Porphatys

Porphatys

Caratteristiche

Sul quinto strato di Carceri vi sono implacabili tempeste di nevischio nero, che sferzano un gelido e grigio oceano. Ogni sfera planetaria assume queste caratteristiche. Il nevischio nero e l'acqua che ne deriva sono leggermente acidi, in grado di infliggere danni anche per brevi periodi di esposizione, purché diretta. A causa di queste condizioni avverse, nessuna struttura artificiale riesce a durare a lungo. Inoltre sono ben poche le zone in cui vi sono terre emerse. Quasi tutte non sono altro che piccole isole, grandi quanto un banco di sabbia, appena sufficienti per affiorare al di sopra delle onde. Molti degli abitanti di questo luogo ne affollano le cime, cercando disperatamente un aiuto per lasciare questo luogo. Tuttavia, nonostante le loro promesse ricompenseranno qualsiasi aiuto con il tradimento, non appena se ne presenterà l'opportunità.

Su questo strato vive un altro titano esiliato, ma il suo palazzo è sprofondato per metà nell'acqua e sta lentamente cedendo sotto l'erosione delle onde acide del mare.

Luoghi notevoli

Nave dei Cento

Una caravella color bianco spettrale, priva di qualsiasi equipaggio alla guida, solca le gelide profondità dei mari di Porphatys ed è chiamata Nave dei Cento, oppure Caravella Bianca. Questa nave si sposta tra le isolette delle sfere del quinto strato, scomparendo e ricomparendo su molte di queste, raccogliendo chiunque sia abbastanza coraggioso o sciocco da accettare un passaggio. A bordo i passeggeri potranno constatare che nessuno governa la nave e che la stiva e i ponti inferiori sono pieni di quelli che sembrano esattamente cento sarcofagi di pietra privi di qualsiasi decorazione.

Nessuno è mai riuscito ad aprire un sarcofago e a sopravvivere per raccontare ciò che ha visto. Ogni volta che qualcuno tenta di farlo, una calamità sconosciuta di qualche tipo distrugge tutte le creature che sono a bordo e la volta seguente che la nave arriva in un nuovo porto è completamente priva di vita. Solitamente la nave è sempre piena di viaggiatori, alcuni ne fanno anche la loro dimora temporanea, ma non vedono di buon occhio qualunque incauto che cerchi di aprire un sarcofago.


Bibliografia
1. Bruce R. Cordell, David Noonan, Jeff Grubb, Dungeons & Dragons - Manuale dei Piani, Wizards of the Coast e 25 edition, 2005

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License