Drago d'Oro (Gold Dragon)

Drago d'Oro (Gold Dragon)


I draghi d'oro sono i nemici giurati del male e della violenza. Si imbarcano sovente in missioni autoindette col fine di promuovere il bene. Guai a quel malvagio che si attira l'ira di un drago d'oro! Il drago non avrà tregua finché il malfattore non sarà stato sconfitto e poi ucciso o trascinato in giudizio. I draghi d'oro non si arrestano per nessun motivo che non sia la completa vittoria sul male.

Un drago d'oro assume di norma un aspetto umano o animale, anche dentro la sua tana.

Habitat e tana

I draghi d'oro possono vivere ovunque, ma prediligono le tane più appartate. I luoghi preferiti includono il fondo dei laghi, altopiani inaccessibili, isole e gole profonde. La tana di un drago d'oro è sempre fatta di pietra, con numerosi ambienti, tutti riccamente decorati. La tana di solito è controllata da guardie fidate: animali che vivono in quel territorio, giganti delle tempeste oppure giganti delle nuvole di allineamento buono.

I draghi d'oro che vivono nei dungeon selezionano luoghi che possano fornire loro ambienti accoglienti.

Tratti distintivi dei draghi d'oro

Un drago d'oro nella sua vera forma è facilmente riconoscibile grazie alle grandi corna gemelle che sono lucide e metalliche, alle due creste del collo e ai baffi intorno alla bocca che sembrano i barbigli di un pesce gatto. I cuccioli dorati non hanno baffi, maquesti crescono rapidamente con la maturità della creatura. I draghi più giovani hanno otto barbigli, quattro sulla mascella speriore e quattro su quella inferiore. I draghi più anziani ne hanno un numero maggiore.

Un drago d'oro ha un muso corto con aculei sulle narici. Gli occhi sono obliqui e molto stretti. Insieme ai baffi, gli occhi conferiscono al drago un aspetto sagace. Con l'invecchiamento, le pupille scompaiono fino a che gli occhi ricordano sfere d'oro fuso. Il drago possiede una lunga lingua a punta, pendagli sulla mascella inferiore che diventano barbigli con l'età, e corna protruse lungo i lati sulle guance.

Al momento della nascita, le scaglie di un drago d'oro sono giallo scure con chiazze metalliche dorate. Le chiazze si ingrandiscono con la maturazione del drago finché, durante l'età adulta, diventano completamente dorate. Un drago d'oro odora di croco e di incenso.

Un drago d'oro ha una coda estremamente lunga e ali larghe come quelle di un pesce razza e che si estendono fino alla punta della coda. Quando è a riposo, il drago ripiega le ali sulla schiena come un'enorme e massiccia falena. Ripiega le sue ali anche quando cammina o corre.

Un drago d'oro vola con un caratteristico movimento increspato, come se stesse nuotando in aria. Molti studiosi ritengono che i draghi d'oro siano i draghi più eleganto nel volo (e i draghi d'oro sono d'accordo). Quando lo si guarda dal basso, un drago d'oro in volo può essere riconosciuto per la sua lunga coda e le ali increspate. Si vedono anche i suoi barbigli e le sue corna.

Parametri fisici per taglia

Taglia Lunghezza complessiva Lunghezza corporea Lunghezza del collo Lunghezza della coda Larghezza del corpo Altezza in piedi Massima estensione alare Minima estensione alare Peso
Media 4,8 m 1,5 m 1,5 m 1,8 m 0,9 m 1,2 m 8,1 m 3,6 m 160 kg
Grande 9,3 m 3 m 2,7 m 3,6 m 1,5 m 2,1 m 12 m 5,4 m 1.250 kg
Enorme 16,5 m 4,8 m 4,5 m 7,2 m 2,4 m 3,6 m 20,4 m 9 m 10.000 kg
Mastodontica 25,5 m 6,9 m 6,9 m 11,7 m 3 m 4,8 m 27 m 12 m 80.000 kg
Colossale 36 m 9,9 m 9,9 m 16,2 m 4,5 m 6,6 m 40,5 m 18 m 640.000 kg

Abitudini

Un drago d'oro passa la maggior parte del tempo in una forma assunta, di solito quella di un umano dai tratti comuni o di un animale innocuo che sia comune nell'area di residenza del drago. Per le forme animali, i draghi d'oro preferiscono spesso gli animali domestici, come cani, gatti o cavalli, ovvero forme che si muovono rapidamente ma ben poco minacciose, come le aquile. Come nel caso dei draghi di bronzo, la forma assunta consente al drago d'oro di viaggiare inosservato e di osservare il mondo senza attrarre attenzioni indesiderate. Quando viaggia per zone particolarmente pericolose, un drago d'oro si serve di una forma particolarmente innocua. Questo approccio serve a tranquillizzare i compagni di viaggio che il drago potrebbe incontrare, e consente anche al drago di fare da esca per tutte le creature malvagie che infestano i dintorni. Molti assassini che imperversavano nelle zone più solitarie di un mondo sono andati incontro a una rapida fine quando le loro vittime apparentemente indifese si rivelavano in realtà draghi d'oro camuffati.

I draghi d'oro vanno sempre in cerca di notizie dal mondo e di chiacchiere locali sugli avvenimenti recenti. Tutti i draghi d'oro sono attenti ascoltatori, e neanche il più logorroico oratore riesce a mettere alla prova la loro pazienza (sebbene anche un drago d'oro talora soccomba alla prolissità di un drago d'ottone). Il drago evita di solito le discussioni filosofiche o etiche con gli esseri inferiori, anche se spesso non riesce a trattenersi dal replicare a un discorso che difende il caos con un aforisma o un apologo che promuova la legge. Quando incontra un essere che difende il male, un drago d'oro tende a rimanere in silenzio, ma prende nota dell'interlocutore, per tenerlo d'occhio in futuro.

Leader e gerarchia

I dragi d'oro mantengono una gerarchia mondiale con un unico capo. Costui viene eletto dall'intera specie, da parte dei grandi dragoni d'oro, e rimane in carica per la durata della sua vita o fintantoché non abdica. Molti rimangono in carica fino all'inizio del loro crepuscolo; altri finché non ritengono che un successore possa apportare qualche miglioramento. Il capo è sempre chiamato con io titolo onorifico di "Vostro Splendore".

Quando si libera il posto di capo, tutti i draghi d'oro nel mondo partecipano alla scelta del suo sostituto, che viene sempre eletto per acclamazione. In rare circostanze, alla morte o al ritiro del capo precedente sono presenti due candidati di egual merito. In tal caso, i due trovano un sistema per suddividersi i compiti. Nel passato, ci sono stati esempi di co-regnanti, regnanti che si alternavano, e regnanti che semplicemente si sono ritirati per lasciare il campo libero all'altro.

I compiti del capo, di solito si rivelano poco impegnativi, perché raramente si manifesta il bisogno di esercitare l'autorità legata a questa posizione. Molti draghi d'oro sanno qual'è l'atteggiamento che ci si aspetta da loro, e agiscono di conseguenza. Il regnante serve per lo più per consigliare ai singoli draghi d'oro la natura e gli obiettivi delle loro crociate contro il male. Il capo riesce spesso a mettere in luce le conseguenze occulte di una missione, come per esempio gli effetti sulla politica delle creature inferiori o l'impatto sull'ambiente e sull'equilibrio dei poteri. Il regnante funge anche da rappresentante massimo dei draghi d'oro nel gestire i rapporti con le altre specie (nella rara occasione in cui sorgono questioni che riguardino tutti i draghi d'oro), e come giudice ed esecutore supremo (nelle rarissime occasioni in cui un drago d'oro segua la strada sbagliata).

Corteggiamento

Il corteggiamento tra i draghi dorati è tanto intenzionale quanto solenne. Spesso due futuri compagni trascorrono anni a discutere questioni filosofiche ed etiche, ed intrraprendono insieme diverse missioni, in modo da giungere a conoscersi bene l'un l'altro. Una volta che una coppia decide di congiungersi, cerca l'approvazione del regnante per una questione di protocollo. E' difficile che non si conceda il permesso di accoppiarsi.

Prole

A dispetto della loro natura legale, i draghi dorati si concedono una certa libertà. Alcuni si accoppiano per la vita, altri solo per un breve periodo di tempo. Alcuni sono monogami, altri hanno diversi compagni allo stesso tempo. I draghi d'oro tendono sempre a occuparsi con attenzione dei loro piccoli, anche se spesso i genitori mandano i figli da genitori adottivi (sempre legali buoni, ma non necessariamente draghi) quando ne sentono il bisogno. I draghi d'oro giovani possono essere affidati ad estranei per evitare un pericolo, per lasciare i genitori liberi di intraprendere una missione, oppure semplicemente per alargare i loro orizzonti.

Tesoro

I draghi d'oro preferiscono i tesori che mostrano traccia di lavorazione artigianale. Sono particolarmente appassionati di ritratti, calligrafia, scultura e porcellane. Apprezzano le perle e le piccole gemme, che sono anche il loro cibo preferito. Avvicinare un drago d'oro con doni di perle e gemme è un buon modo per entrare nelle sue grazie, ammesso che i doni non siano offerti come baratti.

Combattimento

I draghi d'oro preferiscono negoziare prima di combattere. Quando discutono con le creature intelligienti, possono utilizzare rivela bugie per riuscire a capire se è veramente necessario combattere. Preferiscono ritardare il combattimento in modo da poter lanciare incantesimi di preparazione.


Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License