Dove sono tutti i Draghi? - Lung Tzu

Dove sono tutti i Draghi? - Lung Tzu

Un'intervista tra Kallis Tharzar e Lung Tzu della Fratellanza dell'Ordine.

.

dragthum.gif

Kallis Tharzar: Signore, ho saputo che possiedi un'insolita spiegazione del modo in cui funziona il Multiverso. Saresti così gentile da descrivermela per i miei lettori e quelli di Voilà!?

Lung Tzu: Certamente. È per questo che siamo qui, giusto?

KT: Molto bene [ Inizia a prendere appunti. ]

LT: Innanzitutto, è necessario comprendere come piani infinitamente antichi possano avere un'origine. C'è un articolo accademico su ciò scritto da Sping Soovin negli archivi della Fratellanza, che puoi controllare più tardi.

KT: Lo farò.

LT: In sostanza, la teoria è basata sul vedere il Multiverso da un'altra direzione.

KT: Questo ha qualcosa in comune con la Teoria delle Nove Dimensioni di Synjyn l'Esiliato?

LT: Sì e no. Sebbene Synjyn abbia ragione circa la dimensionalità dello spazio, fraintende la natura di una delle dimensioni. Egli sostiene che ci sia una dimensione di astrazione — non è così. Le differenze nell'astratto sono una considerazione separata, e vedrai più tardi qualcosa di come esse vengano raggiunte.

KT: Quindi qual'è la nona dimensione?

LT: Meta-tempo. La dimensione in cui le idee vengono originariamente generate. Si tratta della cornice temporale delle leggende più grandi e comprensive e delle più profonde verità sulla realtà. Per fare un esempio sul quale ritorneremo fra un momento, le leggende draconiche descrivono tutte come Io, il Drago dalle Nove Forme, sia un essere eterno, e anche come egli/ella sia venuto/a in essere al di fuori delle cose che sono. Ciò non può essere compreso razionalmente nell'ambito del tempo reale, ma usando un asse meta-temporale, è facile, relativamente parlando, spiegare le origini di un essere infinito.

KT: Ho capito. Stai dicendo che gli dei possiedono una dimensione extra-temporale?

LT: Solo gli dei più antichi. Finder Wyvernspur, per esempio, è un dio nuovo, poco più di un mortale.

KT: Mi ricordi Leir l'Esploratore.

LT: Arriverò alle sue teorie fra un minuto. Non essere sorpreso. Io ho studiato anche le altre ricerche in questo campo. Allora. Finder è un dio giovane, e lo sarà sempre. Anche Zeus è abbastanza govane in questo senso, sebbene egli abbia un'idea del meta-tempo e la stia usando per promuovere il suo alter-ego di Jupiter, o Giove. Ma un potere veramente antico, eterno come Io o Ptah ha rivelata la piena portata del meta-tempo e può capire concetti tanto vasti e trascendenti.

KT: D'accordo, penso di aver capito bene. Più profonda è la natura dell'esistenza eterna di un potere, più esso ha la possibilità di intuire le sue proprie origini in questo meta-tempo, giusto?

dragon.gif

LT: Esatto.

KT: Allora andiamo avanti. In che modo questo influenza il concreto funzionamento dei piani?

LT: Permettimi di narrarti un'antichissima leggenda dei draghi. In origine — considerazione meta-temporale qui, giovanotto — in origine c'era il nulla. E il nulla si divise in tre. Tre nulla? Il significato di ciò è un mistero. Ma noi ora vediamo come il numero tre sia alla base dell'intero Multiverso. Perché nel primo vuoto c'era Io. Da dove era venuto/a? Nessuno lo sa. Ma Io guardò, e vide il nulla, ora duplice poiché egli/ella abbracciava completamente il primo spazio sebbene esso fosse ancora lì. Esso premeva contro la sua schiena infinita e sotto il suo ventre incommensurabile. E il Nonuplice Uno pensò, e i suoi pensieri si cristallizzarono all'interno del secondo spazio, e c'erano ventisette pensieri di sostanza. Ed egli/ella prese questi pensieri, queste idee e li scolpì in qualcosa da chiamare suo proprio.

KT: Cos'erano queste idee che egli — ella — che Io ebbe?

LT: Essi erano ciò che noi ora chiamiamo Piani Interni.

KT: Non ci sono solo 18 Piani Interni?

LT: Pensavo che avessi studiato questo argomento. Dimentichi i nove piani semi-elementali descritti da Kristias Fireflight.

KT: Pensavo che ci fossero otto piani semi-elementali.

LT: Stai dimenticando l'Ombra.

KT: Ah, inizio a scorgere dove conduca il ragionamento. Tre alla terza potenza è ventisette, quindi i Piani Interni formano un cubo e non un globo?

LT: Giusto. Ma permettimi di continuare. Io prese la materia dei Piani Interni, questi reami di sostanza, e creò regni di forma, che noi chiamiamo Primario. E c'era vita. E c'era vita intelligente, e pensiero, e fede. Eppure non c'era ancora alcun potere a parte Io.

KT: Io pensavo che fossero stati i poteri o i sovrapoteri a creare i mondi primevi.

LT: Di nuovo il meta-tempo. Anche se la tua descrizione delle origini è corretta nel tempo normale di quei mondi, fu Io che creò la sostanza di essi e lasciò che si disponessero dove preferivano. Il luogo scelto fu il terzo vuoto.

KT: quindi gli dei da dove venivano?

LT: Permettimi di continuare la mia storia. Io, delle cui credenze quelle dei mortali erano il riflesso più pallido, venne ispirato dalla diversità che aveva creato e procreò. Se ci fossero uova è materia per i teologi draconici. Vi furono venticinque bambini.

KT: Perché questo numero mi ricorda qualcosa?

LT: Ho detto che sarei ritornato alla teoria di Leir l'Esploratore. I figli di Io erano immensi, abbracciando gli spazi sull'infinità del suo corpo. Ma egli/ella scelse di non riempire il vuoto in cui rimase.

KT: Credo di intuire cosa stai per dire. Ma una cosa. Anche gli altri vuoti non vennero riempiti?

LT: Il secondo vuoto, dove giacciono i Piani Interni, venne totalmente riempito. L'Ombra, la miscela di ogni sostanza, fluì negli spazi vuoti e il vuoto fu riempito. Il terzo vuoto, che contiene il Primario, venne quasi riempito dai mondi. Un po' di vuoto rimase, e il flogisto venne in essere. Chi può dire da dove? Molto probabilmente Io lo fece. E dove esso fluì, vi furono collegamenti fra i vuoti. essi erano il Piano Astrale e il Piano Etereo. Ma non abbiamo ancora finito. I venticinque figli di Io sono quelli che chiamiamo Piani Esterni. Potresti aver sentito raccontare che Elysium — o Baator — sia senziente. La verità è che lo sono tutti. E sì, Leir l'Esploratore ha ragione quando parla di venticinque Piani Esterni. In realtà ci sono ventisette…

KT: Altri ventisette?

LT: …Ventisette Piani Esterni. Io è il ventiseiesimo e ha nove strati, uno per ognuno dei suoi aspetti, e il vuoto originario, casa di ciò che è totalmente distrutto, è l'ultimo.

KT: Ma cosa puoi dirmi di quei piani con molti strati?

LT: Ogni strato è una spira del drago di cui il piano è fatto, e ciascun reame è una squama. E ora posso spiegarti perché Monte Celestia abbia un livello più alto tanto trascendente. Ciascuno strato del piano rappresenta l'animo del drago, e dunque ci sono sentimenti oltre che filosofie per ciascun piano. Il drago della Montagna Sacra incarna la contemplazione, e dunque la sua testa è avvolta nella più pura serenità della meditazione, che pochi possono davvero comprendere. Il drago del Limbo si contorce in maniera incontrollabile, rendendo pertanto impossibile misurare le sue spire.

KT: Questa è una teoria piuttosto incredibile. Puoi corroborarla?

LT: Non direttamente. Ma permettimi di parlare un po' dei poteri. Gli stessi figli di Io procrearono, e i loro piccoli sono molti. Conosci il testo sacro che parla del "combattimento del Drago e dei suoi angeli"?

KT: È un'Apocalisse Arcontita, vero? Le ho studiate un po'.

LT: Proprio così. Be', il drago di quella citazione è il Signore Oscuro di Baator, che alcuni chiamano Melchiresha. Egli è il figlio maggiore del drago Baator.

KT: Quindi c'è un'intera dinastia di draghi che governa il Multiverso?

LT: In generale ciò è corretto. Alcuni poteri, come Ptah o Annam, sono derivati direttamente dai pensieri dei mortali, e altri poteri dai loro pensieri. Ma ci sono moltissimi draghi nascosti. Sostanzialmente, tutti i draghi sono loro discendenti. Conosci i vermi Jormundgandr e Nidhoggr?

KT: Certamente.

LT: In senso meta-temporale, qualunque cosa venga detta di Loki, essi sono i figli del drago delle Distese. E poi c'è il Re Drago stesso, il primo ministro dell'Imperatore di Giada.

KT: Non ho udito molto di lui, anche se suona molto importante.

LT: Esattamente. Ma i Draghi Orientali lo conoscono, poiché egli è il loro progenitore e maestro. Egli è il figlio del drago di Mechanus. E Tiamat, Bahamut, Takhisis e Paladine

KT: Sono due poteri o quattro?

LT: Quattro. Non è molto chiaro se due poteri di Krynn siano i figli o i fratelli più giovani degli altri, ma i due più anziani sono figli dei loro piani natii. E la lista continua… Apep, Shekinester, Yamm, Jazirian e il suo reame Ouroboros…

KT: Ciò è incredibile per alcuni aspetti, ma molto plausibile per altri.

LT: Esatto. Ancora due punti, sulla matematica dei piani — un campo che tu hai studiato, vero?

KT: Proprio così.

LT: Hai visto come ci siano tre alla terza potenza, ventisette, Piani Interni ed Esterni. Presumi che ci siano altrettanti Primi Piani Materiali?

KT: Deve esserci una quantità maggiore di mondi, ma sono sicuro che ci sia solo uno, forse tre, Primi Piani Materiali.

LT: Esattamente. Come ho detto, la ricerca sta continuando per scoprire esattamente dove siano situate le ventisette nature ripiegate del Primario. E tre sono anche state trovate altrove. Ho parlato dei piani Astrale ed Etereo, ma tu sei informato sull'Ordiale?

KT: Magnum Opus sostiene che esso colleghi i Piani Interni e i Piani Esterni, giusto? Ma noi non possiamo arrivarci.

LT: Questo perché esso è la coda di Io. Essa si avvolge attorno ai Piani Interni, e conta come un piano separato dal suo nonuplo corpo. Solo poteri con considerevole discernimento possono adoperarlo. E così ci sono anche tre piani intermedi.

KT: Ma ancora non so come tu possa conoscere tutto questo. La Fratellanza non ha pubblicato nulla su queste informazioni…

LT: Prima ho menzionato il Re Drago. Egli conosce questa verità dietro i piani, e così alcuni dei suoi fedeli servitori…

[ Lung Tzu fa un ampio sorriso da lupo e Kallis giura di aver visto un drago celeste nei secondi successivi, prima che il suo intervistato svanisse. ]

[ Lung Tzu non è più stato visto da allora e al momento non è nemmeno possibile provare che egli sia o sia stato un membro della Fratellanza dell'Ordine. ]

.



Copyright 1998 by Alex Roberts
Immagine by Zak Arntson
Traduzione 2016 by Cromatico


Bibliografia
1. Tradotto dalla pagina "Mapping the Infinite: Where are all the Dragons?" su "Mimir.net" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License