Strato primo: Piana dei Portali Infiniti, o Pazunia (Plain of Infinite Portals)

Strato primo: Piana dei Portali Infiniti, o Pazunia (Plain of Infinite Portals)

"Abyss - Plane of Infinite Portals", cartolina dei Piani Esterni - by ronamis (Michael Malkin)

La Piana dei Portali Infiniti, chiamata comunemente Pazunia (poiché il demone Pazuzu vi è stato spesso avvistato), è l’anticamera per raggiungere tutti gli strati dell’Abisso. E’ una landa spoglia e inospitale di sabbia, polvere e ruggine, disseminata di crateri, spaccature e miriadi di fortezze di ferro che si estende a perdita d’occhio sotto un’impietoso sole rosso; non vi sono piante né segni di vita, ma lo strato è attraversato dal limaccioso fiume Stige. Le spaccature e le voragini sono tutte aperture verso gli strati più profondi. Inoltre la Piana nasconde numerosi portali verso Pandemonium, Sigil e il Piano Astrale. Vicino alle voragini nascono ogni tanto delle forge, che recuperano dagli strati inferiori il combustibile per le fornaci (sullo strato non c’è nulla che possa servire ad alimentarle). Dagli approdi sullo Stige viene infatti inviato il grosso delle truppe verso il fronte della Guerra Sanguinosa, e i Molydei pattugliano lo strato in lungo e in largo reclutando e punendo i disertori. Le fortezze di ferro solitamente ospitano fisicamente i corpi di demoni maggiori intenti a viaggiare nel Piano Astrale, protetti dai loro servitori e fungono da punto di raccolta per gli eserciti demoniaci in marcia verso la Guerra Sanguinosa. I Signori dei Demoni dedicano molto tempo a fortificare queste cittadelle contro gli assedi, per proteggere i loro corpi inermi dagli attacchi degli altri demoni, che molto spesso cercano di eliminare i loro rivali approfittando della loro temporanea vulnerabilità.

Abitanti

Non esiste un vero signore dello strato qui. Orde di migliaia di Tanar’ri viaggiano in gruppo e forti del loro numero devastano qualsiasi cosa trovino sul loro cammino. Queste orde e i Molydei reclutatori sono i veri padroni dello strato.
Hanno una fortezza su questo strato anche i Principi Demoni Ahrimanes, Aseroth, Dagon e Eblis. Il fiume Stige corre sinuoso sulla superficie del primo strato; alcuni canali dello Stige si tuffano nelle fosse raggiungendo altri strati, mentre da altre fosse affluenti che sgorgano si congiungono al fiume percorrendo a ritroso verso l’alto le pareti scoscese dando vita a bizzarre cascate capovolte.

Luoghi d’interesse

  • Avamposto Infranto (Broken Reach): E’ la città costruita tempo addietro da una Succube chiamata Sudario Rosso (Red Shroud) sul portale che conduce a Plague Mort nelle Terre Esterne. Dall’esterno appare come un’ammasso di torri in rovina circondate da muri e barricate eretti in modo confusionario, ma la città ha retto a diversi assalti di orde di demoni, da parte dei githzerai e anche di un Signore Abissale minore. Sudario Rosso comanda la città col pugno di ferro, e la sua reputazione come avvelenatrice e come preziosa fonte di informazioni è ben meritata. Avamposto Infranto è un piccolo porto di mare, dove vettovagliamenti e merci non mancano mai, anche se a prezzi esorbitanti. La città si sviluppa in gran parte sottoterra, con celle spelonche e angusti cunicoli.
  • Fortezza di Gallowsgate: E’ una delle più grandi fortezze dello strato. E’ la dimora di Jaranda, una Marilith che comanda un Goristro, tre Babau, sette mandrie di Armaniti e una miriade di mani e Rutterkin. Nonostante le dimensioni, Gallowsgate è una città che cade letteralmente a pezzi, nonostante i vari sforzi per ristrutturarla. I doomguards sono piuttosto popolari qui.
  • Styros: E’ una fatiscente baraccopoli costruita sulle sponde dello Stige per servire da porto d’imbarco verso la Guerra Sanguinosa. E’ qui che i Molydei radunano le loro truppe e le inviano al fronte. Metà delle truppe imbarcate di solito finisce annegata nello stige, ma viene considerato un prezzo accettabile.
  • Laghi di Ferro Fuso (Lakes of Molten Iron): Al di là delle fosse e delle fortezze, un punto d’interesse dello strato è la regione dei Laghi di Ferro Fuso, una serie di crogioli di vario intenso calore, dove i Tanar’ri Veri forgiano il metallo e da cui provengono tutte le armi e tutte le mura di ferro che costituiscono le fortezze dello strato. I laghi sono una risorsa importante per i Tanar’ri, e Baatezu e Yugoloth hanno più volte provato a prenderne possesso. La fortezza abbandonata di Ferrug, che sorge nei pressi dei laghi, è al momento presidiata da una forza di demoni incaricata da Demogorgon di proteggere la preziosa risorsa ferrosa.
  • Torre di Chiryn la succube
  • Fortezza della Scala Crollata (fortress of the fallen stair)
  • Fortezza di Mithrengo: E’ la fortezza più vicina a Broken Reach.
  • Fortezza di Raazorforge

MAPPE

Mappa di gioco del primo Strato dell'Abisso (Broken Reach, Styros, Gallowsgate) - dagli sviluppatori di UO Planescape Shard

Broken Reach e dintorni su Pazunia

GALLERY

"Plane of Infinite Portals" (commissione per il gruppo di Grimuar Sferowca - grimuar.pl) - by ronamis (Michael Malkin)

La cittadella di Broken Reach - nwn2planescape.com

I Laghi di Ferro Fuso su Pazunia, dove infuria la Guerra Sanguinosa - nwn2planescape.com

La Piana dei Portali Infiniti

La Piana dei Portali Infiniti

La Piana dei Portali Infiniti

La Piana dei Portali Infiniti - screenshot dal modulo "Planescape: Purgatorio"

La Piana dei portali infiniti - by C. Critchlow

"Abyss - Plane of Infinite Portals" - by IBuro


Bibliografia
1. James Jacobs, Erik Mona, Ed Stark, Codex Immondo I: Orde dell'Abisso, Wizards of The Coast e Hasbro, 2006-06
2. Bruce R. Cordell, David Noonan, Jeff Grubb, Dungeons & Dragons - Manuale dei Piani, Wizards of the Coast e 25 edition, 2005
3. Lester Smith e Wolfgang Baur, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – Planes of Chaos: The Book of Chaos, TSR, 1994-07 (cod. 2603)
4. Lester Smith e Wolfgang Baur, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape – Planes of Chaos: The Travelogue, TSR, 1994-07 (cod. 2603)

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License