Musée Arcane

Musée Arcane


.

marblebar.jpg
museetitle.jpg
opus.gif

Un Museo di Archeologia Planare

R E R U M - A N T I Q U A R U M
S C I E N T I A - P L A N U M

marblebar.jpg
Sei un giocatore? Non leggere oltre!

Questa sezione è classificata DMG!

Per favore, chiedi indicazioni al tuo Dungeon Master prima di procedere con la lettura.

Sebbene non vengano rivelati arcani "ufficiali", il tuo DM potrebbe preferire che alcune di queste nuove informazioni rimangano segrete. [1]

marblebar.jpg

Voilà dice: Ogni cosa ha un Passato Nascosto. Specialmente i Piani…

…E Magnum Opus, medusa esploratrice, storica, cronista ed archeologa, si occupa di scoprire il buio delle cose. Sei un tagliaccio fortunato: sono solo in pochi ad aver sentito parlare del Musée di Magnum, ad essere riusciti a capire da soli dove si trovi e ad aver oltrepassato i gargoyle di guardia all'esterno. Bada, non hai ancora fatto l'ultima di queste cose. Render, il gargoyle domestico di Magnum, ti sta osservando… riesci già a vederlo? Stai attento! La cantata dice che possa uccidere con una sola occhiata! (Be', cosa ti aspetti dalla guardia del corpo di una medusa, tagliaccio?) [1]

gargoyle.jpg

Se desideri restare fortunato, non devi raccontare a nessuno di questo posto e non ti devi lasciar sfuggire gli arcani che stanno per esserti rivelati. Sebbene, come Magnum stessa dichiara, "Ahimè, non posso provare una parola di ciò", se questa cantata cadesse nelle mani sbagliate, le conseguenze potrebbero essere… diciamo così… imbarazzanti. Inoltre, le Testequadre ricorrerebbero ad ogni scusa possibile per chiudere questo posto. Perciò, se acconsenti a che i tuoi arcani restino tali, tocca l'artiglio di Render ed egli penserà a lasciarti entrare… [1]

voilasig_l.gif
marblebar.jpg

.


.

musee.jpg

Sotto le Travi (Under the Rafters)

Il Mezzanino delle Menzogne (The Mezzanine of Lies)

marblebar.jpg

Se le altezze non ti spaventano, da' un'occhiata oltre il balcone, tagliaccio. C'è un panorama piuttosto bello che comprende tutto il Musée; puoi persino vedere i gradini insanguinati che portano alle cantine. Non sporgerti troppo, però: ci sono stati alcuni gravi incidenti di recente. Potrebbero essere di nuovo i persecutori invisibili; quegli spaccaossa assassini sono già stati rilevati qui prima d'ora. Ma non in queste ultime settimane, quindi probabilmente non c'è da preoccuparsi, eh? [3]

Perché "Il Mezzanino delle Menzogne"? Be', personalmente non voglio dare ai visitatori l'impressione sbagliata. È sempre meglio coltivare un sano scetticismo verso gli storici, anche quelli che ricercano scrupolosamente come me. Ci sono così tanti ciarlatani in giro che non vorrei che tu accettassi tutta la mia cantata senza pensare. E se tu hai un pensiero ed essa ti piace ancora, allora tanto meglio per me. [3]

Ma la vera ragione per questo nome è un segreto. È una delle poche cose che io, semplicemente, non voglio rivelare. Quindi non chiedermelo: mi farai soltanto arrabbiare… [3]

"Le Cose come Sono
Le Cose come Si Dice che Siano
Le Cose come Devono Essere"
- Bassorilievo Inciso sul Mezzanino delle Menzogne - [3]

marblebar.jpg

I Quintessenziali (The Quintessentials)

Ogni tagliaccio degno del suo sale e pepe sa dei Poteri e delle Razze Esemplari. Ma riguardo ai Poteri delle Razze Esemplari? Non si sente molto su di loro, vero? Sicuro, ci sono Templi baatezu, Signori-Dei Abissali, gli eladrin venerano la loro Regina-Potere di Faërie e gli arconti hanno poteri a dozzine sul loro Monte Scintillante. Ma hai mai sentito di un Altare Yugoloth? Gli slaadi dicono preghiere? I modroni spruzzano acqua santa in giro? Pensavo di no. Ma chiedi educatamente a questo mimir ed esso ti racconterà qualcosa di più sulle mie teorie su questo argomento. [3]

animim2.gif
marblebar.jpg

Gli Antichi Piani (The Ancient Planes)

Ora ascolta, tagliaccio. Questa non è esattamente un'opera sola. È più una collezione di scoperte ed osservazioni che ho messo insieme durante le mie ricerche. Ci saranno senza dubbio parti a cui non crederai e probabilmente parti a cui non vorrai credere. Ma sono sicura che, sebbene non possa essere tutto vero, niente di ciò sia una bugia. Ahimè, io non posso provare una parola. [3]

Anche se la maggior parte dei tagliacci pensa che i Piani siano stati creati dai poteri o da qualche altra Forza Originale, molti di loro ritengono anche che i Piani siano eterni. Infinitamente vecchi eppure con un inizio? Puoi pensare che suoni come una ricetta per uno stufato di slaad, ma pensa alla Guglia: essa è infinitamente alta eppure ha sia una radice che una punta. Perciò, forse, non dovresti sentirti così a disagio su questo tema, dopo tutto. Chiedi gentilmente al mimir e io getterò molte più luci per illuminare questo buio… [3]

animim2.gif
marblebar.jpg

La Soffitta degli Incubi (The Garrett of Nightmares)

Questa sala non è ancora aperta al pubblico.

Non sgattaiolare oltre le barricate, babbo! Ci sono cose che possono farti male sul retro! [1]

marblebar.jpg

Sulla Scalinata dei Supplizi (Up the Staircase of Agonies)

La Biblioteca degli Sciocchi (The Library of Fools)

marblebar.jpg

La Biblioteca degli Sciocchi viene chiamata così perché becco un sacco di dannati saggi che provano a sbirciare nei miei preziosi libri. Certo, essendo i babbi troppo zelanti che sono, a volte dimenticano di leggere i cartelli di avvertimento appesi ai ganci che circondano la Biblioteca. Poi mi ci vogliono ere per pulire il macello. Che insensato spreco di vita mortale. [4]

Ma tu sei meno sciocco, spero. Per favore, per favore, non andare a ficcare il tuo becco appiccicoso nei miei libri o le cose prenderanno una piega nauseante. Tuttavia, io ho tre opere nella Biblioteca che non hai bisogno di temere, due delle quali sono proprio libri. Esposta di fronte all'ingresso c'è la mia Iscrizione Soggettiva, che, ti assicuro, ti sembrerà diversa ogni volta che avrai una crisi di fede. Rido ancora sotto i baffi di un gruppo di Testequadre che erano arrivate a dimenticarsi ciò che questa cosa sballata diceva… [4]

A sinistra, vedrai la mia copia del Codice dei Piani Infiniti. Non toccarla! Chiedi invece al mimir dorato che ci fluttua sopra di leggere qualche passaggio per te. È uno dei miei mimir più amichevoli, quindi sono sicura che andrete subito d'accordo. [4]

E nella nicchia a destra c'è qualcosa di piuttosto particolare: un tomo che, secondo quanto si dice, proviene direttamente dalla stessa Biblioteca di Thoth. Ciò potrebbe benissimo essere vero, perché ci sono stati delegati del Potere della Conoscenza che si sono fermati al Musée chiedendo di guardarsi intorno prima. Render non li ha lasciati entrare. Ma stai all'occhio; se vedi una tagliaccia con il simbolo di un ibis che si trattiene quando te ne vai, resta fuori dalla sua strada! Al momento, la dannata donna è in agguato attorno al Musée da ben oltre un ciclo. Mi fa venire i brividi… [4]

marblebar.jpg

L'Iscrizione Soggettiva (The Subjective Inscription)

L'Iscrizione Soggettiva? Ah, ecco un reperto bizzarro. Intagliata in un blocco semi-trasparente di pietra del Piano Etereo ed evidenziata da caratteri gotici di platino, ogni lettera è larga quanto la tua mano ed è visibile sia nella luce normale che all'infravisione. L'iscrizione altera se stessa per esprimere la verità secondo la filosofia di chi legge. [4]

"Non Credere
A Ciò Che Non Puoi ………."
- L'Iscrizione Soggettiva nella Biblioteca degli Sciocchi - [4]

Per esempio, se tu sei un devoto Segnato, l'iscrizione dice "Non credere a ciò che non puoi immaginare". Per un Sensista, l'ultima parola diventa "toccare". Le Testequadre vedono "far rispettare" e i Divini vedono "aspirare a diventare". Gli Xaositects leggono "alterare" e gli Affondatori "corrompere". È un'opera di cui sono particolarmente orgogliosa; l'ho trovata in una rovina da qualche parte nel Lontano Entroterra. È stata necessaria una muta di vorr addestrati e tre settimane di tempo per trascinarla fino ad un portale per la Gabbia; e una coppia di maghi prima classe con incantesimi di levitazione per sollevarla al primo piano. [4]

[ Voilà! aggiunge: Quando le ho chiesto se avesse qualche potere aggiuntivo (alcuni hanno speculato che l'oggetto possa essere psionico perché sembra non irradiare magia), Magnum ha chiuso in fretta la sua scassagrana. Non ho insistito, perché non è il genere di persona che prende con gentilezza le guide ficcanaso e troppo curiose… ] [4]

marblebar.jpg

Il Codice dei Piani Infiniti (The Codex of Infinite Planes)

Il Codice è un nome famoso nei Piani Esterni, principalmente per via dei poteri magici che gli sono attribuiti. Alcuni spaccaossa credono di poter usare quel vecchio libro per spostarsi a piacimento attraverso i Piani. Be', può darsi che le cose stiano così ma la mia copia non sembra permettere ciò. Forse è perché si trova a Sigil ma non sono disposta a portarla fuori dalla Gabbia per testare l'ipotesi, mi dispiace. Ci sono già stati fin troppi complotti per rubarmela (sembra che babbi resi folli dal potere spesso saltino alla conclusione che il Codice possa essere usato per abbattere le Porte di Sigil o qualche altra ciancia da slaad). Non ho intenzione di dare a quei sacchi di guano un'altra occasione per arpionarlo! [4]

Tuttavia, mi è stato detto che questa sia una versione ridotta del vero tomo in questione. Incantesimi Conoscenza delle Leggende dimostrano che questa è una copia recente del testo, verosimilmente trascritta da dei monaci di Gehenna. A giudicare dalla natura tetra dei racconti, potrei azzardare che abbiano escluso le parti piacevoli. Se mai ce n'è stata qualcuna! [4]

animim2.gif
marblebar.jpg

La Grande Biblioteca Menzognera di Thoth (Thoth's Great Lie-brary)

Questa è una delle mie esposizioni più popolari, principalmente perché quasi sempre qualche proferitore Athar che si trattiene qui. Comprenderai perché quando avrai visto il pezzo, penso. Ma se perdonerai il mio sensazionalismo per un momento, mi piacerebbe spiegare perché quest'opera è presentata nella forma di una storia. Per i principianti, ho visto la Grande Biblioteca di Thoth (dall'esterno) e il posto mi ha spaventato fin quasi a impietrirmi. E non ho mai incontrato un fesso che abbia mai dichiarato di essere stato all'interno, e io ho incontrato molti studiosi. Chi l'avrebbe mai detto? [4]

Quando il mio amico gnomo Kesto Occhiluminosi si è imbattuto in questo tomo ammuffito, me lo ha portato subito. Da quando ho letto questo testo ho desiderato rivelare la biblioteca per ciò che credo sia veramente. Chi può dire come esso sia finito nella Gabbia? Ho registrato le porzioni rilevanti proprio qui in questo mimir per intrattenervi. E, giusto per divertirmi un po', ho aggiunto alcuni passaggi di mio pugno. Sono accaduti davvero? Forse. Ma, come al solito, non posso provare una parola… [4]

animim2.gif
marblebar.jpg

La Galleria dei Veleni (The Gallery of Venoms)

Questa sala non è ancora aperta al pubblico.

Non sgattaiolare oltre le barricate, babbo! Ci sono cose che possono farti male sul retro! [1]

marblebar.jpg

A Livello della Strada (At Street Level)

Il Vestibolo (The Vestibule)

marblebar.jpg

Ti trovi nel mio Grandioso Vestibolo.
Non è bellissimo?

Sentiti libero di venire dentro e fare un giro, ma non indugiare troppo se arriva la sera, specialmente nelle cantine. Non si può mai sapere cosa si potrebbe incontrare laggiù. [5]

Troverai utile il piano terra alla tua sinistra mentre ti aggiri nel mio Musée.
Se hai bisogno di me, puoi trovarmi nelle mie stanze private nella torre… [5]

opus.gif
marblebar.jpg

Squaccatori della Gabbia: Magnum Opus (Cage Rattlers: Magnum Opus)

Se hai qualsiasi commento, suggerimento o idea per future esposizioni, sarei molto lieta di ascoltarti. [5]
Se ti va, usa l'incantesimo bocca magica modificato che ho lanciato qui per mandarmi messaggi. [5]

marblebar.jpg

La Sala del Terribile Silenzio (The Hall of Terrible Silence)

marblebar.jpg

La prima stanza espositiva a livello della strada, la mia Sala del Terribile Silenzio rimane quieta in ogni momento tranne quando il mimir collocato lì parla. Ciò è dovuto a uno speciale incantesimo di Silenzio che io stessa ho lanciato qui. È permanente, quindi per favore non provare a dissiparlo o a vocalizzare le tue magie. Perché? Be', quando ho inizialmente ereditato il Musée, esso era, potremmo dire, infestato da spiriti inquieti. Qualche tipo di poltergeist, presumibilmente, sebbene — a giudicare dagli effetti che uno di loro ha avuto su qualche cliente — banshee forse sarebbe una descrizione più appropriata! Io lo chiamo "Allucinazione", in senso affettuoso penso. Non sembra lasciare questa Sala e non fa più troppi danni (la maggior parte delle cose nella sala ora è saldamente avvitata, perciò non può essere lanciata!). [6]

Tuttavia, egli fa, o almeno faceva, un sacco di rumori che fanno venire i brividi. Non ho davvero potuto costringermi a distruggere quella cosa disgraziata, ma non potevo neppure aspettarmi che i frequentatori abituali sopportassero lamenti continui da oltre la tomba. Penso che la mia soluzione unisca il meglio di entrambi i mondi. Con un comando silenzioso, io o il mimir possiamo innalzare o abbassare la cappa di silenzio, quindi posso godermi le urla quando il Musée è chiuso per poi terminarle quando voglio aprirlo. [6]

Perciò, se percepisci dita gelide che sia aggrappano ai tuoi vestiti, puoi sentirti al sicuro sapendo che è soltanto uno dei non-morti e che non c'è nulla di cui preoccuparsi… [6]

Attualmente ho due reperti qui nella Sala del Terribile Silenzio: [6]

marblebar.jpg

Il Pax Benevolus (The Pax Benevolus)

Il Pax Benevolus è una pergamena gigante che, quando è srotolata, misura circa 4,2 metri di lunghezza1 per circa 90 centimetri di larghezza2; le parole sono scritte con inchiostro del bianco più puro su pelle di lucertola color verde smeraldo e questa è una delle poche copie del suo genere al di fuori dei Piani Superiori. È una specie di contratto, inventato da un gruppo di poteri dei Piani Superiori qualche millennio fa, che stabilisce un codice morale di base. A quanto pare, l'idea era questa: le religioni avrebbero deciso cosa fosse, e cosa non fosse, un peccato per poi aderire al Pax, che sarebbe stato una Costituzione morale. Ci sono dieci regole principali nel documento, secondo la struttura "È Sbagliato…"; esse sono: [6]

  1. È Sbagliato Uccidere
  2. È Sbagliato Bramare Ciò che Non è Tuo
  3. È Sbagliato Commettere Adulterio con un Mortale o un Potere
  4. È Sbagliato Rubare
  5. È Sbagliato Mentire o Distorcere Ciò che è Vero per il Tuo Beneficio
  6. È Sbagliato Venerare Immagini Scolpite e Sacrificare a Noi delle Vite
  7. È Sbagliato Disonorare i Tuoi Genitori e la Tua Famiglia
  8. È Sbagliato Macchiare la Purezza dei Piani Superiori
  9. È Sbagliato Frequentare Immondi
  10. È Sbagliato Lavorare nei Giorni Sacri

Non si trattò di un successo senza riserve. I problemi si presentarono quando religioni con visioni morali ed etiche molto diverse, e che tuttavia si definivano tutte "buone", disapprovarono certe frasi. Per esempio, il Pantheon Azteco, che dipende da sacrifici umani e animali per una porzione del proprio potere, reagì con rabbia al fatto che altri poteri considerassero malvagia tale pratica. I poteri della guerra e della battaglia pretesero che "Uccidere" venisse cambiato in "Assassinare". I poteri dei mercanti sostennero che la brama fosse la base di tutto il commercio. I Celti obiettarono all'espressione "Immagini Scolpite" e certamente non erano i soli. I poteri della diplomazia e della negoziazione furono offesi dal fatto che i loro tentativi di calmare la violenta Guerra del Sangue fossero considerati sbagliati. [6]

Seguirono molti anni di dibattito e i Piani Superiori vennero deturpati da diverse Guerre Sacre spontanee: solitamente fatte di parole e gelide occhiatacce, ma molte volte venne versato del sangue sul Suolo Sacro. I poteri del Bene alla fine compresero che il Bene non era qualcosa che potesse essere scritto facilmente, e aggiunsero abbastanza clausole, se e ma da indurre ripensamenti in un modrone. I fasti del Pax erano abbastanza rovinati, ma il risultato è stato un prezioso strumento nelle trattative. Anche se ci si può aspettare che i poteri del Bene formino un fronte unito quando i tempi si fanno difficili, questo semplicemente non è vero, babbo. [6]

Con un'azione sorprendentemente ingenua, i poteri del Bene poi offrirono ad altri poteri una possibilità di aderire al loro Pax Benevolus. Alcune divinità neutrali accettarono l'offerta ma molte di più risposero con secche repliche che si possono riassumere così: non era loro desiderio costringere alla moralità e limitare la libertà dei loro seguaci imponendo regole e norme arbitrarie. Ciò, a propria volta, offese alcune delle divinità caotiche buone. Nessuno pensò di chiedere alla Signora del Dolore cosa ne pensasse. [6]

La replica dei poteri malvagi fu uniformemente sgarbata, eccezion fatta per uno o due imbroglioni (il potere norreno Loki balza alla mente), i quali finsero che l'idea piacesse loro solo per imbarazzare i poteri del bene alla fine. La totalità delle divinità malvagie era molto divertita da tutta questa farsa, e semplicemente non riusciva a capire perché i poteri buoni desiderassero indebolirsi in una maniera del genere. [6]

Questo specifico Pax Benevolus è particolarmente raro in quanto si tratta di una delle prime stesure, fatta prima che fossero aggiunte le correzioni, le modifiche e gli errori addizionali. Esso non è stato firmato da nessun potere. [6]

marblebar.jpg

Il Giorno in cui gli Angeli Caddero (The Day the Angels Fell)

Questo è un saggio registrato in un mimir che fluttua liberamente; qui vengono descritte le mie ricerche sulle origini degli immondi, con estratti provenienti da testo di parecchi tomi antichi esposti in scatole con la parte anteriore di vetro. Attenzione a non rompere il vetro: questi preziosi tomi sono difesi dalla più terrificante magia, come un kender troppo curioso ha scoperto a suo rischio e pericolo circa una settimana fa. I suoi resti sono stati ripuliti, ma puoi ancora vedere i segni bruciacchiati qui e qui. Per accedere alla registrazione, pronuncia questo comando. Certo, so che la stanza è silenziata magicamente, ma questo mimir può leggere le labbra. Oh, e per favore non badare alle urla quando il mimir parla, di solito sono abbastanza innocue… [6]

animim2.gif
marblebar.jpg

Le Viscere del Musée (The Musée's Bowels)

La Cantina dei Segreti Oscuri (The Cellar of Dark Secrets)

marblebar.jpg

Molto al di sotto delle strade del Quartiere della Signora si annida la mia Cantina dei Segreti Oscuri. È un posto tetro, pieno di memorie di azioni che sarebbe meglio venissero dimenticate. Il pavimento di marmo nero è crepato e bucherellato e il rugginoso odore del ferro di sangue antico aleggia pesantemente nell'aria. Il rimbombo che puoi sentire proviene dalle viscere di Sigil stessa; quaggiù siamo vicini ai dabus. Fa attenzione a quelle ragnatele, tagliaccio; penso che alcune di esse siano vive. E non avventurarti qui sotto da solo. C'è un recuperatore affamato che si aggira furtivamente da qualche parte; non sono mai stata in grado di catturare la zolla. [7]

La cantata dice che quest'ampia cantina una volta venisse usata da una fazione chiamata "La Lama del Non Ritorno" (The Blade of No Return). Questi tagliacci avevano una filosofia abbastanza simile ad un sinistro incrocio di ideali Segnati e Cinerei; alcuni dicono che la Lama venne formata da un visionario Cinereo che estrasse dalla fazione alcune zolle che la pensavano come lui e creò il proprio gruppo separato. In ogni caso, la Lama credeva che fosse proprio dovere condurre alla fine del multiverso. Per fare ciò, essi avrebbero dovuto uccidere ogni creatura vivente in esso. Il gruppo credeva che, senza nulla di vivo che osservasse il multiverso, quest'ultimo si sarebbe ripiegato e sarebbe finito. Dicevano che sarebbero stati gli ultimi a restare vivi e che avrebbero concluso con un glorioso suicidio balzando insieme verso la Guglia. Gloriosamente pazzi, se chiedi a me. [7]

Be', la storia dice anche che usassero questa cantina come base per le loro operazioni, quartier generale nella Gabbia e camera delle esecuzioni; e i portali che sono sparpagliati qui attorno supportano questa teoria. La Cantina dei Segreti Oscuri è connessa a diversi Piani Inferiori, ai Quasielementali Negativi e allo stesso Piano dell'Energia Negativa. Se quell'esploratore mezzo-sballato, Kristias Fireflight, è degno di fede, qui sotto c'è anche un portale al Piano delle Esalazioni. Be', suppongo che ciò spiegherebbe lo spassoso odore… [7]

In ogni caso, la fazione incontrò la propria brutta morte nella selezione che la Signora del Dolore impose circa sei secoli fa… la Lama del Non Ritorno fu una delle sfortunate fazione che semplicemente si prosciugarono. Probabilmente fu una buona cosa. Quella era una banda di babbi fra i più sballati e malvagi che io abbia mai conosciuto. [7]

Al momento ho due opere quaggiù. La prima espone la cantata sulla Gabbia delle Anime, una gemella di Sigil stessa di cui si vocifera da lungo tempo; la storia è stata raccolta da tout e rossi in tutto il Grande Anello. In secondo luogo, c'è un enorme dipinto a olio sulla parete , diverse copie di vecchi tomi che puoi sfogliare e un saggio sulla Storia di Baator registrato in quel mimir dall'aspetto piuttosto feroce. Attenzione; si sa che ha morso! [7]

marblebar.jpg

La Gabbia delle Anime (The Soul Cage)

I viaggiatori nella città di Sigil spesso chiedono perché sia chiamata "la Gabbia". I più amichevoli fra quelli del posto sussurrano loro dei Labirinti della Signora e del modo in cui ella stessa sembri confinata alle strade. La vivace gabbia per uccelli è una prigione per lei, o è stata ella stessa a costruirla? Ognuno ha la propria teoria preferita su ciò. Ma una cosa che non molti spaccaossa conoscono è un effetto particolarmente strano che i portali della Signora hanno sul borgo. Nulla entra o esce dalla Gabbia se non tramite i suoi accessi (a meno che tu non voglia saltare oltre il bordo dell'anello, ovviamente). Quindi dove vanno gli spiriti dei morti? Buona domanda, babbo. Nel corso di molti anni, sono state fatte molte ricerche su questo argomento, soprattutto per opera dei Governieri, ovviamente. [7]

Io ho pagato un sacco di condimento per scoprire alcune della voci, delle dicerie e (probabilmente) delle palesi bugie da tout e da altri rossi il cui "interesse speciale" verta su questo settore. La maggior parte era riluttante a parlare, all'inizio. Li ho persuasi in fretta. Come? Questo è il mio buio, babbo! [7]

animim2.gif
marblebar.jpg

La Vergogna dei Baatezu (The Shame of the Baatezu)

Naturalmente, Sigil non è l'unico posto con un storia che sia meglio dimenticare. Tutti sono sempre curiosi sugli immondi (forse bisognerebbe considerarla una morbosa attrazione per il pericolo) e io non faccio eccezione. Quando ho scoperto un gustoso ritaglio di carta nella biblioteca di un mago morto (non chiedermi come sia morto, le Testequadre non hanno mai provato nulla), l'appetito della mia immaginazione per gli arcani è stato stuzzicato. La registrazione che troverai in questo mimir è la mia conferenza su questo argomento. Essa abbraccia una grande estensione della storia di Baator e spiega molto di ciò che è precedentemente stato un mistero. Se ci credi, ovviamente… [7]

animim2.gif
marblebar.jpg

Il Sotterraneo del Rammarico (The Dungeon of Regret)

Questa sala non è ancora aperta al pubblico.

Non sgattaiolare oltre le barricate, babbo! Ci sono cose che possono farti male sul retro! [1]

marblebar.jpg
opussig.jpg

.


.

Copyright 1997-1998:

  • Testo di Jon Winter
  • Ritratto di Magnum Opus di Chris Appelhans
  • Gargoyle di Zak Arntson

Traduzione 2020-2021 di Cromatico

.



Bibliografia
1. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: Index su "Mimir.net" - vedi la pagina
2. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: Musée Map su "Mimir.net" - vedi la pagina
3. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: The Mezzanine of Lies su "Mimir.net" - vedi la pagina
4. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: The Library of Fools su "Mimir.net" - vedi la pagina
5. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: Vestibule Entrance su "Mimir.net" - vedi la pagina
6. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: The Hall of Terrible Silence su "Mimir.net" - vedi la pagina
7. Tradotto dalla pagina Musée Arcane: The Cellar of Dark Secrets su "Mimir.net" - vedi la pagina
8. Tratto dalla pagina "Voila!'s Dictionary of Planar Cant" su "Mimir.net" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License