista e la capacità di vocalizzare. Sul loro torso appena abbozzato crescono disgustosi tentacoli. Alla fine, dopo millenni, essi diventano baatoriani maturi.

Baatoriani intermedi

Ci sono immondi spinati congelati nel mezzo di battaglie contro deva ed arconti in profondità al di sotto dei ghiacciai di Cania: si ritiene che tali immondi siano baatoriani in qualche forma intermedia.

Baatoriani maturi

Baatoriani incorporei

Molte fonti descrivono i baatoriani maturi come entità interamente incorporee, che esistono solo come concetti astratti di terrore primordiale che occasionalmente si manifestano nei più profondi e oscuri recessi dei Piani Inferiori.

Baatoriani corporei

Benché molti baatoriani maturi si siano evoluti in esseri di puro pensiero, è ancora possibile vederli in forma corporea nelle caverne al di sotto dello strato baatoriano di Malebolge e nei dungeon e nelle miniere sotto Maladomini.

Tutte le fonti disponibili concordano nel sostenere che i baatoriani maturi di questo tipo fossero e siano estremamente difficili da uccidere perché in possesso di grandi proprietà rigenerative; un tratto che è ancora evidente nei nupperibo, e che costituisce un ulteriore indizio sulla passata esistenza dei baatoriani. Alcune delle fonti suggeriscono una resistenza alla magia di predizione e divinazione: ciò potrebbe spiegare perché gli immondi riformatisi come nupperibo debbano essere localizzati manualmente ed è forse la ragione per cui in primo luogo Asmodeus li ha banditi da Baator.

Origini e storia

Al pari delle loro sembianze, anche l'origine e lo scopo dei baatoriani sono alquanto incerti.

Il Cuore dell'Oscurità

Una teoria che ha guadagnato popolarità fra gli studiosi della Storia Immonda è la seguente: il mito sostiene che baatezu e tanar'ri si sarebbero originati attraverso l'epurazione di Caos e Legge dagli yugoloth grazie al Cuore dell'Oscurità; ma la medesima storia potrebbe invece essere applicabile a baatoriani ed obyrith; il mito si sarebbe semplicemente distorto nel tempo per restare applicabile. I singoli yugoloth sono davvero poco d'aiuto su questo argomento, come di consueto.

Progenie di Zargon

Una teoria alternativa vede invece i baatoriani come progenie dell'Antico Male Zargon, ora imprigionato da Asmodeus nel Piano Materiale sul mondo di Mystara.

Esempi esistenti

È davvero arduo determinare se qualcuna di queste ipotetiche creature esista al giorno d'oggi: pare infatti che il "periodo di gestazione" dei nupperibo sia tanto lungo da rendere irrealizzabile osservare uno di loro per il tempo che gli è necessario per maturare; tale inconveniente, tuttavia, non farebbe desistere gli yugoloth e i loro scienziati arcani, considerato che essi sono immortali e (di regola) estremamente pazienti. Gli yugoloth, inoltre, si dedicano ad uno sporadico commercio di nupperibo — simile allo scambio di larve che avviene le streghe notturne ed altri immondi — sebbene ci siano beni di commercio e riserve alimentari molto più redditizi.

Nove Inferi di Baator

I luoghi nei quali è più probabile trovare baatoriani si trovano ovviamente a Baator, sebbene i Nove Inferi al giorno d'oggi siano pieni di diavoli e sembrino più una base militare gigante che un piano. Ogni potenziale civiltà o creatura si troverebbe in difficoltà ad esistere sotto la ferrea attenzione dei baatezu, sebbene ci siano alcuni luoghi e fenomeni interessanti a questo proposito.

Strato di Maladomini

Avventurieri e minatori dei più profondi recessi di Maladomini hanno riferito dell'esistenza di creature senza forma, masse indistruttibili che inspirano luce ed espirano oscurità; alcuni esemplari più aggressivi di tali esseri, inoltre, inspirerebbero vita invece che luce.

Strato di Malebolge

Dicerie simili riguardano Malebolge e le terribili grida che occasionalmente risuonano da profonde caverne sparse per lo strato. Stranamente, però, sembra che solo i tiefling e gli immondi siano in grado di udirle.

Strato di Cania

Più palesemente, un tagliaccio abbastanza callido a volte può riuscire ad intravedere strane cose nei ghiacciai di Cania: immagini di battaglie fra baatezu e arconti, a volte con creature irriconoscibili coinvolte nella lotta. Di maggior interesse per gli studiosi sono vari edifici, semplici o elaborati, che sembrano essere stati scolpiti o modellati nella solida roccia; quasi tutti incorporano geometrie aliene nella propria struttura.

Piano del Ghiaccio

Mercanti planari dediti all'estrazione di beni congelati dal Piano Paraelementale del Ghiaccio hanno riportato fenomeni simili a quelli riscontrati su Cania: forse si tratta di una contaminazione dovuta a connessioni interplanari originatesi in ghiacciai di Cania abbastanza grandi; una teoria particolarmente squinternata è che i Dormienti siano in realtà antichi baatoriani (o forse anche i loro déi).

Primo Piano Materiale

L'ultimo e il meno ispezionabile fra i luoghi in cui sarebbe possibile trovare dei baatoriani è sul Primo Piano Materiale stesso. Sporadici racconti sulla presunta usurpazione di Baator da parte dei baatezu sostengono che uno degli Antichi Mali fuggì fino a raggiungere gli angoli più remoti del Primario e vi si seppellì; una versione alternativa sostiene che esso fu gettato lì da Asmodeus e dal suo esercito di diavoli. Spedizioni verso contrade tanto remote del Piano Materiale si sono rivelate infruttuose — ci sono semplicemente troppi mondi e la divinazione ha continuato ad essere inefficace nel tentativo di individuare segni dei baatoriani. La guida più promettente per arrivare a tale obiettivo nelle vaste contrade del Primario è un culto dal pianeta di Oerth o da quello di Toril — i racconti divergono — dedicato alla venerazione di "Zargon, Colui Che Ritorna", sebbene questo culto sembri essere svanito da ogni resoconto.


Bibliografia
1. Tom Moldvay, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Mystara – The Lost City, TSR, 1982 (cod. 9049).
2. Colin McComb, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – Hellbound, the Blood War, TSR, 1996-06 (cod. 2621), pp. 74-75.
3. Colin McComb, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – Faces of Evil, The Fiends, TSR, 1997-09 (cod. 2630), pp. 12-14.
4. Monte Cook, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape - Tales From the Infinite Staircase, TSR e Wizards of the Coast, 1998-05, (cod. 2632), p. 127.
5. Monte Cook e William W. Connors, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape - The Inner Planes, TSR, 1998-12, (cod. 2634), p. 72.
6. Bruce R. Cordell, David Noonan, Jeff Grubb, Dungeons & Dragons - Manuale dei Piani, Wizards of the Coast e 25 edition, 2001, pp. 121-122.
7. James Jacobs, Erik Mona, Ed Stark, Fiendish Codex I: Hordes of the Abyss, Wizards of The Coast e Hasbro, 2006-06, p. 107.
8. Robert J. Schwalb, Elder Evils, Wizards of The Coast & Hasbro, Dicembre 2007, pp. 144-148.
9. Tratto dalla pagina Baatorian su www.rilmani.org - vedi la pagina
10. Tratto dalla pagina Baatorian su mimir.planewalker.com - vedi la pagina
11. Tratto dalla pagina Dungeons & Dragons - The Baatorians, the Original Denizens of Hell su thecampaign20xx.blogspot.com - vedi la pagina
12. Tratto dalla pagina Who were the Ancient Baatorians? su rpg.stackexchange.com - vedi la pagina
13. Tratto dalla pagina Thread: Baatorans su www.giantitp.com - vedi la pagina
14. Tratto dalla pagina Thread: Ancient Evils in the Nine Hells? su www.giantitp.com - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License