Mimir

Mimir

Un Mimir, costrutto/guida in voga nelle Terre Esterne e a Sigil - by Tony Diterlizzi

I Mimir sono piccoli oggetti magici in vendita a Sigil e anche nelle Terre Esterne. Sono fatti di uno strano metallo argenteo dai riflessi cangianti e hanno molte forme diverse - come dischi, cubi, foglie, fiori, stelle, o anche teschi umani e animali. Il segreto della costruzione e della provenienza dei mimir è ben custodito. Si tratta sostanzialmente di costrutti in grado di rispondere a determinate domande con le risposte registrate dal costruttore. Per lo più servono come guide, e nelle Terre Esterne sono anche in grado di dare una posizione approssimativa di dove ci si trovi. I mimir “fluttuano” a mezz’aria (o in acqua), seguendo il proprio padrone.

Per ottenere delle riposte, bisogna puntare il dito verso di loro e porre una specifica domanda. Ronzando e ticchettando, il mimir cerca una risposta appropriata, se presente nel suo repertorio. In genere, avere un teschio d’argento fluttuante vicino è sufficiente ad etichettarti come stordito, quindi la maggior parte dei planari, se ne possiede uno, lo tiene chiuso da parte.

I mimir funzionano solo nei Piani Esterni. Nell’Astrale, Etereo, negli Interni o nel Primario, di solito balbettano, straparlano ed emettono suoni incoerenti.

Questi costrutti prendono il loro nome dal Pozzo di Mimir a Jotunheim, dove Mimir stesso trae la sua grande saggezza bevendo dalle sue acque. Esistono leggende sul Primario, dove si narra che durante la guerra tra Vanir e Aesir Mimir venne decapitato e la sua testa consegnata a Odino, il quale la imbalsamò e la incantò in modo che fosse ancora in grado di dispensare i suoi consigli… Eppure c'è chi giura che il gigante Mimir sia ancora adesso a guardia del pozzo, e che tutta la faccenda sia solo una fantasia di quei primevi che si dilettano nello scrivere saghe e poemi.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License