Carne per Lolth - La vita segreta degli Elfi Scuri

Carne per Lolth - La vita segreta degli Elfi Scuri

Attraverso antichi corridoi di pietra, resi umidi e scivolosi dal muschio, si muovono i nobili drow. Dall'anfiteatro situato più avanti provengono urla e schiamazzi. Le urla sono seguite da una risata gutturale, proveniente da una piccola sacerdotessa dalla pelle dello stesso colore della pece; il suo corpo lucido è interamente ricoperto da dozzine di ragni dal pelo grigio che vi si arrampicano sopra; ogni ragno è grande quanto il pugno di un bambino. I capelli della sacerdotessa, bianchi come una distesa di ghiaccio, si adagiano sul suo piccolo cranio oblungo. Dalla sua fronte, dallo zigomo e dal mento sporgono alcuni chiodi di argento lucido. La sua serva gnoma cammina con passo malfermo, curva per lo sforzo, mentre porta una cassa dorata, carica di bacche e dolciumi. Le mani della serva sono state rimosse all'altezza del polso; le sue cavità orbitali sono vuote e bruciate. Non riesce a smettere di tremare.
All'improvviso, un giullare dalle labbra rosse fa una piroetta da dietro, mostrando dei ganci d'acciaio che sporgono dalle sue spalle. Cerca una nuova vittima, qualcuno che possa avvolgere con le sue catene di metallo prezioso. La sacerdotessa si fa avanti per graffiare il clown con dei chiodi affilati come rasoi, aprendo occasionalmente delle ferite cremisi sulla pelle della sua schiena. Il giullare muove e contorce la sua lingua intorno alle proprie labbra imbellettate di rosso.
Un sibilo di anticipazione si alza dalla folla. Stanotte il sangue scorrerà come vino e, con un po' di fortuna, la Regina Ragno stessa apparirà e strapperà la testa a qualcuno dei presenti.
1

Segnati ancor prima della nascita

Una notevole differenza tra i drow e i loro cugini che vivono in superficie è data dal loro cefficiente di fertilità. La maggior parte degli elfi ha un coefficiente di fertilità molto basso, il che è logico dato il loro arco vitale molto lungo. Le madri drow, invece, partoriscono alla stessa frequenza delle razze più fertili, come gli orchi o gli umani. La loro grande fertilità compensa l'alto tasso di mortalità tra drow infanti e adolescenti. Le femmine drow potrebbero partorire dieci volte il numero di bambini che possono venire alla luce in una qualsiasi altra sottorazza di elfi, ma questo non significa che tutti i bambini finiscano per diventare adulti. Per le drow è comune portare gemelli o trigemini. Anche in questi casi, le nascite multiple sono rare, dato che il più forte dei feti si ciba degli altri all'interno dello stesso grembo. Le drow in gravidanza talvolta possono avvertire questi mortali combattimenti che hanno luogo nel loro corpo. Queste battaglie prenatali producono nelle madri delle sensazioni euforiche, riportate in Sottocomune come chad-zak. La sensazione è infinitamente più forte di quella prodotta da un qualsiasi tipo di droga o di quella che è possibile provare nella stanza da letto. Se non fosse per il chad-zak, sarebbe molto improbabile per le donne drow, egoiste fino al midollo, prendere in considerazione il fatto di soffrire per gli inconvenienti della riproduzione.
Il chad-zak avviene fino a quattro volte per le drow che siano gravide di più di un bambino. Accade, in genere, all'inizio del terzo trimestre. Le madri che provano più di un chad-zak, di norma li percepiscono in rapida successione, una volta ogni giorno o una volta ogni due giorni. Il chad-zak finale indica che un feto ha ucciso gli altri. Il processo non termina con la nascita di un bimbo morto; coloro che vengono uccisi sono riassorbiti dal corpo della madre.

Giochi innocenti

Il fatto che un drow appena nato sia sopravvissuto nel grembo e ce l'abbia fatta a nascere non significa che riesca a sopravvivere ulteriormente. Tutti i bambini drow, anche quelli che non sono ancora in grado di camminare, sentono un istinto omicida nei confronti dei loro simili. Conseguentemente, quando se ne presenta l'opportunità, la maggior parte dei drow adolescenti uccide il proprio compagno di giochi. Nonostante questo fatto - o meglio a causa di questo fatto - i drow neonati non vengono tenuti separati quando si trovano nel nido. Le loro madri vogliono che i figli diventino forti, in modo da affinare i loro istinti predatori, eliminando quelli più deboli nel processo. Nessun drow desidera che un bambino debole o incompetente raggiunga la maturità, dato che costui potrebe portare disonore alla famiglia. Notate che non è necessario che la forza sia fisica: è meglio avere un figlio apparentemente debole, la cui astuzia permetta alla madre di orchestrare la morte di altri, piuttosto che un bruto muscoloso che sia facilmente imbrogliato. È evidente che ogni drow incline alla pietà o alla virtù sia ritenuto un debole dagli altri. Nell'improbabile caso in cui i suoi coetanei non si accaniscano contro di lui e gli taglino la gola, la madre manderà certamente questo vergognoso scherzo della natura alla sacerdotessa, come materiale per le sue lame cerimoniali. È per questa ragione che i drow buoni sono estremamente rari. Sopravvivere senza abbracciare il male con entusiasmo è quasi impossibile.

I parenti dei drow raramente fanno visita ai loro bambini. Alcuni maschi dalla mente debole potrebbero pensare di giocare con la loro prole, ma le nutrici e le altre serve li sorvegliano attentamente.

Forse proprio perché l'adolescenza è un periodo pericoloso per loro, i bambini drow crescono molto più velocemente dei bambini degli altri tipi di elfi. All'età di otto anni, i bambini drow possono camminare, parlare e discorrere. Poi vengono portati via per ricevere l'istruzione. Le sacerdotesse giovani si occupano dei bambini, punendoli selvaggiamente per i loro errori. Gli studenti potrebbero essere messi in gabbia, irrorati di acqua ghiacciata o bollente, punzecchiati con bastoni appuntiti, avvelenati, bruciati oppure semplicemente picchiati con pugni e randelli. Questi trattamenti non sembrano arrestare questi indomabili bambini, che hanno già provato di essere aggressivi e di avere un forte istinto di sopravvivenza a casa loro. Le sacerdotesse non puniscono uccidendo: se li volessero morti sarebbe, a quel punto, un peccato non sacrificarli sull'altare. La dottrina religiosa è l'oggetto principale dello studio. I giovani vengono anche addestrati in tattiche di combattimento, letteratura, matematica, alchimia, storia naturale e varie abilità di artigianato. Gli studenti che dimostrano un'affinità per la magia sono spesso separati dalle normali classi e consegnati come apprendisti a maghi e stregoni.
La scuola continua fino all'età di vent'anni, quando inizia ufficialmente l'adolescenza. A quel punto, uno studente su tre sarà stato ucciso dai compagni di classe. Uno su dieci sarà stato inviato al tempio come cibo per Lolth.

Prove di tradimento

Durante gli anni che collegano l'adolescenza alla maturità, ci si aspetta che i drow scelgano il loro ruolo nella sicietà e che intraprendano la strada che porta verso l'obiettivo prefissato. In genere si affidano al loro mentore, imparando le sue abilità e prendendo confidenza con i suoi contatti. Una volta che un giovane drow adulto abbia ottenuto sufficiente esperienza, aspetta che qualcosa di terribile ricada sul suo mentore (oppure può orchestrare da solo la cosa se richiesto da una delle prove di Lolth) e tentare di prendere il posto del maestro. In genere questo tentativo sfocia in un conflitto con gli altri apprendisti oppure con chiunque altro possa reclamare la posizione del mentore, i suoi clienti oppure le sue proprietà. Insegnare ai propri figli è considerato un crimine grave per i mentori, anche se talvolta è possibile avere una dispensa dall'alta sacerdotessa, naturalmente pagando un prezzo.
Ai maestri viene conferito il diritto di vita o di morte sui loro protetti ma, del resto, lo hanno anche gli altri. Gli adolescenti non possono ancora cercare la protezione delle sacerdotesse e quindi rimangono senza protezione nella società dei drow. Devono tenere la testa bassa e allo stesso tempo rendersi utili ai loro padroni. Far pendere la bilancia da un lato o dall'altro è rischioso: un apprendista troppo umile viene ritenuto facile da sottomettere, mentre uno ambizioso mette in allarme i suoi maestri, che cominciano a temere un assassinio.

All'età approssimativa di ottant'anni, ci si aspetta che gli adolescenti completino un incarico indicando ai loro maestri il ruolo prescelto. Un cacciatore deve catturare una vittima sacrificale importante, mentre un musicista deve eseguire una ballata particolarmente difficile. Non solo un drow deve portare a termine con successo il proprio lavoro, ma non deve neppure mostrare dubbi o paure. Farlo significa il fallimento agli occhi di Lolth ed ha come risultato una terribile punizione. Il successo indica che il drow è pronto per essere riconosciuto come adulto. Gli adolescenti che superano la prova senza sostituire i loro mentori devono vedersela da soli, entrando indipendentemente negli affari.

Ballate di assassini

Come adulti, i drow cercano protetti da sfruttare, rivali da distruggere e opportunità per provare piacere. La ricchezza e il lusso sono visti come segnali di successo, ma la vera prova dello stato di adulto è nel numero di persone che un individuo abbia assassinato (oppure di cui abbia causato la morte) e nel modo artistico in cui le prede siano state giustiziate e fatte soffrire lentamente.

Così come un'uccisione lenta e dopo una lunga tortura induce un'ammirazione superiore a quella per una morte rapida e letale, allo stesso modo si possono ottenere diversi gradi di prestigio a seconda dell'identità della vittima. Uccidere una vittima ben conosciuta nella comunità fa guadagnare più fama e gloria rispetto all'anonima morte di uno straniero. I crediti per una vittima sacrificale vanno a coloro che la catturano. Quindi, la classe del cacciatore è tra le più ammirate della società drow, seconda soltanto a quella delle sacerdotesse.

Uno sventramento ingegnoso non significa nulla se gli altri non ne vengono a conoscenza perciò i bardi svolgono un ruolo cruciale fra i drow. Gli arrampicatori sociali assoldano i bardi per commemorare tramite canzoni le loro uccisioni. Se possibile, li invitano persino ad assistere alle uccusioni per fare in modo che ritraggano l'impresa del'uccisore in maniera più vivida. Un abile bardo con un buon successo popolare può innalzare di molto il prestigio di un drow, trasformando un'uccisione di routine in un'esecuzione memorabile. I bardi si aggirano attraverso i contorti passaggi delle comunità drow del Sottosuolo, declamando le loro ballate insanguinate con il tono stridulo che ci si potrebbe aspettare da un drow cantante. Assoldare un bardo famoso può costare decine di migliaia di pezzi d'oro e più un drow paga, più ha possibilità di elevarsi socialmente. Il protagonista di una canzone, per esempio, potrebbe attrarre una sacerdotessa più influente che gli faccia da matrona oppure che gli faccia ottenere nuovi clienti per i propri affari.

Le canzoni su omicidi particolarmente popolari mettono in risalto non solo la fama delle loro vittime, ma anche e soprattutto quella degli assassini. Oltre ai pezzi commissionati recentemente, i bardi eseguono anche dei classici senza tempo come Il Rogo di Farza-Lach, Le Viscere di Tornon e Sette Gocce dalla Spina Dorsale Insanguinata. Ad accompagnare l'acuta voce di un drow bardo c'è uno strumento complesso, simile a un liuto, conosciuto come vazhan-do. Le sue corde ben accordate possono essere pizzicate furiosamente, in modo da fargli emettere un violento torrente di note, oppure pizzicate lentamente in modo da produrre dei suoni lenti e distorti. Ognuna delle sessantaquattro corde di un vazhan-do standard può essere tolta rapidamente dallo strumento per diventare una garrotta. Non è una sorpresa che i bardi facciano anche gli assassini; le loro ronde notturne, oltretutto, permettono loro di viaggiare per tutta la comunità senza che siano poste loro delle domande. Anche se il loro status di assassini prezzolati è risaputo, sarebbe impensabile imporre loro delle restrizioni. Rifiutare di dare ospitalità a un bardo è sleale e da codardi. Comunque, una cosa è invitare un bardo a casa e un'altra è lasciarlo uscire dal campo visivo anche per un solo momento.

Le prove

Lolth non rende semplice ai suoi seguaci il compito di soddisfarla. Tutti i drow percepiscono un senso di ansia crescente mentre avanzano nella loro carriera. E tutto questo è vero indipendentemente dal ruolo scelto per la propria vita. Tutti temono il giorno in cui arriveranno ad un livello di apprendimento tale da suscitare l'interesse della loro sinistra dea. Anche le potentissime sacerdotesse non sono immuni al temuto Lolthtanchwi, la Punizione di Lolth. Lolth sottopone i suoi fedeli a una serie di terrificanti prove nell'arco della loro vita, la prima delle quali avviene durante la loro adolescenza2. Le prove continuano mano a mano che i drow fanno progressi in forza ed abilità, ognuna sempre più difficile e con conseguenze sempre più terrificanti di quella precedente.

I drow riescono ad avvertire il momento in cui stanno per essere sottoposti ad una prova. I loro sensi diventano dolorosamente acuti e l'intero mondo appare più reale e più minaccioso. In alcuni casi, delle orribili visioni sono il preludio all'inizio di una prova che prevede, invariabilmente, che il drow rischi la sua vita e tutto ciò che ha guadagnato durante la stessa.

Ferite d'amore

Così come per molte specie di ragni, i rituali di accoppiamento dei maschi drow sono imprevedibili e carichi di pericolo. Le donne sono apertamente privilegiate nella società drow. Le sacerdotesse conducono anche tutti gli affari politici e le matrone dall'espressione dura controllano le famiglie e i loro affari. In pieno accordo con gli stereotipi drow, le femmine sono più astute, intuitive e crudeli mentre i maschi sono avventati, impulsivi ed emozionalmente deboli. I maschi uccidono e massacrano perché a loro piace farlo. Le donne si sposano per ragioni politiche, ma non sono affatto monogame. Possono avere relazioni con i loro seguaci, con i viaggiatori che provengono da altre comunità, oppure anche con servi e schiavi. Ci si aspetta che i mariti rimangano fedeli alle loro mogli e normalmente, se sorpresi a tradire, vengono sacrificati. D'altro canto, se una potente sacerdotessa mette gli occhi sul marito di un'altra donna, può fare in modo che l'uomo sia portato all'altare sacrificale per aver avuto l'ardire di rifiutare i suoi favori. Gli uomini prestanti e dotati di un certo fascino spesso si trovano a fronteggiare situazioni senza via d'uscita. Per questo motivo gli uomini attraenti spesso si sfigurano da soli oppure passano lunghi periodi lontano dalla comunità unendosi a bande di cacciatori composte da soli uomini.

I costumi dei drow permettono che le femmine si accoppino con esseri di altre specie; se un maschio dovesse permettersi questo lusso, l'atto sarebbe considerato come un'offesa capitale. Qualsiasi contatto sessuale tra un drow e un drider si risolve in una sentenza di morte immediata, non importa quale sia lo stato sociale del drow. Le relazioni con i drider rimangono comunque il tabù più forte della cultura drow.

Nell'umida oscurità

Per quanto siano temibili, i drow sono costantemente minacciati da molti e potenti nemici. Devono difendere le loro comunità sotterranee contro i mind flayer, i guerrieri nani e altri gruppi di avventurieri umanoidi. Gli insediamenti drow non possono essere "ripuliti" semplicemente irrompendo di stanza in stanza e uccidendo tutti gli occupanti. Gli elfi scuri reagiscono velocemente alle intrusioni. Installano allarmi magici sofisticatissimi e pattugliano costantemente un perimetro molto ampio, in modo tale che si possa mobilitare l'intera comunità in caso di attacco, prima che il nemico arrivi alle porte. I drow indeboliscono i nemici inviando ondate di soldati coscritti e soldati comuni prima di mandare all'attacco cacciatori di alto livello e potenti sacerdotesse.

È possibile, anche se difficile, ottenere un'accoglienza pacifica ad un conclave drow. Amanti del lusso, gli elfi scuri sono avidi di strani cibi, droghe particolari, tessuti raffinati, bei gioielli ed altri oggetti esotici che non possono produrre da soli. Sono sempre presenti anche al mercato degli schiavi; gli esemplari troppo danneggiati per lavorare possono comunque essere usati come vittime per la tortura. I drow pagano per questi beni con oggetti ottenuti mediante saccheggi, oppure con oggetti magici unici, prodotti dai loro dotati maghi. I drow mantengono elevato il valore di questi oggetti conservando segrete le tecniche di creazione. Le persone più corrette aborriscono qualsiasi segno di artigianato drow e guardano con disdegno coloro che facciano uso di oggetti magici drow. Anche se molti venditori di amenità magiche rifiutano di maneggiare questi oggetti, in terre dove non ci si fa molti scrupoli, questi manufatti sono molto preziosi.

Ci sono modi migliori di guadagnarsi da vivere piuttosto che condurre carovane di mercanti nel Sottosuolo, ma pochi intrepidi individui si sono fatti una vera e propria fortuna in questo modo. I drow non si fidano facilmente degli stranieri, anche se hanno a che fare con mercanti che già conoscono. Soltanto dopo molte operazioni commerciali riuscite e proficue per entrambe le parti viene consentito l'accesso libero ai non drow a un insediamento di elfi scuri. Anche un alleato di lunga data può sempre essere portato all'altare per un assassinio rituale quando si macchia di una grave mancanza, oppure se i drow hanno bisogno impellente di qualcuno da sacrificare.

I drow sono più propensi a far entrare dei gruppi di avventurieri all'interno delle proprie porte, piuttosto che prigionieri legati, imbavagliati e privi di sensi portati da gruppi di cacciatori. La maggior parte dei prigionieri è malmenata e messa a lavorare in regime di schiavitù; gli avventurieri, tuttavia, sono normalmente trattati con estrema cautela finché non giunge un momento propizio per il sacrificio. È accaduto, in passato, che alcuni avventurieri riuscissero a scappare dalla prigionia e a farsi largo combattendo attraverso un conclave drow.

L'etica delle uccisioni drow

Gli avventurieri che intendono mantenere il loro allineamento buono, devono sempre pensare prima di colpire. Il solo fatto che la stragrande maggioranza di orchi o bugbear, per esempio, tenda verso il male, non significa che un particolare orco o bugbear meriti di essere abbattuto sempre nel nome della verità e della virtù.
Con i drow, questi problemi non sussistono. Virtualmente qualunque individuo di una comunità drow ha già provato di essere un assassino, anche i ragazzini più piccoli. Ma badate bene: per lo stesso ragionamento, quasi tutti i drow, compresi i più giovani, sono assassini esperti e potrebbero dimostrare di essere guerrieri, ladri e stregoni di alto livello. Più di un avventuriero è morto di morte orribile per aver abbassato la guardia con un drow bambino.

Alcuni drow che vivono lontani dalle proprie comunità potrebbero, in circostanze estremamente rare, diventare buoni. Alcuni individui si auto-esiliano dalle loro comunità di assassini in cerca di una vita pacifica, lontano dalla portata di Lolth.
Nella maggior parte dei casi, si consumeranno nella vergogna e nell'autocommiserazione, incapaci di scrollarsi di dosso l'aspetto selvaggio dei loro primi anni di formazione. Un drow che si suppone buono potrebbe non tagliarvi la gola di notte mentre dormite, ma in lui sarà sempre presente il conflitto contro i suoi potenti impulsi che riguardano la disonestà, l'egoismo e il tradimento. Il fatto che gli abitanti della superficie li evitino a tutti i costi, rende la vita ancor più difficile a quella frazione infinitesimamente piccola di drow che cerca sinceramente la redenzione.

Ragni, ragni dovunque

Le stanze di un qualsiasi insediamento drow sono infestate dai ragni. Da aracnidi della dimensione di una testa di spillo a tarantole guardiane grandi come case; non esiste un'area di una comunità di elfi scuri che sia priva di ragni. Si muovono a sciami lungo le mura e sui pavimenti. Cadono dai soffitti. Le ragnatele, alcune più robuste di corde, pendono da qualsiasi superfiie immaginabile.

Anche se gli ospiti si snervano a causa della presenza inevitabile dei ragni, i drow non prestano loro alcuna attenzione. Le ragnatele sono intessute oppure bruciate senza commenti. Il suono scricchiolante di ragni calpestati è un sottofondo costante. I drow non controllano se ci siano ragni prima di sedersi. Una matrona può afferrare un ragno grande quanto un pugno con noncuranza mentre sta negoziando per un accordo commerciale e cominciare a strappargli le zampe, una per una, distrattamente. Il pane e i budini dei drow sono disseminati di zampe strappate, mandibole e uova. La presenza esagerata di così tanti ragni è spesso sconcerante per i visitatori non appartenenti alla razza degli elfi scuri; gli stessi drow, tuttavia, difficilmente fanno caso alle creature.

Teatro di atrocità

Non ci sono seguaci delle arti più ferventi degli elfi scuri, a patto che ciò che si crea sia insensatamente malvagio. Le uccisioni rituali per Lolth possono essere viste come una macabra forma d'arte. Anche se in piccoli templi o davanti a piccoli altari dei sacrifici vengono conclusi quotidianamente, gli eventi che prevedono vittime degne di nota sono spesso tenuti in grandi anfiteatri nei quali può confluire l'intera comunità. Questi eventi danno vita ad un'atmosfera simile a quella del carnevale, con risate cupe che riempiono le stanze e giullari che saltano fra le poltrone della platea. I bardi si aggirano per le stradine, cantando di uccisioni e coloro che celebrano l'evento si aggirano carichi di cibo e vino da consumare.
Gli incensieri emanano vapori tossici, facendo tremare le mani per la brama di sangue. Le sacerdotesse e gli altri membri della piccola nobiltà guardano da platee private circondate da tende che possono essere chiuse per preservare la privacy. All'interno di queste aree si potrebbe svolgere qualsiasi cosa, come cospirazioni o incontri segreti.

La maggior parte degli sport dei drow è brutale e sanguinaria. Durante un gioco popolare un prigioniero legato viene posto su di un apparato che lascia cadere lentamente una goccia di acido per volta sulla sua fronte. Il preparato solvente apre un buco nel cranio della vittima e quindi arriva al cervello. Durante la tortura, dei globi dotati di potere telepatico comunicano alla folla bramosa i pensieri della vittima morente. Gli astanti assaporano le esperienze più traumatiche e dolorose del prigioniero mentre questi, lentamente, soccombe.
Non tutti gli spargimenti di sangue nell'anfiteatro risultano fatali. I torturatori spesso dimostrano la loro suprema abilità con le lame sacrificali decorate lasciando le vittime sull'orlo della morte. I torturatori più artistici diventano famosi come i bardi. Anche le vittime della tortura, lasciate vive e guarite magicamente tra uno spettacolo e l'altro, possono diventare delle celebrità tra i drow, se riescono a comunicare la loro sofferenza abbastanza artisticamente.

Il gusto dei drow per le arti decorative risulta spaventoso agli umanoidi non malvagi. Una particolare razza di abili artigiani drow è specializzata in sculure incredibilmente verosimili che sembrano essere state create con la carne viva. In verità, le sculture sono ricavate da blocchi di pelle di drider, dipinte a mano in maniera molto elaborata; sono mobili grazie ad una serie di complicati meccanismi. Molte sono sculture a grandezza naturale di torture o massacri. Molto comuni sono i paladini impalati su una picca, un ragno che mangia il cervello di un halfling oppiure il dio degli elfi buono, Corellon Larethian, sul tavolo della tortura.
In alcune comunità drow, alcuni pezzi astratti sono più popolari, come un arazzo di carne liquida nella quale vi sono centinaia di occhi acquosi che si muovono verso l'alto e verso il basso seguendo uno schema regolare.

Prede, viaggi e guerre

Per molti drow maschi, trovare pace e autonomia è possibile soltanto allontanandosi dalla comunità, lontano dalle proprie mogli, madri e sorelle. Anche se nulla può impedire che delle femmine drow diventino cacciatrici, le donne tendono a rimanere in casa, più vicine alle leve del potere. I cacciatori si guadagnano da soli la loro posizione e guadagnano ricchezze per le loro famiglie catturando schiavi e vittime sacrificali. In particolar modo, cercano avventurieri da attaccare perché questi potenti individui rappresentano vittime sacrificali di gran pregio.

Ci vuole poco perché alcuni elfi scuri non soddisfatti della loro condizione continuino a vagabondare senza più far ritorno alle loro case. Molti drow ritenuti buoni sono ex-cacciatori che hanno deciso di trovare un loro posto all'interno di altre società. Anche quando combattono per cause appaentemente giuste, trovano comunque difficile sopprimere il loro naturale istinto di predatori.

Le comunità di drow più prospere potrebbero decidere di fare a Lolth il dono a lei più gradito e lanciare una campagna di guerra contro una città vicina, contro un villaggio oppure contro un insediamento del Sottosuolo. Lo scopo di tali conquiste è sempre lo stesso: uccisioni di massa. I drow vittoriosi massacrano intere popolazioni in nome di Lolth. In rare occasioni, alcune sacerdotesse ambiziose cercano l'alleanza con altri conclavi drow, sperando di organizzare eserciti abbastanza consistenti da poter sopraffare intere nazioni. Tali sforzi potrebbero avere successo nel breve periodo, ma in genere non durano a lungo: giusto il tempo necessario perché delle sacerdotesse invidiose provenienti da comunità differenti si mettano l'una contro l'altra.

Morte e sepoltura

Nella sanguinosa cultura drow, le parole sepoltura ed età avanzata non esistono. È raro che un drow sopravviva oltre i 400 anni e, presto o tardi, un drow abbastanza potente da essere riuscito a vivere tanti anni attira certamente l'attenzione di Lolth e finisce sull'altare sacrificale.

I drow che muoiono per cause naturali sono considerati la vergogna di Lolth. I loro corpi vengono semplicemente lasciati a marcire, le loro carcasse sono lasciate in pasto agli insetti e ai vermi. In alcuni casi specifici - per esempio quando un drow abbastanza importante muore per cause naturali - la sacerdotessa può decidere di usare la morte come un esempio per gli altri drow, spostando sui deceduti la vergogna che deriva dal non aver mai attirato l'attenzione di Lolth e di non essere mai stati chiamati al sacrificio. Il corpo di questo drow viene legato sulla porta della casa della sua famiglia, sospeso con delicata seta di ragno e lasciato in quella posizione finché non rimangono altro che ossa. Questo indica la vergogna della famiglia e serve a ricordare agli altri drow i benefici che possono derivare dall'uccidere un membro di una famiglia molto longevo.

I drow che cadono in battaglia oppure che sono stati uccisi da un altro drow ricevono una "benedizione" da Lolth. Piuttosto che essere gettati nell'immondizia oppure appesi a marcire sulla soglia della casa dei genitori, la carne dei loro corpi viene cerimoniosamente strappata dalle ossa a cura di una sacerdotessa, viene poi essiccata e usata per potenziare i vestiti oppure per fare i czak'ls, dei contenitori particolari adoperati per raccogliere il sangue spillato dalle vittime sacrificate. Le loro parti del corpo restanti e le ossa sono dissolte in un potente acido e, dopo pochi giorni, non rimane più nulla di loro.

I drow non hanno un concetto che li spinga ad onorare gli antenati e non piangono per i membri caduti della famiglia. Sono invece troppo occupati a pensare a come usare la morte a loro vantaggio. Ciò potrebbe procurare nuovo potere e prestigio all'interno della famiglia, nuovi contatti d'affari oppure nuove ricchezze

In occasioni estremamente rare in cui i drow percepiscano la perdita di un compagno oppure di un membro della famiglia, è vantaggioso nascondere tali sensazioni. Un elfo scuro tanto stupido da mostrare emozioni è inutile: costui è tristemente considerato un abominio e, quindi, viene sacrificato a Lolth, velocemente e dolorosamente.


Note: suggerimenti di gioco

Per la vostra campagna

Se la vostra campagna non prevede drow, oppure se i drow non giocano un ruolo prevalente nella vostra campagna, potete comunque usare molti elementi di questa pagina. Qui di seguito ci sono alcuni suggerimenti per accendere la vostra immaginazione.

  • Tutti gli elfi sono cattivi. C'è una sola sottorazza di elfi (quella descritta in questo articolo) e vivono sulla superficie anziché nel sottosuolo.
  • Ogni due o tre generazioni, nasce un bambino elfo scuro in una comunià di elfi. Queste anomalie sono viste come portenti e, normalmente, come segnali di cambiamento all'interno di un tutto più grande oppure nello stesso ecosistema e nell'ambiente. Questi ragazzi dalla pelle scura possiedono strani poteri ed abilità e sono benedetti (o maledetti, è una questione di punti di vista) con visioni del futuro. Anche se si attribuisce loro un ruolo speciale nella comunità e sono trattati con rispetto, durante la loro fanciullezza sono evitati dai coetanei e costretti a provvedere da soli a loro stessi.
  • I drow provengono da un altro piano d'esistenza. Avendo esaurito la loro scorta di umanoidi da schiavizzare e sacrificare al loro affamato dio, hanno cominciato ad invadere altri reami in cerca di prede.
  • Come conseguenza di una grave catastrofe ambientale, una nuova razza, i drow, è nata sulla superficie del pianeta, perfettamente ambientata nell'ostile ambiente post-apocalittico nel quale solo il più forte ed astuto può sopravvivere. Non avendo mai conosciuto la pace, questa nuova razza non possiede il concetto di bene e si sta moltiplicando ad un ritmo allarmante.
  • Non ci sono elfi scuri. C'è, invece, un culto di elfi malvagi di superficie che si definiscono drow e adorano una dea ragno chiamata Lolth. Credono che sacrificando migliaia di umanoidi, Lolth benedirà la razza morente degli elfi ed essi regneranno di nuovo supremi sulle altre razze.

Per il vostro personaggio

Non giocate con un drow? Non preoccupatevi! C'è tutta una serie di altri modi per poter usare le informazioni contenute in questa pagina. Per esempio potete usarlo per creare un background interessante e degli spunti per avventura per il vostro personaggio. Qui di seguito ci sono alcune idee che potete usare così come sono oppure adoperarle come spunto per sviluppare il background del vostro personaggio.

  • Hai ucciso mio padre, preparati a morire. I drow hanno ucciso la tua intera famiglia, lasciandoti orfano e bambino. Magari sei stato catturato e torturato dai drow, ma sei riuscito a sfuggire alle loro grinfie. Hai studiato il loro modo di fare e imparato quali siano le loro debolezze e ora sei pronto ad ottemperare alla tua promessa di vendetta. Non troverai pace finché il mondo non sarà stato liberato dalla loro abominevole razza.
  • Luke, io sono tuo padre. Sei sempre apparso differente dagli altri elfi. La tua pelle è un po' più scura del normale, i tuoi capelli sono un po' più biondi e la tua vista è più acuta nell'oscurità. Tua madre, che ti ha allevato da sola, sta per lasciare il mondo dei vivi ed è pronta a raccontarti il suo terribile segreto: tuo padre era un drow! Combattuto, devi decidere se cercare tuo padre e apprendere questo nuovo aspetto del tuo retaggio oppure tenere per te il segreto di tua madre e non farne parola con nessuno.
  • Fratello, dove sei? Tuo fratello è stato catturato dai drow per essere sacrificato e sta a te salvarlo prima che diventi cibo per la loro affamata dea. Essendo stato addestrato alla ricognizione, il tuo piano è quello di infiltrarti nel territorio drow come mercante e quindi ottenere quante più informazioni possibili sul nemico prima di fare un tentativo di salvataggio. Anche se la tua missione è pericolosa, non hai scelta, sei l'ultima speranza di tuo fratello.

Bibliografia
1. Robin D. Laws (testo), Marc Sasso (illustrazioni) - Carne per Lolth - La vita segreta degli Elfi Scuri, Dragons&Dungeons n° 4, Ottobre 2003

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License