Kyton Evangelista o Diavolo delle Catene (Kyton Evangelist or Chain Devil)

Kyton Evangelista o Diavolo delle Catene (Kyton Evangelist or Chain Devil)


Inquietanti catene irte di punte adornano una snella e pallida figura, e attraverso le fessure si scorgono numerose cicatrici frastagliate.

Kyton Evangelista o Diavolo delle Catene - by

Origini e consuetudini

Spesso classificati dai profani tra le fila dei diavoli infernali, i sadomasochistici kyton non sono veri diavoli. Anche se alcuni sono noti per vivere all’Inferno, i kyton esistono al di fuori delle gerarchie stabilite da Asmodeus e dai suoi arcidiavoli e a volte si possono trovare su altri piani, in particolare sul Piano delle Ombre. Molti suggeriscono che i kyton siano nativi dell’Inferno che esisteva prima dell’avvento della stirpe diabolica, anche se altri ipotizzano che siano stati portati sul piano da qualche sadica potenza.

Indipendentemente dalle loro origini, i kyton vagano per i piani assecondano il loro desiderio di causare e ricevere sofferenza, ricercando il dolore attraverso violenti rapimenti e sadiche depravazioni.

Descrizione fisica

Lo sferragliare di catene annuncia l'arrivo di queste creature. Sembrano in forma e dimensione agli umani, ma avvolti da un sudario di lunghe catene. Ogni catena è costernata o termina con dei uncini o con delle lame o con delle sfere pesanti chiodate. Le catene sembrano strisciare e scivolare sulla pelle, quasi come se fossero animate di vita propria. Le catene di queste creature servono allo stesso tempo sia come armi sia come armature e vestiti. I Diavoli delle Catene vengono spesso erroneamente scambiati per non-morti e paragonati ai tradizionali spiriti che si trasciano ed agitano le catene.

Combattimento e abilità

I Diavoli delle Catene attaccano scagliando contro le proprie catene, lacerando e ferendo i propri avversari. Adorano incutere paura all'avversario, tanto da voler scatenare il terrore e il panico alle vittime prima di attaccare. L'attacco più impressionante di queste creature è la famosa "danza delle catene". I Kyton Evangelisti, infatti, riescono a muovere a piacimento le prorpie catene facendole danzare e volteggiare nell'aria, ferendo o intrappolando gli avversari. Essi possono scegliere anche la lunghezza delle catene per poter cosi colpire nemici lontani; hanno, inoltre, la capacità di mutare temporaneamente le fattezze del proprio volto, in modo da farlo assomigliare ad uno degli amori perduti dell'avversario o ad uno dei suoi acerrimi nemici per confonderlo e demoralizzarlo. Non secondario, infine, è il potere di rigenerazione vantato dai Kyton Evangelisti: se essi perdono un pezzo del proprio corpo esso ricrescerà dopo 10 minuti. Mantenendo invece la parte recisa e premendo contro il resto del corpo possono ricollegarla istantaneamente.

Il kyton presentato qui è il tipico esponente di questa immonda razza, ma ciò non significa che sia l’unica tipologia esistente. Così come esistono numerose specie differenti di demoni e diavoli, si dice che diverse razze di kyton abitino nelle loro rumorose città all’Inferno e sul Piano delle Ombre. Questi kyton sono invariabilmente più potenti di quelli presentati qui, ed hanno spesso capacità magiche o orribili e sconvolgenti attacchi speciali basati sul dolore e sulla tortura. Voci sostengono che i kyton più potenti siano completamente inumani, e che questi mostri siano i veri progenitori della razza kyton; i kyton presentati qui sono soltanto il risultato dei sacrileghi rapporti amorosi con le loro sfortunate vittime.

I Diavoli delle Catene parlano il comune e l'infernale.

Schede e Punteggi


Bibliografia
1. Jason Bulmahn, Pathfinder Roleplaying Game - Bestiario, Paizo Publishing, 2009
2. Jason Bulmahn, Pathfinder Roleplaying Game - Bestiario 3, Paizo Publishing, 2009
3. Tratto dalla pagina "Demoni delle catene" su "it.ldf.wikia.com" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License