Forstneblin o gnomi delle foreste (Forest gnomes)

Forstneblin o gnomi delle foreste (Forest gnomes)

Introduzione

Se gli gnomi delle profondità sono considerati da alcuni le pecore nere della specie gnomesca (ma questo titolo andrebbe più propriamente riservato agli spriggan), allora gli gnomi delle foreste sono i cugini timidi. Sono così schivi che molte volte i popoli più grandi li hanno "scoperti", solo per rendersi conto di aver vissuto vicino a loro senza vederli per secoli interi. Gli gnomi delle foreste sono così silenziosi e così dolorosamente timidi che fanno grandi sforzi per evitare ogni contatto con gli altri, a meno che non ci sia una forte necessità di infrangere il proprio silenzio.

Descrizione

Aspetto fisico

Anziano gnomo delle foreste - autore ignoto

Gli gnomi delle foreste sono i più piccoli tra gli gnomi, e sono alti in media solo da 60 a 75 cm. Persino lo gnomo delle foreste più alto non si avvicina nemmeno ai 90 cm di altezza. Di solito pesano tra gli 11,2 e i 13,5 kg. Generalmente, i maschi sono leggermente più grandi e più pesanti delle femmine. A differenza di altri gnomi, portano barbe e capelli lunghi, che spesso arrivano quasi ai piedi quando sono lasciati liberi. Questi gnomi non sentono né il desiderio né il bisogno di radere o tagliare considerevolmente i propri capelli, anche se i maschi tagliano spesso la barba in una punta sottile, oppure la arricciano in due spine pelose simili a corna, che sporgono dai lati delle loro facce. La loro pelle è del colore della corteccia degli alberi, e i loro occhi sono di solito castani o blu. I capelli sono neri o castani, e con l'età diventano grigi o bianchi. Come gli altri gnomi, quelli delle foreste vivono per secoli, anche se la loro aspettativa di vita è un po' maggiore: essa si aggira in media attorno ai 400 anni o poco più.

Abilità

Gli gnomi delle foreste differiscono dai più comuni gnomi delle rocce in molti modi. Gli gnomi delle foreste, come gli halfling, sono esperti nel nascondere la propria presenza e nello scivolare in luoghi invisibili, in particolare quando si trovano nel territorio familiare delle loro case boschive. In aggiunta alle capacità magiche tipiche degli gnomi, gli gnomi delle foreste possiedono anche capacità soprannaturali simili agli incantesimi passare senza tracce o parlare con gli animali, anche se possono usare tali abilità a volontà.

Psicologia

Mentre gli gnomi delle rocce sono loquaci e amichevoli, e quelli delle profondità sono arcigni e riservati, gli gnomi delle foreste sono praticamente invisibili, la vera e propria "tappezzeria" del popolo gnomesco. Hanno un grande amore per la natura, in particolare per le foreste profonde e tranquille situate il più lontano possibile dalla civiltà o dall'abitazione di chiunque. Per questa ragione, molte persone (inclusi i membri delle altre sottorazze di gnomi) non hanno mai visto in vita loro uno gnomo delle foreste.

Gli gnomi delle foreste sono per la maggior parte creature estremamente solitarie, che preferiscono essere lasciate in pace dalle altre razze; tuttavia, quando si trovano in mezzo a quelli del proprio popolo sono leggermente meno introversi. Si considerano i custodi delle foreste in cui vivono, e l'unico modo certo per provocare un attacco da parte degli gnomi delle foreste è quello di danneggiare direttamente i loro adorati alberi.

La grande maggioranza degli gnomi delle foreste vorrebbe soltanto essere lasciata in pace per godersi la bellezza della propria dimora alberata. Queste creature non sono particolarmente diffidenti nei confronti della gente estranea al proprio villaggio e non odiano quelli che trattano i boschi con rispetto. Tuttavia, proprio non riescono a vedere come persone del genere potreebbero provare qualsiasi interesse per loro e per il loro semplice stile di vita.

Quasi tutti gli gnomi delle foreste incontrati al di fuiori delle loro case sono illusionisti, sebbene talvolta, nei casi di impellente necessità, si facciano vedere anche chierici e druidi. Gli illusionisti aiutano a tenere nascosti al mondo esterno gli gnomi, le loro case e le loro attività; i chierici e i druidi, da parte loro, si sforzano con grande impegno di mantenere in buona salute la loro dimora forestale.

Per lo più gli gnomi delle foreste non vedono alcuna necessità di lasciare le loro case, ma a volte questo è inevitabile. Gli avventurieri gnomi delle foreste potrebbero essere alla ricerca di una soluzione per qualche problema a casa, o forse sperano di imparare qualcosa in più sulle aree circostanti in modo da poter difendere meglio la loro comunità dalle minacce che altrimenti rimarrebbero sconosciute.

Personaggi gnomi delle foreste

Gnomi delle foreste maschio e femmina - by ZHOUY1

Sono pochi gli gnomi delle foreste che intraprendono la professione dell'avventuriero, preferendo concentrarsi sull'artigianato o la silvicoltura e diventare esperti nelle relative abilità. Amano le canzoni di tutti i tipi, e alcuni di loro diventano dei buoni bardi, anche se timidi. Gli gnomi delle foreste sono di natura rispettosa e si adattano bene alla carriera di chierico o druido, mentre quelli che scelgono classi come guerriero o ranger sono pressoché inesistenti. A causa delle loro piccole dimensioni e della loro natura furtiva, gli gnomi delle foreste hanno buone nasi per la professione di ladro, e sono particolarmente utili nelle mansioni di esploratori o spie per le loro isolate comunità. Gli gnomi delle foreste studiano le arti arcane come loro forma di difesa più efficace contro la "gente grande" che altrimenti li spazzerebbe via, e molti diventano maghi specialisti nella scuola di illusione.

Classe preferita

La maggior parte degli gnomi delle foreste svolge la professione dell'illusionista, che di conseguenza è da considerarsi la loro classe preferita. Al secondo posto — ma a breve distanza — si trova invece la classe del chierico. Chierico/illusionista, chierico/guerriero e illusionista/ladro sono le combinazioni multiclasse più comuni.

Caratteristiche e capacità razziali

Gli gnomi delle foreste possiedono tutti i tratti razziali gnomeschi degli gnomi delle rocce, fatta eccezione per quanto segue:

  • Bonus razziale di +4 alle prove di Nascondersi. Questo bonus sale a +8 quando lo gnomo si trova in un ambiente forestale (il bonus si aggiunge a quelo che già possiedono per la loro taglia Piccola).
  • Bonus razziale di +1 agli attacchi contro coboldi, orchi, goblinoidi e umanoidi rettili.
  • Linguaggi:
    • Linguaggi automatici: Comune Gnomesco, Silvano.
    • Linguaggi bonus: Draconico, Elfico, Goblin, Halfling, Treant, Orchesco.
    • Capacità magiche:
      • A volontà - parlare con gli animali, passare senza tracce. Considerare queste capacità come incantesimi lanciati da un druido di livello equivalente a quello del personaggio. Queste si aggiungono alle normali capacità degli gnomi di lanciare determinati trucchetti, ma lo gnomo le può usare soltanto su se stesso e non su qualcun altro.
    • Classe preferita: Illusionista.
    • Modificatore di livello: +1. Gli gnomi delle foreste sono assai più furtivi rispetto agli altri personaggi, e possiedono potenti capacità magiche. Sono leggermente più potenti, e avanzano di livello più lentamente rispetto a razze più comuni.

Storia

Gli gnomi delle foreste hanno avuto un impatto sulla storia del multiverso ancora minore di quello degli gnomi delle rocce o delle profondità. Probabilmente hanno salvato per secoli diverse foreste dal taglio indiscriminato, ma i loro sforzi sono raramente riconosciuti, dal momento che non li si vede quasi mai. Fra loro, spesso identificano gli anni in base ad avvenimenti significativi (sia positivi che negativi) che accadono al loro villaggio o alla foresta in cui vivono. Per quanto questi accadimenti possano essere incisivi dal punto di vista di questi gnomi, un estraneo li troverebbe dettagli triviali e di scarso interesse.

Società e cultura

Società

La vita degli gnomi delle foreste è idilliaca, per quanto contrddistinta da un marcato primitivismo. Essi mangiano solo quello che riescono a raccogliere: per lo più frutta, noci e bacche, con la rara aggiunta di carne. Le comunità di gnomi delle foreste annoverano di frequente meno di un centinaio di abitanti, e possono essere piccole come una singola famiglia. Le abitazioni di questi minuscoli villaggi sono spesso scavate nel tronco di querce maestose e dissimulate così bene che la maggior parte della gente non riuscirebbe a capire che in quell'albero vivente si cela la dimora di qualcuno (per individuare la casa dello gnomo occorrerà una prova di Sopravvivenza con CD 20); gli gnomi delle foreste druidi hanno imparato molto tempo fa come creare queste abitazioni senza fare alcun male all'albero. Le case sono spesso lontane decine di metri le une dalle altre, cosa che da alle famiglie un buon grado di riservatezza. L'interno delle case è costituito da diverse piccole stanze poste una sopra l'altra e collegate tra loro da botole e scalette. Ogni stanza è alta solo 1,2 metri, cosa che rende un'eventuale visita piuttosto scomoda per le persone grandi che non dispongano di un ausilio magico di qualche tipo. La maggior parte di queste stanze cilindriche è dotata di finestre per lasciar entrare la luce del sole; le stesse finestre, tuttavia, sono cammuffate così abilmente nella corteccia dell'albero da risultare quasi impossibili da individuare dall'esterno.

La comunità si riunisce normalmente all'interno di camere sotterranee, di solito scavate nel terreno del posto e poi rinforzate con pietre e travi di legno. Ogni casa dl villaggio è collegata alla camera sotterranea per mezzo di una stretta galleria larga appena a sufficienza per lasciar passare uno gnomo delle foreste adulto.

La maggior parte degli gnomi delle foreste trascorre le sue giornate occupandosi della foresta e andando in cerca di cibo. Alcuni si dedicano alla ricerca di gemme sotterranee (preferiscono soprattutto gli smeraldi), mentre altri realizzano gioielli di qualità straordinaria. Il disegno dei gioielli prodotti dagli gnomi delle foreste è ricco di riferimenti alle loro dimore boscose: alberi, fiori, animali del posto e così via.

Gli gnomi delle foreste permettono ai loro bambini di fare ciò che vogliono, e questi passano le loro giornate a giocare a poca distanza dai genitori, osservando il modo in cui gli adulti trattano l'ambiente in cui vivono. Questi bambini imparano come ci si comporta in base all'esempio degli altri gnomi, e il risultato è un rispetto quasi religioso per la vita formicolante delle foreste che stanno intorno a loro. Gli gnomi delle foreste rispettano i loro anziani, e il membro più vecchio della comunità è di solito quello che detiene l'autorità, indipendentemente dal sesso. Questi gnomi hanno una politica estremamente semplice: per lo più, il patriarca o la matriarca agisce semplicemente come saggio consigliere. Di conseguenza, gli gnomi delle delle foreste agiscono come un gruppo omogeneo solo quando si trovano tutti d'accordo su una precisa linea di azione.

Al di fuori delle loro case, gli gnomi delle foreste sono dei solitari. Se ci sono due o più di loro, formeranno un gruppetto a parte, bisbigliando sottovoce a ogni minimo avvenimento. In questi casi, lo gnomo più anziano viene formalmente considerato il capo del gruppo.

Linguaggio ed istruzione

Gli gnomi delle foreste parlano Comune, Gnomesco e Silvano. Quando imparano un linguaggio addizionale, spesso si tratta dell'Elfico, ma potrebbe benissimo essere Halfling, Treant o la lingua umana della regione circostante. Quegli gnomi delle foreste che combattono per difendere le loro case acquisiscono talvolta anche qualche rudimento di Draconico, Goblin od Orchesco, in modo da poter parlare con i loro aggressori e, se possibile, spiarli.

Gli gnomi delle foreste hanno la capacità speciale di poter parlare con gli animali a volontà e mettono a buon frutto questo talento, persuadendo gli animali della foresta a tenere d'occhio gli intrusi e a riferire qualunque tipo di problema che si verifichi entro i confini del bosco.

Tutti i personaggi gnomi delle foreste sanno leggere e scrivere ad eccezione dei barbari. Il prossimo gnomo della foresta barbaro che i personaggi incontreranno sarà molto probabilmente il primo, e quasi certamente anche l'ultimo.

Magia e conoscenze

Come tutti gli gnomi incantatori, anche gli gnomi delle foreste con questa propensione preferiscono le illusioni a qualsiasi altra scuola di magia. Questo popolo schivo preferisce usare questi incantesimi per nascondere la propria esistenza e quella dei suoi insediamenti. Se qualche estraneo si avvicina troppo, spesso gli gnomi delle foreste illusionisti usano altre illusioni per distrarre l'intruso e attirarlo lontano dalla loro comunità. Quando uno gnomo delle foreste si trova invece nell'effettiva necessità di parlare con gli estranei, tipicamente userà le illusioni per camuffare se stesso in modo da sembrare un membro della razza del suo interlocutore. In questo modo, riuscirà a dissimulare più efficacemente la vicinanza dei suoi fratelli gnomi.

I chierici sono importanti per gli gnomi delle foreste, più di quanto non lo siano per le altre sottorazze gnomesche. Questi incantatori usano i loro poteri per aiutare ad aver cura della foresta in cui vivono. Guariscono spesso gli animali, specialmente quelli che sono stati feriti dalle frecce o dalle trappole di qualche cacciatore.

Gli gnomi delle foreste diventano anche degli ottimi druidi. Il loro atteggiamento elusivo ed il loro rispetto per la natura si accorda bene con l'antica tradizione druidica; tuttavia, pochi di loro sono abbastanza estroversi per unirsi ad una società di druidi. Quelli che ci riescono trovano spesso che lo sforzo valga la pena, poiché diventano molto più efficienti nel proteggere le loro dimore boscose.

Incantesimi e tradizioni magiche

Quasi tutti gli gnomi delle foreste sono illusionisti, chierici o druidi. La loro magia tende ad assumere il loro stesso carattere: non appariscente ma utile restando sullo sfondo. Di conseguenza, essi prediligono incantesimi utilitaristici di lunga durata, piuttosto che le illusioni più spettacolari apprezzate dai loro cugini, gli gnomi delle rocce. Gli gnomi delle foreste trovano particolarmente utili gli incantesimi di allucinazione.

Divinità

Gli gnomi delle foreste sono i più devoti tra tutti gli gnomi, e la loro venerazione per l'ambiente naturale che li circonda si trasferisce abbastanza facilmente agli dei che lo hanno creato. I sacerdoti degli gnomi delle foreste iniziano sempre ogni loro adunanza con una solenne benedizione. Spesso è proprio il sacerdote la colla che tiene insieme i membri distanti della sua comunità.

Baervan Wildwanderer è la divinità patrona della maggior parte degli gnomi delle foreste. Come suggerisce il suo nome (che significa "colui che cammina nei luoghi selvaggi"), questo dio si trova maggiormente a proprio agio nei posti remoti che gli gnomi delle foreste chiamano casa. Egli li ha incaricati personalmente di avere buona cura delle loro dimore boschive, e per tale ragione questi gnomi gli portano eterna gratitudine; si tratta infatti di un fardello che essi sono ben contenti di trasportare. I chierici di Baervan consigliano spesso i fedeli sul modo migliore di curare e salvaguardare l'ambiente della foresta.

Anche la fede di Segojan Earthcaller è abbastanza popolare tra gli gnomi delle foreste. Segojan insegnò loro l'imperativo rispetto per i loro amici più intimi, gli animali con i quali condividono i boschi. Molti gnomi delle foreste guerrieri indossano armature coperte di radici o erba per dimostrare la loro devozione per la divinità.

Per gli gnomi delle foreste, Urdlen rappresenta il grande ignoto, cioè ogni cosa che stia sopra, intorno e addirittura sotto le loro dimore boschive; in altre parole, tutto ciò di cui gli gnomi delle foreste hanno paura. Tuttavia, in una giornata di sole nei boschi, Urdlen e i territori che rappresenta sembrano davvero molto lontani. Apparentemente anche questo dio oscuro apprezza gli sforzi che gli gnomi compiono per preservare le loro case, dal momento che solo di rado mette piede in esse.

Rapporti con altre razze

Uno gnomo delle foreste evita il Popolo Alto - by Dennis Cramer

Non è che gli gnomi delle foreste non andrebbero d'accordo con le altre razze; è solo che le evitano così tanto che raramente hanno la possibilità di interagire con esse. Quando incontrano degli estranei cortesi e rispettosi, gli gnomi delle foreste possono dimostrarsi all'altezza dell'occasione, seppur con timidezza. Se gliene si dà la possibilità, possono diventare gli amici più risoluti che ci siano.

Quegli gnomi delle foreste che hanno incontrato degli estranei preferiscono su tutti gli gnomi delle rocce, gli elfi (specialmente gli elfi dei boschi e gli elfi selvaggi) e gli halfling (in particolare gli halfling degli spiriti). Questo avviene principalmente perché queste razze condividono il rispetto che gli gnomi delle foreste hanno per l'ambiente naturale che li circonda.

Per quanto riguarda il resto delle razze standard per i personaggi giocanti, gli gnomi delle foreste non le conoscono o non hanno per loro un particolare interesse; tuttavia, nutrono un odio di lunga data nei confronti di orchi, coboldi e lucertoloidi, basato sul modo in cui queste razze abusano delle foreste e della natura in generale. Sono anche piuttosto diffidenti nei riguardi degli umani, visto che i boscaioli, i trapper e i cacciatori umani sono riusciti a danneggiare più di una foresta nonostante i migliori sforzi degli gnomi.

Equipaggiamento

Gli gnomi delle foreste non possiedono un equipaggiamento razziale insolito, sebbene tendano a preferire le armi contundenti. Dopo aver visto usare anche troppo spesso le asce sugli alberi, gli gnomi delle foreste detestano queste armi — e talvolta anche coloro che le usano.

Animali domestici

Gli gnomi delle foreste non allevano bestiame o animali di altro tipo. Gli animali della foresta sono i loro amici, non creature da uccidere o addomesticare. Si dice che abbiano fatto amicizia con ogni tipo di creature naturali dei boschi, sebbene tendano a preferire quelle che si avvicinano alla loro taglia, come volpi, scoiattoli e simili.


Bibliografia
1. M. Cook, J. Tweet, S. Williams, Dungeons & Dragons 3.5 – Manuale dei Mostri, Wizards of the Coast & Hasbro, 2000
2. E. L. Boyd, M. Forbeck, J. Jacobs, Razze di Faerûn, Wizards of the Coast & Twenty Five Edition, 2003
3. Tratto dalla pagina Forest gnome su forgottenrealms.wikia.com - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License