Confraternita della Gloria (Brotherhood of Glory)

Confraternita della Gloria (Brotherhood of Glory)

Confraternita della Gloria - scheda (Setta)

Dati generali

Conosciuti come: Furenti

Leader attuale: Mack Occhiosanguigno

Membri noti: no

Politica

Sede: no

Piani affini: Ysgard

Gerarchia: no

Alleati: no

Sgraditi: no

Simboli

Simbolo: Un indumento di colore rosso

Rager, un Furente - by Tony Diterlizzi

A chiedere ad un qualsiasi rosso di Sigil cosa ne pensa dei Furenti (Ragers), si otterrà sempre la stessa risposta: sono una masnada di spacconi sacchi di guano, una minaccia per chiunque abbia la sfortuna di incrociarli; più tutta una serie di coloriti epiteti che è meglio non ripetere. D'altronde cos'altro si potrebbe dire dei membri di questa Setta, perennemente in cerca di gloria e convinti che la vita sia solo una serie di battaglie da vincere? Un tagliaccio che provasse a contraddire un Furente si ritroverebbe coinvolto in un duello alla morte, e se dovesse ritirarsi verrebbe ricoperto di insulti, deriso e additato per il resto della vita. I Furenti riescono ad essere tra i babbi più fastidiosi del Multiverso, e ne vanno fieri.

Breve storia

La loro origine si colloca probabilmente da qualche parte su Ysgard, anche se ad oggi sono parecchio più diffusi e spuntano fuori un po' ovnque. Non molto tempo fa i Furenti hanno costruito una grande arena nel Basso di Sigil e sembrava quasi che si avviassero a diventare una Fazione. Ma con una inaspettata esplosione di violenza e bagni di sangue in tutta la città, sono riusciti ad inimicarsi ogni altra singola Fazione. Sono stati bollati come delle testepelate ingestibili e troppo imprevedibili, così sono stati buttati fuori dalla Gabbia uno per uno. E uno per uno sono ritornati per chedere vendetta in duello a ciascun tagliaccio che aveva provveduto a sbatterli fuori. Alla maggior parte dei rossi viene il mal di testa solo a sentire nominare i Furenti.

Ma come ha fatto una gang talmente impopolare a crescere così tanto? Beh, non è un segreto che un Furente anziano è più raro di un tanar'ri senza denti. Conducono vite violente, bellicose e spesso molto, molto brevi, un combattimento dopo l'altro finchè non incontrano qualche altorango con la luna storta che decide di spiaccicarli come degli scarafaggi. Parlando in merito a qualità che in altri ambiti sono associate a gloria e imprese eroiche, è triste constatare che c'è sempre un babbo con troppi muscoli e poco cervello, tutto occupato da sogni di gloria e conquista, pronto a segnarsi nella lista dei Furenti. Sono di ogni tipo, razza, dimensione, ma per distinguersi i Furenti si tatuano ogni vittoria ottenuta come promemoria. Inoltre indossano un qualche capo di colore rosso - un mantello, una fascia, una maglia - come segno di appartenenza. Per il resto, il panorama spazia dai massicci bruti armati di ascia agli aggraziati spadaccini pelle e ossa; ogni stile, ogni metodo e ogni tipo di armamentario da corpo a corpo si possono annoverare tra i membri dei Furenti.

Filosofia

Guardando oltre l'insalubre, autodistruttiva natura dei Furenti, si può vedere la necessità di un continuo miglioramento personale, una ricerca non troppo dissimile da quella dei Credenti della Fonte, tranne che i Furenti vogliono eccellere in questa vita e non in una futura. Dietro ogni dente rotto, sfida assurda, tatuaggio ostentato, si trova il desisderio di essere più veloci, forti, resistenti, migliori del giorno precedente.

Alleati e nemici

I Furenti conquistano molto poche simpatie tra le altre Fazioni, ma sono proprio ai poli opposti della Triade dell'Ordine, che disapprova ferocemente la loro natura caotica. La loro filosofia può a volte trovare qualche punto di contatto con il pensiero dei Divini, che credono similmente nel miglioramento di sè, o dell'Ordine Trascendente, con la loro dottrina marziale e il loro spirito libero.

Potenze

I Furenti tendenzilmente seguono le divinità del pantheon Norreno, nativo di Ysgard, o altre divinità marziali, come Ares.

Figure di spicco

Mack Occhiosanguigno (Mack Bloodeye), attuale monarca dei Furenti.


Bibliografia
1. Tratto da "Ragers" su "wiki.sigil-planarlegends.com" - vedi la pagina
2. Monte Cook, The Planewalker's Handbook (pag. 56), TSR, 1996-08, (cod. 2620)
3. Rich Baker, Planescape Monstrous Compendium Appendix II (pagg. 76-77), TSR, 1995-09, (cod. 2613)

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License