Bahamut

Bahamut

Scheda: Bahamut


- Titolo: Re dei Draghi Buoni, Signore del Vento del Nord
- Epiteti: Drago di Platino
- Livello di Potenza: Divinità minore
- Simbolo: Stella sopra una nebulosa lattea o scudo con testa di drago
- Piano di residenza: Monte Celestia, Mercuria
- Genere: Maschio
- Allineamento: Legale Buono
- Area di influenza: Draghi buoni, vento, saggezza
- Adoratori: Draghi buoni, chiunque cerchi protezione dai draghi malvagi
- Allineamento dei chierici: LB, NB
- Domini: Aria, Bene, Drago, Fortuna, Protezione (Nobiltà, Tempeste)
- Pantheon: Draconico
- Divinità alleate: -
- Divinità nemiche: -
- Arma preferita: Piccone pesante (morso)

Uno dei simboli di Bahamut - autore ignoto


Bahamut è il Signore di tutti i draghi buoni ed è patrono in particolare di quelli metallici. Non sorprende, quindi, che il suo palazzo sia situato sui Sette Cieli Ascendenti di Celestia.

Aspetto fisico

Bahamut - autore ignoto

Nella sua forma naturale, Bahamut è un lungo e sinuoso drago coperto di scaglie bianco-argentee che brillano e scintillano anche nella luce più fioca. Gli occhi felini di Bahamut sono di un blu profondo, azzurri come il cielo di mezz'estate, dicono alcuni. Altri insistono nel dire che gli occhi di Bahamut sono di un indaco glaciale, proprio come il cuore di un ghiacciaio. Probabilmente le due versiori riflettono semplicemente l'umore cangiante del Drago di Platino.

Dogma

Il Male non dorme mai. Per questo motivo, i giusti e gli onorevoli devono essere sempre in guardia.1

Bahamuth è inflessibile e deplora il male. Non accetta scuse per giustificare gli atti malvagi. Ciononostante, è uno degli esseri più misericordiosi del multiverso. Prova una simpatia senza limiti per gli oppressi, gli spodestati e gli indifesi. Sprona i suoi seguaci a promuovere la causa del Bene, ma preferisce che gli esseri combattano le loro battaglie quando possono. Per Bahamut è meglio offrire informazioni, cure o un (temporaneo) rifugio sicuro piuttosto che caricarsi del fardello di un altro.

Relazioni

Bahamut e le altre divinità

L'arcinemico di Bahamut è Tiamat, e quest'odio si riflette fra i loro seguaci. I suoi alleati includono Heironeus, Moradin, Yondalla e altre divinità legali buone.

Seguaci

Uno dei simboli sacri di Bahamut - autore ignoto

Bahamut è venerato in molti luoghi. Anche se tutti i draghi buoni lo omaggiano, sono i draghi d'oro, d'argento e d'ottone a vehnerarlo in particolare. Gli altri draghi, compresi quelli malvagi (tranne forse la sua arcirivale Tiamat) rispettano Bahamut per la sua saggezza ed il suo potere.

Anche un discreto numero di sacerdoti umani lo adora. I seguaci di Bahamut sono spesso paladini, in prima linea nella lotta contro il Male. Molti maghi buoni venerano Bahamut, che è anche noto per la sua grande conoscenza. E' una Potenza della legge, ma i suoi seguaci sono disposti ad allearsi con individui più caotici nella causa comune contro il Male. Tiamat è sua sorella e acerrima nemica.

Bahamut è servito personalmente da sette grandi dragoni d'oro che spesso lo accompagnano.

Molti draghi d'oro, d'argento e d'ottone ospitano nelle loro tane semplici altari dedicati a Bahamut, in genere poco più di un simbolo del drago di Platino iscritto su un muro.

Essere un chierico di Bahamut

Bahamut accetta solo chierici buoni. Siano essi draghi, mezzi-draghi o altri esseri attratti dalla sua filosofia, si impegnano a combattere il male in maniera costante ma cercando di causare meno danni possibile.

Tutti i fedeli di Bahamut devono osservare il Codice d'onore di Ptaris, scritto in un epoca ormai lontanissima da un Wyrm dorato di nome Ptaris. Il Codice, che somiglia molto ad un Codice di cavalleria umano, contiene i principi basilari a cui deve attenersi un fedele di Bahamut, ossia rispetto dei più deboli, giustizia, onore e protezione degli innocenti.

Consigli interpretativi

Un chierico di Bahamut lotta per il bene di tutti e contro il male. Non tollererà ingiustizie e sopraffazioni, intervenendo prontamente, ma se il combattere significa radere al suolo città o causare la morte di innocenti cercherà altre soluzioni.

Vedi anche: Dragonidi o Progenie di Drago

GALLERY

Il Drago di Platino - autore ignoto

Bahamut in volo - autore ignoto

Uno dei simboli sacri di Bahamut - autore ignoto

Uno dei simboli sacri di Bahamut - autore ignoto


Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003
2. Tratto dalla pagina "The Draconic Pantheon" su "frc.proboards.com" - vedi la pagina
3. Tratto dalla pagina "Bahamut" su "forgottenrealms.wikia.com" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License