Divinità Draconiche (Draconic Powers)

Divinità Draconiche (Draconic Powers)


[Work in progress]

Tiamat e Bahamut - by William O'Connor


Le divinità dei draghi sono tutte figlie di Io, il Drago dalle Nove Forme che comprende tutti gli opposti estremi tipi di drago.

Oltre ai draghi, anche altre creature possono venerare una delle divinità qui descritte. Come un fabbro umano potrebbe adorare Moradin, o un arciere elfo rendere omaggio a Ehlonna, così anche un nano, un mezzorco o un coboldo potrebbero venerare un dio o una dea normalmente collegati ai draghi. In realtà, questa forma di venerazione è particolarmente comune tra le varie razze rettili (e che parlano il Draconico), come coboldi, lucertoloidi e trogloditi.

Di contro, non tutti i draghi venerano le Potenze appartenenti a questo pantheon: probabilmente, l'esempio per eccellenza in questo senso è costituito dai draghi lung, notoriamente al servizio della Burocrazia Celeste. Anche in casi come questo, tuttavia, è probabile che i draghi mantengano almeno una connessione con il Drago dalle Nove Forme.

Divinità adorate dai draghi

Vedi anche: I draghi sui Piani - I Piani Esterni


Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003
2. Tratto dalla pagina "The Draconic Pantheon" su "frc.proboards.com" - vedi la pagina
3. Tratto dalla pagina "Draconic pantheon" su "forgottenrealms.wikia.com" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License