Lestat De La Rose

Lestat De La Rose

Generalità

Nome: Lestat De La Rose
Razza: Umano
Sesso: Maschio
Età: 30 anni
Allineamento: Neutrale Malvagio
Classe: Ladro
Fazione: fated
Piano d'Origine: Outlands
Città d'Origine: Sigil

Descrizione

Tratti Fisici

Corpo Tonico, occhi azzurri e capelli neri. Alto 1,85m. Ha tatuato sulla schiena un teschio con due ossa incrociate e sulla spalla sinistra una rosa.

Tratti Caratteriali

Non ama nessuno, ne vuole alcun legame. Se trova un gruppo in cui sta bene, lo sfrutterà fino a quando ne avrà bisogno.
Non si fa problemi nell'uccidere.
Vendicativo, più essa sarà lenta, più troverà gusto nell'attuarla. In caso ama torturare le sue vittime.
Vive sfruttando il prossimo.
Non si farà mai sgamare, indossando metaforicamente una maschera.
Brama la Richezza, la Fama e il Potere.

Storia

"Chi siete ? Come siete entrato ?"

Parole che spesso sentiva il buon Lestat, parole a cui metteva facilmente la parola fine tranciando di netto la gola subito dopo, prima che le sue vittime potessero proseguire a parlare. Le sue Vittime preferite, le persone deboli.
Conosceva bene cos'erano i sentimenti, ma sembrava non provarne più, almeno cosi era da molti anni ormai…

Tutto ebbe inizio molti anni fa. Il giovane Lestat era figlio di nobili della gabbia, Armand e Viviane De La Rose, oserei dire il figlio di un primaclasse quindi viziato. L'unico richiamo alla sua origine il tatuaggio sulla spalla sinistra, raffigurante una rosa che gli venne fatto all'età di 3 anni.

Nativo di Sigil, aveva solo 5 anni, quando un Assassino Tielfing, Archon "il Collezionista", fece irruzione nella sua dimora e uccise i suoi genitori. Non si sa ne perché li uccise ne perché lo risparmiò, né perché decise di portarlo con se e di farne il suo allievo. Inizialmente come farebbe ogni bambino Lestat pianse molto, ma poi anche le lacrime cessarono, come lentamente cessò la sua "umanità" che venne rimpiazzata da una "Maschera". Prima di agire, bisognava sempre studiare più di un piano d'azione, il fallimento non era consentito.

E' cosi che Lestat crebbe educato da Archon. Seppur era piccolo quando quest'ultimo uccise i suoi genitori, mai lo dimenticò…e anche se era grato al suo "Maestro" per averlo salvato prima o poi, avrebbe vendicato la loro morte.

Passò lunghi anni in compagnia del suo Maestro. Quest'ultimo gli insegnò come sopravvivere nei peggiori luoghi della gabbia sfruttando le ombre, ad evitare i rapporti con gli Harmonium, a non provare sentimenti …. Fra le varie cose gli accennò anche di una gilda di ladri la cui sede è nell'alveare. Non si può dire che trascorse una crescita felice, ma vi sono situazioni peggiori.
Riguardo gli Dei, era cosciente della loro esistenza, e li rispettava, ma non gli interessava servirne uno in particolare, ha quindi un legame piuttosto distaccato con la Religione.

Dopo molti anni che il Maestro aveva cresciuto il suo Allievo finalmente arrivò il fatidico giorno della Vendetta, Vendetta che venne consumata freddamente. Nonostante la freddezza con cui la vendetta venne consumata, qualcosa colpì Lestat, anche se non gli importava molto… esalando il suo ultimo respiro il suo Maestro aveva sul volto un Ghigno….come di soddisfazione. Che fosse riuscito nel suo scopo ? Poco importava, la Vendetta era stata portata a termine.
Con fare metodico e maniacale ripuli qualsiasi traccia del suo passaggio, lasciando una rosa come "firma", il Tielfing sarebbe diventato cibo per topi.

Ormai Lestat era libero, libero da quasiasi vincolo e poteva vagare come meglio preferiva nel multiverso… Decise di entrare nei Fated… sarebbe stata un ottima maschera e un ottimo inizio per racimolare soldi, ma prima andò a farsi tatuare sulla schiena un teschio con due ossa incrociate…

Aggiornamenti

- Si distingue all'interno della fazione per il gran numero di tasse raccolte e per aver introdotto il "Certificato di Sosia".
- Stanco di non aver notizie riguardo la Compagnia del Lunghinverno, "compra" la stampa di Sigil, attraverso l'illustre giornalista Mandolina, per far scrivere una serie di articoli sulla compagnia che ha fondato "Compagnia del Cercatore". 1, 2
- Introduce il "Certificato di Nano di Kesgaard, Amante della Birra Nanica e Nemico dei Drow".

Dicono di Lui


Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License