Charnalbalk

Charnalbalk

Charnalbalk equar - by Roger Raupp

Questi cavalli neri dall'aspetto emaciato e il manto arruffato provengono direttamente dall'Abisso. Hanno zoccoli di ferro, fauci larghe e irte di denti aguzzi, zanne simili ai cinghiali e occhi come tizzoni ardenti. Le loro teste sono rinchiuse in grottesche maschere di ferro, forse forgiate dalle stesse forze dell'Abisso.

Combattono riducendo a brandelli con il morso l'avversario, anche se sono dotati di altre capacità magiche, come il saper rianimare i morti.

Si nutrono di carne e sangue ancora caldi, e se possiedono un cavaliere, questi equar tenderanno a nutrirsi di membri della stessa razza a cui esso appartiene. Come tutti gli equar, sono in grado di parlare.

Schede e Punteggi


Bibliografia
1. Steve Berman, Destriers of the Planes in Dragon Magazine #243, TSR, 1998-01

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License