Krangath

Krangath

Caratteristiche

Il quarto monte di Gehenna, la Fornace Morta, è privo di attività vulcanica; si è estinto vari millenni fa. Ora la grande montagna è una colonna annerita che vaga nell'oscurità. Lo strato è avvolto nel silenzio. Non soffia alcun vento e non risplende alcuna luce. Krangath è morto. I supplicanti sono rari, e coloro che attraversano lo strato hano imparato a muoversi in silenzio per non farsi sentire da Melif.

Luoghi notevoli

Desolazione

Su un cornicione creato e mantenuto artificialmente sorge un elaborato complesso di edifici d'ossidiana. Dall'interno delle strette finestre simili a fessure che si aprono dagli edifici traspare una luce rossastra. Questa è Desolazione, la fortezza di Melif, il Signore dei Lich.

Desolazione è una necropoli dove i sarcofagi risplendono come lampioni e le energie necromantiche danzano per le vie della città come fuochi fatui. Qui i non-morti sono i benvenuti, mentre i vivi e i supplicanti non lo sono affatto, in quanto Melif li cosidera dei patetici falliti, incapaci di affrontare come si deve la transizione oltre la vita mortale.

A Desolazione, Melif e la sua cabala di lich e di altri potenti incantatori non-morti conducono le loro ricerche sulla natura della vita, della morte e dell'esistenza. A volte Melif e la sua corte catturano degli immondi per condurre degli esperimenti proibiti, anche se fanno bene attenzione a non catturare mai uno yugoloth, per non attirare la collera di quella razza su Desolazione.

Si mormora, tra l'altro, che un tempo Melif fosse a sua volta uno yugoloth, prima che decidesse di abbracciare le arti eldritch e poi la forma di lich.

Vedi anche: la Città Strisciante


Bibliografia
1. Bruce R. Cordell, David Noonan, Jeff Grubb, Dungeons & Dragons - Manuale dei Piani, Wizards of the Coast e 25 edition, 2005

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License