Draco Abissale (Abyssal Drake)

Draco Abissale (Abyssal Drake)

Draco abissale - S. Tuppin

Origini e consuetudini

Il draco abissale è l'orribile risultato di un antico programma di allevamento che combina gli elementi più disgustosi di demoni, viverne e draghi rossi. Creati originariamente con lo scopo di servire da cavalcatura per i possenti principi dei demoni, i drachi abissali si sono dimostrati troppo indisciplinati per tale servizio. Adesso popolano le terre selvagge dell'Abisso, cibandosi tanto di demoni quanto di visitatori.

Aspetto fisico

I drachi abissali assomigliano ai loro progenitori viverne, ma le loro pelli a scaglie rosso scure tradiscono la loro origine immonda. Hanno robuste ali da pipistrello, un collo serpentino e artigli affilati come rasoi.

Note

I drachi abissali parlano Abissale e Comune; il loro allineamento è sempre Caotico Malvagio.

Combattimento

Un draco abissale conserva la natura aggressiva delle viverne sue antenate, tuffandosi sulle prede con una discesa controllata a stento, bombardando gli avversari con la sua arma a soffio e disperdendoli con la sua presenza terrificante, per poi abbattere i pochi superstiti.

Quando usa il talento di Attacco in Volo, un draco abissale può attaccare con il pungiglione, il morso o entrambi gli artigli. Questi ultimi non hanno la destrezza necessaria a ghermire un avversario, e quindi il draco si accontenta semplicemente di squarciare il suo nemico.

Le armi naturali di un draco abissale, così come tutte le armi che maneggia, sono considerate di allineamento caotico e malvagio ai fini di superare la riduzione del danno.

  • Arma a soffio (Sop): Cono di 18 m, ogni 1d4 round, 10d6 speciale, Riflessi CD 20 dimezza. Proprio come per l'incantesimo colpo infuocato, metà di questo danno è da fuoco e il resto è profano (e pertanto non è soggetto alla resiustenza al fuoco e difese simili). La CD del tiro salvezza è basata sulla Costituzione.
  • Presenza terrifcante (Str): Quando un draco abissale carica, attacca o sorvola qualche creatura, incute il terrore in tutte le creature entro 36 metri che abbiano meno Dadi Vita o livelli del draco abissale. Ogni vittima potenziale deve provare a effettuare un tiro salvezza sulla Volontà con CD 17. Se fallisce, una creatura con 4 o meno DV cade in preda al panico per 4d6 round, e una con 5 o più DV diventa scossa per 4d6 round. Un tiro salvezza effettuato con successo lascia quel nemico immune dalla presenza terrificante di quel draco abissale per 24 ore. I draghi ignorano la presenza terrificante di un draco abissale, così come gli altri drachi abissali.
  • Veleno (Str): Pungiglione, Tempra CD 20; danno iniziale e secondario 2d6 Cos.
  • Squartare (Str): Se un draco abissale colpisce con entrambi gli artigli, penetra nel corpo dell'avversario e ne squarta la pelle. Questo attacco di squartamento infligge automaticamente 4d4+13 danni aggiuntivi.
  • Tratti degli esterni: Un draco abissale non può essere rianimato, reincarnato o resuscitato (sebbene un incantesimo desiderio, desiderio limitato, miracolo o resurrezione pura possano riportarlo in vita).

Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License