Drago Nero (Black Dragon)

Drago Nero (Black Dragon)

Habitat e tana

I draghi neri sono tra i più malvagi draghi puri. Prediligono paludi o acquitrini lugubri (quanto più stagnanti e fetidi sono, tanto meglio), ma li si può incontrare in tutti quei luoghi in cui l'acqua si accompagna a una vegetazione densa, incluse giungle, foreste pluviali e brughiere. Non hanno nemici naturali, ma attaccano e uccidono quasi tutte le creature così sfortunate da incrociarli per strada. I draghi neri che vivono nelle aree forestali vengono spesso in contatto con i draghi verdi, ma di norma le due specie riescono a mantenere una pur difficile tregua, fintantoché i draghi neri rimangono all'interno delle aree umide.

I draghi neri costituiscono le loro tane in grotte grandi e umide, o in caverne sommerse composte da più ambienti. Vivono sempre in prossimità dell'acqua, e le loro tane hanno generalmente un ingresso sommerso e uno in superficie. I draghi neri più anziani nascondono entrambi gli ingressi delle loro tane con crescita vegetale.

I draghi neri incontrati nei dungeon prediligono i luoghi più oscuri e umidi.

Tratti distintivi dei draghi neri

Un drago nero ha gli occhi profondamente incassati e vaste aperture nasali, che rendono il suo volto simile a un teschio. Le corna, segmentate, curvano in avanti e verso il basso, più o meno come quelle di un ariete, ma non sono altrettanto curvilinee. Queste corna sono color osso vicino alla base, ma si scuriscono verso le punte, che sono nere come la notte. Man mano che il drago invecchia, la pelle intorno alle corna e agli zigomi si decompone, come se venisse corrosa dall'acido, e lascia solo sottili strati a ricoprire il teschio. Questo fenomeno non arreca danni al drago, ma accresce il suo aspetto scheletrico.

La maggior parte dei denti di un drago nero sporge verso l'esterno quando la bocca è chiusa, e grossi aculei punteggiano la mascella inferiore. Un paio di piccole corna sporge dal mento, e una fila di spuntoni incorona la testa. La lingua è piatta, con una punta biforcuta, e dalla bocca del drago spesso cola una bava acidula.

Un drago nero odora di vegetazione marcia e di acqua inquinata, con una sfumatura acida.

Un drago nero in volo è caratterizzato da un profilo distintivo. Le corna, con la loro tipica piegatura in avanti, sono chiaramente visibili. Le membrane alari sono segnate da strisce maculate, e le estremità superiori delle ali sono a frange oppure smerlate vicino alle punte. Un drago nero possiede anche pollici alari particolarmente lunghi. Le estremità inferiori delle membrane alari si congiungono al corpo prima delle zampe posteriori.

Quando si schiudono le uova, le scaglie di un drago nero sono sottili, piccole e lucide. Con l'età, divengono più grandi, più spesse e più opache, e aiutano il drago nascondersi nelle paludi e negli acquitrini.

Parametri fisici per taglia

Taglia Lunghezza complessiva Lunghezza corporea Lunghezza del collo Lunghezza della coda Larghezza del corpo Altezza in piedi Massima estensione alare Minima estensione alare Peso
Minuscola 1,2 m 0,3 m 0,3 m 0,6 m 0,3 m 0,3 m 2,4 m 1,2 m 2,5 kg
Piccola 2,4 m 0,75 m 0,6 m 1,05 m 0,6 m 0,6 m 4,8 m 2,4 m 20 kg
Media 4,8 m 1,5 m 1,5 m 1,8 m 0,9 m 1,2 m 7,2 m 3,6 m 160 kg
Grande 9,3 m 2,7 m 2,7 m 3,9 m 1,5 m 2,1 m 10,8 m 5,4 m 1.250 kg
Enorme 16,5 m 4,8 m 4,5 m 7,2 m 2,4 m 3,6 m 18 m 9 m 10.000 kg
Mastodontica 25,5 m 7,2 m 6,9 m 11,4 m 3 m 4,8 m 24 m 12 m 80.000 kg

Abitudini

Alimentazione

I draghi neri si nutrono principalmente di pesci, molluschi e altre creature acquatiche. Vanno anche a caccia di carni rosse, ma gradiscono molto "metterle in salamoia", lasciandole giacere in stagni entro o vicino alle loro tane per diversi giorni prima di mangiarle. La carne marcia contribuisce a rendere l'acqua ancora più inquinata, proprio secondo i gusti del drago.

Tesoro

I draghi neri hanno una particolare predilezione per le monete. I draghi più anziani e ingegnosi a volte catturano gli umanoidi e, prima di ucciderli, li interrogano su dove trovare pile di monete d'oro, argento e platino. Altri si trasferiscono nei pressi di fiumi o laghi vicini, dove possono minacciare il traffico navale e pretendere un tributo da parte dei vascelli di passaggio.

Accoppiamento e prole

In accordo con la loro fama di ferocia, i draghi neri spesso combattono per accapparrarsi un compagno. Le femmine conducono la maggior parte del combattimento, volando in lungo e in largo per individuare un maschio appettibile e per impressionarlo poi sconfiggendo una rivale. Le uova vengono solitamente deposte presso la tana di un maschio, il quale rimane a badare ai piccoli. I genitori sono protettivi, ma forniscono ben poco alla loro progenie, a parte un consiglio occasionale. Alla fine, il padre consiglia ai suoi figli di lasciare la zona, per evitare di finire in pasto proprio a lui.

Caccia e combattimento

Anche se sono capaci di respirare sott'acqua, i draghi neri nuotano ben poco; piuttosto sguazzano nelle acque basse, godendosi il contatto con il fango o semplicemente rimanendo distesi in attesa della loro preda. I draghi neri preferiscono tessere imboscate ai loro bersagli, utilizzando l'ambiente circostante come copertura. Quando combattono in aree palustri e acquitrini densi di vegetazione, cercano di rimanere in acqua e al suolo; alberi e tappeti di foglie limitano la loro manovrabilità aerea. Quando viene messo in scacco, un drago nero cerca di volare fuori dai paraggi, in modo da non lasciare tracce, e si rifugia nelle acque più profonde che riesce a trovare.


Bibliografia
1. Andy Collins, Skip Williams, James Wyatt Draconomicon — il Libro dei Draghi, Wizards of the Coast, 3 Edition & Hasbro, 2003

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License