Ghul

Ghul


Drappeggiato da raffinate vesti scure, il corpo di questa creatura non-morta sembra essere fatto in parti uguali di ossa, carne coriacea e fumo rosso sangue.

Ghul - by Tyler Walpole

Descrizione

I ghul sono jann non-morti la cui esistenza eterna è stata contorta dal destino e sagomata attraverso la disapprovazione di Ahriman, Signore dei Div. Come se la maledizione della non-morte e della fame vorace non bastasse, queste creature una volta maestose ora portano zoccoli d'asino come piedi. Nonostante il loro orribile aspetto non-morto, questa caratteristica è quella che li fa vergognare di più, e nascondono i piedi alla vista.

I ghul sono alti 1,82 metri e pesano 40 kg.

Consuetudini e vulnerabilità

I ghul, come i ghoul e i ghast, infestano cimiteri e altri luoghi di morte nella speranza di nutrirsi di cadaveri. Cacciano anche persone in lutto e tombe fesche, poiché essi apprezzano il sapore di una preda vivente così come quello di una morta. Selettivi nella loro dieta, i ghul scelgono le loro vittime a partire dalla personalità, ritenendo che il sapore di innocenza e gioventù sia più delizioso rispetto a quello della carne a malapena appetibile di chi è rancoroso e vecchio. A volte un ghul segue un corteo funebre in forma iena, mantenendo una distanza di sicurezza fino al momento della cerimonia; dopo di che, riassume la sua vera forma per attaccare e banchettare. Il sapore della tristezza e della disperazione è delizioso come quello dell'innocenza per un ghul.

Anche se non direttamente danneggiati dalla luce del sole, i ghul detestano la sua presenza e si muovono durante il giorno solo se costretti dalla necessità. Essi cacciano soprattutto di notte, a volte allontanandosi dalle loro tane nei cimiteri e dalle grotte sepolcrali in cerca di prede fresche per saziare la propria fame.

Più a lungo un ghul rimane senza nutrirsi, più feroce e primordiale diventa. Un ghul ben sazio, si organizza con altri non-morti - del suo genere e minori - per tormentare le città e gli insediamenti vicini. Un ghul coinvolto con questo livello di organizzazione ha spesso un insieme sparso di tane in tutto il deserto. Queste permettono al ghul di colpire lontano dalla sua tana principale e di nascondersi di nuovo senza dover viaggiare durante la rovente luce del sole diurno. Quando un ghul rimane per troppo tempo senza nutrirsi, diventa sempre più selvaggio e violento - le sue statistiche non cambiano, ma esso diventa meno interessato a fuggire dal combattimento, anche quando è evidentemente sopraffatto.

Vedi anche:

Schede e Punteggi


Bibliografia
1. Jason Bulmahn Dungeons & Dragons Pathfinder - Bestiario 3, Paizo Publishing, LLC, Wyrd Edizioni, 2011

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License