Jotunheim

Jotunheim

Vista di Jotunheim - by Roger Raupp

La Terra dei Giganti. E’ una terra desolata dove a stento cresce della vegetazione, tra altopiani brulli e cime innevate. Questo reame confina sia con Asgard che con Vanaheim, separato da questi ultimi dal fiume Iving.

Descrizione

Jotunheim è il regno dove le creature più piccole sono cacciate e sottomesse da quelle più grandi, dove conta solo la forza bruta, dove aleggiano solo le passioni più primordiali e un perenne senso di superiorità e disprezzo per chi è più debole. Gli alti picchi gelati sono stati probabilmente originati dallo scontro tra due grandi placche di terreno, e il clima qui è davvero inospitale, tra tormente di neve in grado di scorticare un uomo e eruzioni vulcaniche improvvise. I nani sono particolarmente odiati e cacciati a vista dai giganti, perchè oltre ad essere piccoli, sono loro ad aver forgiato il martello di Thor, Mjolnir, anatema dei giganti. In generale i giganti non fanno nulla per chi non sia potente e molto ricco. Nonostante Jotunheim sia il regno di Surtr e Thrym, non mancano gli sciamani di Kostchtchie, che cercano di convertire e reclutare giganti da portare nell’Abisso per farli diventare maghi del gelo.

Caratteristiche di Jotunheim

Il fiume Iving divide Jotunheim sia da Vanaheim che da Asgard. E’ il fiume che non ghiaccia mai, e le sue acque rimangono sempre temperate. Esiste un traghetto pilotato dai giganti tra Jotunheim e Asgard; è il clan Volsing di giganti delle montagne a gestirlo.

Luoghi d’interesse

I seguaci di Surtur (o Surtr) hanno qualche avamposto vicino ai passaggi per il secondo strato di Muspelheim, che sono concentrati qui.

  • A Jotunheim vive Thrym, il re dei Giganti del Gelo; non ha dimora fissa, ma vaga per i picchi accompagnato da giganteschi jarl del gelo; a volte fa visita a Utgard.
  • Da qualche parte tra i picchi e i crepacci si trova il Pozzo di Mimir, la sorgente, si dice, della conoscenza. Guardato da Mimir il Saggio (gigante delle montagne), che risponde solo a giganti e dèi, questo luogo è raggiunto da una delle principali radici dell'Yggdrasil. Talvolta qui viene conservato il corno di Heimdall, Gjaller (o Gjallarhorn), quando non è appesso all’ingresso della sala di Himinborg.
  • Utgard è la principale città-fortezza dei giganti, dove regna il gigante chierico e illusionista Utgard-Loki, circondato da un concilio di jarl, tenuti in riga con la mera forza di volontà.
  • Merrauk è l’antica sala del trono dei giganti, una immensa costruzione scavata nella roccia vulcanica; le sue torri sono interi picchi innevati, mentre i suoi corridoi sono talmente profondi da raggiungere quasi la parte inferiore del continente fluttuante. Da qui comanda Surtr, la divinità dei giganti del fuoco, ed è sul Trono di Teschi di Ymir che vengono incoronati tutti i grandi re dei giganti.
  • Okalnir è la sala della birra, appartenente a Brimir, un gigante del gelo della setta dei donatori dell’anello. Qui sono benvenuti tutti quelli che possono reggere le lotte e le sbronze colossali dei giganti. D’inverno la sala rimane deserta, e si dice che Brimir si iberni insieme ai barili di birra nelle celle della sala.
  • qualche volta a Jotunheim fa la sua comparsa anche Loki.

Gallery

"Jotunheim" - by Rob Lazzaretti


Bibliografia
1. Lester Smith e Wolfgang Baur, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – Planes of Chaos: The Book of Chaos, TSR, 1994-07 (cod. 2603)

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License