Piano Quasielementale della Polvere (Plane of Dust)

Piano Quasielementale della Polvere (Plane of Dust)

Il Piano della Polvere - by Adam Rex

Probabilmente è il paradiso dei doomguards, la dimostrazione entropica che tutto è destinato a diventare polvere. Un mare abrasivo e senza fine di polvere.

Caratteristiche del piano

  • Ai bordi del Piano della Terra, le caverne sempre più vaste lasciano il posto a enormi blocchi di roccia che collidono e si scontrano frantumandosi e sminuzzandosi. Vicino al piano della Cenere le polveri sempre più sottili si mescolano alle gelide particelle di cenere, diventando un mare abrasivo che risucchia anche il calore circostante. Consunzione è il territorio di confine con il piano del Sale dove la polvere si aggrega in granuli scintillanti e dove ogni fluido finisce per cristallizzarsi. il piano negativo crea invece un vuoto dove la polvere in balia delle energie elementali si aggrega in tempeste di mortali particelle. Non solo, qui l'energia negativa è tale da far letteralmente esplodere la materia.
  • A causa della natura del piano chiunque si trovi qui comincia lentamente a disfarsi e a diventare polvere.
  • L'energia negativa a volte riesce a far aggregare la polvere in vere e proprie ragnatele, praticamente indistruttibili se non tramite la magia (del livello di disintegrare); le vittime intrappolate in queste ragnatele vengono avidamente consumate fino alla dissoluzione.
  • a volte i piccoli vortici polvere elementale creati dai venti negativi, si uniscono, o meglio si divorano l'un l'altro, raggiungendo dimensioni ragguardevoli e diventando i cosiddetti diavoli della polvere, che cominciano ad aggirarsi per il piano in maniera casuale ma con una notevole capacità disintegrante.
  • Anche qui come negli altri quasipiani negativi ci si può imbattere in aree di pura energia negativa.

Abitanti della Polvere

E’ il Quasipiano dell’energia negativa maggiormente abitato, e roditori, insetti, creature e mostri di sabbia nuotano ovunque insieme ai mephit in questo mare, come ad esempio i centopiedi Tabbit, i Verd, roditori rossastri che si appallottolano o i Khirith, pipistrelli marroni che nascono come larve e si rinchiudono in bozzoli; i quasielementali sono solitari e decisamente violenti, mentre le altre creature di sabbia abbastanza intelligenti tendono a creare comunità e regni, per propria difesa. Si trovano i predatori delle dune, delle comunità di giganti delle sabbie, gli Skriaxit chiamati sul primario "tempeste di sabbia viventi", i vortici di polvere, i mostri di sabbia, i sandling, gli uomini del sonno, i non-morti scheletri decrepiti o wight della polvere; gli Hakeashar sono piuttosto numerosi su questo piano e si muovono in gruppi numerosi. A volte si possono incontrare dei dao, delgi xorn o anche dei nishruu.

Alu Kahn Sang è un quasielementale abbastanza potente da aver radunato un esercito assetato di sangue.

Luoghi d'interesse e portali

  • L'immensa cittadella Alluvius ai bordi del Piano Negativo è il più importante avamposto dei doomguard. Le fondamenta poggiano su di un enorme disco di roccia che ruota incessantemente, ed è protetta dall'erosione del piano.
  • Si pensa che i doomguards possiedano diversi portali per questo piano, ma non si sa altro. Un portale giace abbandonato e dimenticato in un angolo remoto di Elysium. Nel mezzo dei campi di battaglia della Guerra Sanguinosa, su Oinos a Carceri, un grande anello incrostato di ruggine a volte può essere usato come portale. Vortici sul primario si potrebbero trovare, con difficoltà, nel mezzo di deserti o simili. Il mondo di Athas è un ottimo candidato.

Schema del piano

Bordi del piano della Polvere


Bibliografia
1. Jeff Grubb, Advanced Dungeons & Dragons - Manual Of The Planes, TSR, 1987-06, (cod. 2022)
2. David Cook, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. - Planescape Campaign Setting a dm guide to the planes, TSR, 1994-04, (cod. 2600)
3. Monte Cook e William W. Connors, Advanced Dungeons & Dragons 2nd ed. Planescape - The Inner Planes, TSR, 1998-12, (cod. 2634)

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License