Belenus

Belenus

Scheda: Belenus


- Titolo: -
- Epiteti: Il Sole
- Livello di Potenza: ?
- Simbolo: Un disco solare e pietre erette o un raggio di sole dorato
- Piano di residenza: Elysium, Thalasia, Isole dei Benedetti; Ravenloft
- Genere: Maschio
- Allineamento: Neutrale Buono
- Area di influenza: -
- Adoratori: -
- Allineamento dei chierici: LB, NB, CB, N
- Domini: Bene, Elysium, Estate, Fuoco, Riposo, Sole
- Pantheon: Celtico, Ravenloft
- Divinità alleate: -
- Divinità nemiche: -
- Arma preferita: Falce

Simbolo di Belenus - autore ignoto


Descrizione fisica

Belenus, il dio glorioso, prende la forma di un imponente e muscoloso angelo di sesso maschile. La sua testa e la sua faccia sono rasate, mostrando tratti forti e bellissimi. La sua pelle perfetta e le quattro enormi ali piumate risplendono di una radianza interna. Egli non ha occhi, solo lucenti pozze di pura luce bianca. Quando apre la bocca per parlare, anche da essa proviene luce bianca. egli veste molto poco, indossando soltanto un paio di guanti d'argento e degli schinieri corazzati. Porta nelle mani guantate un massiccio martello con una testa spigolosa e intagliata in modo complesso, capace di vibrare colpi davvero terribii sui nemici della giustizia e della luce.

Belenus presso i Celti

[[Work in Progress]]

Belenus a Ravenloft

In molti altri mondi, come si è visto, Belenus è una delle divinità di un ampio pantheon di dèi venerati dalle tribù celtiche. Nelle terre delle nebbie, Belenus è diventato la divinità centrale di due domini: Il Tepest e le Terre dell'Ombra. Sfortunatamente entrambe le Chiese di Belenus del Semipiano del Terrore hanno sviluppato un problematico elemento in comune: l'ntolleranza.

Belenus è il dio del sole e un signore delle fiamme. I suoi seguaci affermano che Belenus conceda calore e la salvifica luce a coloro che lo compiacciono, e la neghi a coloro che meritano la sua ira, maledicendoli con freddo e buio. Le eclissi sono considerate come temibili presagi.

Nel Tepest

Nel Tepest i seguaci di Belenus esistono come una religione contadina, i suoi chierici venerano anche altri dèi del suo pantheon. I fedeli intessono leggende su Belenus e altre divinità con racconti di orribili folletti, spiriti d'ombra e terribili streghe. Per generazioni, i chierici tepestani si sono accontetati di sorvegliare le loro piccole congregazioni, ma con l'avvento della Grande Congiunzione, credendo che i domini di G'Henna e Markovia fossero stati distrutti da creature fatate, un prete del villaggio di Viktal, un uomo chiamato Wyan, ha organizzato una inquisizione per combattere queste creature. Quindici anni dopo, i membri dell'inquisizione continuano questa lotta ed hanno guadagnato una triste reputazione di fanatici. I chierici giustiziano qualunque creatura fatata riescano a trovare, compresi caliban, elfi, mezzelfi e stregoni.

Nelle Terre dell'Ombra

Nella matriarcale società delle Terre dell'Ombra, solo le donne possono divenire sacerdotesse, e devono far voto di castità. Gli uomini possono servire la chiesa ma solo come guardiani e soldati. I fedeli di ogni altra religione vengono perseguitati con ferocia. Le sacerdotesse di Belenus seguono con gioia i dettami della loro più grande protettrice, la sacra guerriera Elena Faith-hold.

Nel Nidala

Nel dominio di Nidala, la venerazione di Belenus ha preso una direzione completamente diversa, dove la potente chiesa venera Belenus come Unico Dio in un'enorme e gloriosa cattedrale.


Bibliografia
1. Colin McComb, Robh Ruppel On Hallowed Ground, TSR, Inc., Ottobre 1996; le medesime informazioni sono riportate anche alla pagina Divinità Celtiche su http://www.sigilonline.altervista.org - vedi la pagina
2. The Outer Gods (Fleshforge Legacy Supplement) su www.dandwiki.com - vedi la pagina
3. Divinità di Ravenloft su ombradeldrago.altervista.org - vedi la pagina
4. Divinità di Ravenloft su neverwinteritalia.forumfree.it - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License