Linguaggio grell

Linguaggio grell

La maggior parte dei grell parla solo il proprio linguaggio e comprende il Sottocomune ma non lo parla. I grell filosofi conoscono diversi linguaggi aggiuntivi, di solito Comune, Draconico e Sottocomune. Studiano le lingue delle razze o culture che vivono vicine ai terreni di caccia prescelti.

Il Grell è difficilmente riconoscibile come linguaggio. Consiste in un insieme di raschi ronzanti, scatti e fischi, potenziati dalle peculiari manipolazioni dell'aura elettrica di ciascun grell. Circa metà del significato del linguaggio è trasmessa da segnali elettrici, inaudibili e invisibili a qualsiasi creatura priva del senso di elettroricezione dei grell. I grell che comunicano tra di loro nel proprio linguaggio devono trovarsi a 18 metri l'uno dall'altro per portare avanti conversazioni complesse.

Dato che il linguaggio consiste di una componente auditiva e di una elettrica, i grell possono scegliere di parlare utilizzando una sola di queste modalità. In tal modo molti dettagli e sottigliezze vengono persi, ma le comunicazioni più semplici (come segnali di caccia, allarmi o richieste d'aiuto) possono facilmente essere trasmesse con uno solo dei due mezzi. I grell che parlano ad altri della loro specie a più di 18 metri di distanza fanno uso del linguaggio solo udibile, che permette di trasportare i loro scatti e ronzii per decine di metri in buone condizioni. I grell entro 18 metri l'uno dall'altro possono comunicare in totale silenzio scegliendo di parlare solo elettricamente; l'utilità di questo metodo è evidente qualora si debbano segnalare imboscate o sia necessario coordinare un attacco improvviso.


Bibliografia
1. Baker, Rich, J. Jacobs, S. Winter, Signori della Follia - Il Libro delle Aberrazioni, Wizards of the Coast & Hasbro, 2005-04

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License