Mezzelfi (Half-Elves)

Mezzelfi (Half-Elves)

Tanis, mezzelfo di Krynn (particolare) - by Clyde Caldwell

Genesi

Figli di un genitore umano e di un elfo, i mezzelfi hanno ereditato caratteristiche di entrambe le razze. Sfortunatamente per loro, non necessariamente il meglio.
Il sangue delle due specie si mescola creando una sorta di nuova razza, che appare effeminata e debole agli uomini ma rozza e grossolana agli elfi. Questo, unito al fatto che la maggior parte delle unioni tra le due stirpi non è voluta da almeno uno dei due genitori (in molti casi sono figli di stupri e violenze), rende i mezzelfi sgraditi alla loro stessa famiglia. Un bimbo cresciuto nell'odio e nel disprezzo finisce così per odiare e disprezzare a sua volta uno o anche tutti e due i popoli antenati.
A partire dalla seconda generazione la proliferazione della razza avviene solamente per unione di due mezzelfi o di un mezzelfo e un elfo; altre unioni daranno origine a famiglie di umani con tratti leggermente più aggraziati, che spesso su molti primari da cui gli elfi sono migrati o in cui si sono estinti, finiscono per diventare "gli amici dei folletti" delle leggende, e, incidentalmente, spesso finiscono anche sul rogo come streghe o stregoni. La vita è dura anche sul primario.
Esistendo delle sottorazze di elfi, è possibile distinguere, in base alla discendenza, le medesime sottorazze di mezzelfi, che ne erediteranno parte dei tratti caratteristici.

Descrizione

Un mezzelfo, che può vivere per oltre 180 anni (più di un umano ma molto meno di un elfo), anche nell'aspetto evidenza la sua appartenenza a due razze diverse: è un umanoide solitamente alto come un umano ma più leggero e di corporatura meno robusta. Dall'elfo ha ereditato la visione crepuscolare, ovvero la capacità di vedere molto più lontano di un umano in condizioni di bassa luminosità, e può presentare o meno le caratteristiche orecchie a punta. Il colore della pelle varia molto ma, anche se fra gli umani può arrivare fin quasi a nero, nel mezzelfo è difficilmente di toni scuri. Per un umano, un mezzelfo è una creatura quasi sempre di bell'aspetto ma per un elfo può risultare decisamente brutto.

Società

I mezzelfi, al contrario di altre razze non ibride, formano raramente comunità indipendenti; molto più spesso vivono insieme agli umani o agli elfi (con maggiore propensione verso questi ultimi). Il loro modo di pensare è influenzato da questo: vivendo in mezzo agli elfi tenderanno a pensare come un elfo, vivendo in mezzo agli umani tenderanno a pensare in modo umano. Poiché difficilmente riescono a passare per lungo tempo come esponenti puri di queste razze, il trattamento che viene loro riservato può variare dall'odio, all'indifferenza, alla serena accoglienza. Nelle zone meno civilizzate, dove la superstizione attecchisce con facilità, sono usualmente visti con sospetto e quasi mai trattati degnamente; qui tendono ad organizzarsi isolatamente.
La loro condizione di fuoricasta li porta ad occupare posizioni ai limiti della società e della legalità: stregoni, zingari, ladri, spie che nascondono gli zigomi a punta sotto una bella barba. I linguaggi normalmente conosciuti dalla razza sono Comune (la tipica lingua degli umani) ed Elfico (la lingua degli elfi).

Un bastardo sarà sempre un bastardo, anche quando sua madre è la reginetta della foresta incantata!1

Allineamento

I mezzelfi ereditano spesso la moralità neutrale del loro genitore umano, unito all'individualismo caotico della loro parte elfica. I più vicini al loro lato umano asseconderanno più la tendenza umana a uno stile di vita neutrale, mentre quelli che cercano disperatamente di diventare più simili ai loro antenati elfici finiranno col
diventare Caotici Buoni.

Schede e Punteggi

Vedi anche



(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License