Piano Quasielementale del Minerale (Plane of Mineral)

Piano Quasielementale del Minerale (Plane of Mineral)

Il Piano del Minerale - by Adam Rex

E’ questo il vero “scrigno del tesoro” del Multiverso, e la meta di qualsiasi nano che viaggi tra i piani. Ferro, argento, oro, zaffiri, diamanti, ovunque in questo buio piano sotterraneo corrono vene minerarie al di là di ogni immaginazione. Certo, solo un testa bacata penserebbe che basti arrivare e arraffare…

Caratteristiche del piano

  • Verso i piani dell'Energia Positiva e dello Splendore caverne e tunnel cominciano a risplendere e brillare. Le gemme e le formazioni di cristallo si concentrano soprattutto verso il piano positivo.
  • Spostarsi per il piano non è semplice. Oltre a dover scavare, bisogna fare attenzione a concrezioni e formazioni cristalline più affilate di una spada vorpal.
  • Il suono in questo piano si propaga e si amplifica fino a distanze incredibili. Si può udire addirittura il passaggio di creature eteree o fuori fase.
  • C’è il serio pericolo per gli extraplanari che sostano troppo di rimanere fossilizzati dalle energie del piano.

Abitanti del piano Minerale

Le cose che abitano questo posto non gradiscono affatto i visitatori indesiderati. Mephit, Tsnng, Crysmal, strane creature di mercurio e altri Quasielementali di Minerale si considerano guardiani di questo mondo. Xorn, Khargra e altre creature che vivono qui ma che provengono da altri piani sono in effetti malviste. I Dao sembra abbiano una sorta di patto che permette loro di estrarre minerali e ricchezze.

Crystalle si proclama archomental e signore del piano; non sembra essere particolarmente bellicoso.

Luoghi d'interesse e portali

  • Verso il centro del piano si trova la roccaforte di Crystalle, difesa da schere di golem e Crysmal.
  • Durast è una città nanica protetta dalle energie fossilizzanti del piano. Tuttavia è costantemente sotto assedio da parte dei nativi.
  • Hoard è l'unica vera città draconica del multiverso. La dottoressa Ijien Deepseeker parla di questo centro nella parte dedicata ai Piani Interni del suo trattato sui draghi. Di seguito vengono riportate le parole della studiosa: L'influenza di Hoard arriva molto lontano e avere la possibilità e l'autorità necessarie per diventarne cittadino è il grande sogno di molti draghi dei Piani Interni. Alcuni potenti clan di draghi fanno risalire le loro radici ad antenati cittadini di Hoard. Questa ostentazione delle discendenze genealogiche ricorda tanto quella del lignaggio di sangue nobile nelle società umane o elfiche, e sarebbe quasi comica o grottesca, se non si stesse parlando dei possenti draghi, che adducono alle proprie argomentazioni i loro tremendi poteri in grado di piegare menti e giudizi. […] Governata dai Draghi Gemmati, occupa una gigantesca caverna ovoidale larga più di 300 chilometri lungo l'asse più lungo e 160 chilometri per gli assi più corti. Le tane e le dimore delle centinaia di draghi abitanti si aprono lungo le pareti di roccia e titanici edifici che mettono in ridicolo le grandi costruzioni degli umani fungono da centri di potere. Anche se per alcuni, me compresa, risulta difficile vederla come una vera città, lo è senza dubbio dal punto di vista dei draghi, e fa pesare tutta la sua influenza. Hoard è un centro commerciale sul Minerale, e la via per far viaggiare le merci dentro e fuori dal Piano, di solito non gemme, oro o altre ricchezze, visto che i quasielementali si opporrebbero, ma armi, incantesimi, vettovaglie e tutto il resto. Hoard è governata da un concilio di cinque grandi dragoni, ciascuno in rappresentanza di una delle razze Gemmate, e ognuno dei quali ha passato i 3000 anni di età. Si riuniscono una o due volte all'anno, lasciando la gestione quotidiana della città in mano ai loro servitori umanoidi, che includono maghi draconici, draghi samurai, sacerdoti delle divinità draconiche, e ogni altro genere di umanoidi. Hoard rappresenta anche una specie di governo centralizzato per i Draghi Gemmati, organizzato sommariamente, ma pur sempre la più evidente rappresentanza di potere draconico unificato con un'influenza che si estende su tutti i Piani. Non posso dilungarmi troppo in questa sede sulla città di Hoard, ma posso comunque dire che emana una sensazione quasi palpabile di potere e maestosità, e chiunque la visiti può avere un assaggio della vera potenza rappresentata dai draghi.
  • Ai confini con il piano positivo si trova la Torre di Piombo, la più immensa e straordinaria forgia del Multiverso, che segna anche il punto di passaggio obbligatorio per il piano della vita. Anche questo bastione sembra disabitato, anche se attrezzato di tutto punto per il lavoro di forgiatura. Chi si sofferma troppo al suo interno, tuttavia, scompare misteriosamente.

Schema del piano

Bordi del piano del Minerale


Bibliografia
1. Jeff Grubb, Advanced Dungeons & Dragons - Manual Of The Planes, TSR, 1987-06, (cod. 2022)
2. David Cook, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. - Planescape Campaign Setting a dm guide to the planes, TSR, 1994-04, (cod. 2600)
3. Monte Cook e William W. Connors, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape - The Inner Planes, TSR, 1998-12, (cod. 2634)
4. Tradotto dalla pagina originale "Dragons Upon Many Planes" su "Planewalker.com", autore Mechalich, 04-2008 - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License