Balinor

Balinor

Scheda: Balinor


- Titolo: Dio delle bestie e della caccia
- Epiteti: -
- Livello di Potenza: ?
- Simbolo: vedi immagine
- Piano di residenza: -
- Genere: Maschio
- Allineamento: Neutrale
- Area di influenza: -
- Adoratori: -
- Allineamento dei chierici: Qualsiasi
- Domini: Bestie, Aria, Terra
- Pantheon: Schiera Sovrana
- Divinità alleate: -
- Divinità nemiche: -
- Arma preferita: Ascia da battaglia


Simbolo di Balinor- by

Descrizione e relazioni

Fratello di Arawai e del Divoratore, è rappresentato di solito come un possente umano, un mezzorco rozzo ma dal cuore tenero o un drago verde.

Templi

Più che templi e santuari a Balinor sono dedicate radure ed altre aree naturali, solitamente legate alla caccia. Alcuni sacerdoti si occupano di mantenere in buone condizioni delle baite che fungono da rifugio per i cacciatori. Altri invece aiutano i contadini nella cura del bestiame.

Santuari dedicati a Balinor sorgono poi nei giardini e nei parchi cittadini ma non è raro trovarne anche nei pressi di una stalla. Oltre alle ovvie attività di cacciatori ogni anno i sacerdoti di Balinor fanno il giro delle stalle e degli allevamenti del villaggio ponendo su di essi la loro benedizione. Secondo il culto questo aiuta a tenere lontane le bestie selvagge.

La più grande festa di Balinor è il 4 di Barrakas. Dove i sacerdoti celebrano La Caccia festività che onora il ruolo di signore del corno e della caccia di Balinor. I sacerdoti fanno in modo che giunga in città una o più bestie feroci che saranno poi liberate in un apposita area. I partecipanti possono iscriversi versando una donazione al tempio per poi dare la caccia alla bestia.

Obiettivi

La chiesa cerca di insegnare alla gente come convivere con la natura e curare le bestie. Inoltre i sacerdoti e i chierici si occupano di difendere i loro compaesani dalle aggressioni esterne di lupi o bestie più pericolose. Non è raro che in tempi di magra i sacerdoti di Balinor riuniscano i più abili fedeli per grandi battute di caccia atte a procurare cibo o ad eliminare una bestia particolarmente pericolosa.

Clero

I chierici di Balinor tendono ad essere dei vagabondi che si spingono nelle terre selvagge in cerca di prede degne della loro attenzione. Alcuni di essi estendono il concetto di preda anche a criminali o semiumani pericolosi che possono ritrovarsi inseguiti dal chierico. Alcuni chierici si stabiliscono temporaneamente nei villaggi in difficoltà passando il suo tempo ad addestrare i cacciatori ed insegnare i precetti del dio.

Famoso in tutte le terre rurali ma anche in città, il culto di Balinor non annovera molti fedeli tra i cittadini ma il suo patronato sulla caccia e sulle bestie gli da grande importanza nelle aree rurali.
Come nel caso di Arawai, i suoi seguaci sono ranger, druidi e barbari e chiunque altro viva prendendo ciò di cui necessita dalla natura selvaggia.

Spunti per avventure:

  • Qualcuno ha sostituito le bestie per la Caccia di quest'anno con creature mutate della Landa Gemente. Un sacerdote di Balinor si accorge dello scambio in tempo e ingaggia i personaggi per catturare i responsabili. Oppure i personaggi partecipano alla Caccia ignari della sostituzione
  • Nel Karrnath un nobile particolarmente crudele utilizza prigionieri di guerra o criminali per festeggiare la Caccia nelle sue terre. I personaggi potrebbero trovarsi nel mezzo come cacciatori inconsapevoli o prede.

Bibliografia
1. Religioni: La schiera sovrana su http://www.5clone.com - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License