Una Questione di Dimensioni - Puras Ignitus

Una Questione di Dimensioni - Puras Ignitus

.

I Piani Interni: essi sono la Sorgente e la Destinazione.1

Probabilmente riterrai che egli sia stato tendenzioso, essendo un genasi del fuoco e così via, ma Puras Ignitus pensa che i primi e i principali piani nel multiverso siano i Piani Interni. Egli dice: "Tutti gli altri piani sono composti dagli Elementi. Senza di essi, nulla avrebbe sostanza. La filosofia va molto bene, ma se la gente che ne parla non esistesse, neppure essa sarebbe davvero rilevante!"

La costruzione fatta da Puras dei Piani Interni è un sofisticato modello tridimensionale, simile per forma ad una sfera. Attorno all'equatore della sfera sono situati i Veri Elementi e dove essi si sovrappongono, i Piani Paraelementali.

I Piani dell'Energia Positiva e Negativa sono posti rispettivamente allo zenith e al nadir della sfera, e dove essi si sovrappongono ai Veri Elementi si originano i Piani Quasielementali Positivi e Negativi.

[ Voilà desidera segnalare che questo Puras non spiega perché i Piani dell'Energia e i Paraelementali non si sovrappongano! Ad ogni modo, questo tema spinoso è risolto da Kristias Fireflight nel suo saggio sui Quasipiani Esotici ]

Una mappa dei Piani Interni secondo Puras Ignitus - by Jon Winter

Visualizzati in questo modo, i Piani Interni appaiono piuttosto simili ad una Gabbia. Ogni gabbia deve contenere un prigioniero (chiedi soltanto alla Signora del Dolore), e questa non fa eccezione, tagliacci. Al centro dei Piani Interni, vincolato da tutti gli elementi necessari alla sua stessa costruzione, giace il Primo Materiale.

Il Primario, infatti, si presenta come una mescolanza di tutti gli elementi poiché i Piani Interni si sovrappongono in modo imperfetto all'interno della gabbia. Alcuni Mondi Primevi giacciono più vicini a uno dei componenti della gabbia, e di conseguenza ciascuno di essi tende verso quell'aspetto.2

Prendi Athas, per esempio. Puras specula che questo dannato mondo di deserti brucianti si trovi da qualche parte vicino al margine estremo del Primo Piano Materiale, molto vicino ai Piani del Fuoco, del Magma, della Cenere e della Polvere. È per questo che è così dannatamente orribile vivere in quel luogo. Il fatto che sia vicino alla periferia spiega perché raggiungerlo sia così difficile. Il misterioso Piano Grigio potrebbe essere spiegato dalle strane proprietà che l'etere adotta nei pressi del margine dei Piani Interni.

L'etere, vedi, permea i Piani Interni e il Primario come un solvente. Esso lambisce tutti questi piani dissolvendo un po' di qua, un pezzo di là, e assicurando che ogni cosa rimaga quanto più pura possibile. O può darsi che l'etere sia responsabile della miscela di elementi che forma il primario: nessuno è completamente sicuro circa questo punto.

I rossi più svegli si saranno probabilmente già chiesti come tutte queste sovrapposizioni di piani influenzino la loro capacità di viaggiare da Piano Interno a Piano Interno. Innanzitutto, ciò è diverso dai Piani Esterni. Non importa quanto lontano tu possa camminare nel Grande Anello, non sarai mai in grado di passare da un piano al successivo senza usare un portale. Quantomeno, questo è quello che dice la cantata. Be' ciò semplicemente non è vero nei Piani Interni, o almeno così dice Puras…

Vedi, se conosci il buio, come gli elementali e i genii, tu puoi, per esempio, camminare verso il Fuoco nel Piano della Terra. Ti sembrerà che il Piano della Terra diventi più caldo e più liquido, finché esso non diventerà lava e cederà il posto al Piano Paraelementale del Magma. Analogamente, continua verso il Fuoco attraverso il Magma e il denso liquido diventerà più sulfureo e più caldo, fino a prendere spontaneamente fuoco — il Piano del Fuoco.

Il punto è che nessun ramingo dei piani è mai stato in grado di trovare la strada da un Piano Interno al successivo senza una guida elementale o qualche altro nativo. Perché? Puras dice che la spiegazione è tutta nelle dimensioni del piano. Anche se un primino penserebbe che, poiché gli Interni devono sovrapporsi, di conseguenza non possano essere infiniti, nella realtà dei fatti essi lo sono. Davvero infiniti per la verità. Gli elementali, tuttavia, sono in grado di percepire qualcosa che le razze native del Primario semplicemente non possono concepire — una quarta dimensione spaziale.

Pensaci — nei Piani Interni, puoi muoverti a destra e a sinistra (è la prima dimensione), verso l'alto o verso il basso (è la seconda), avanti o indietro (è la terza). Puras sostiene che gli elementali possano muoversi anche ana e kata (è così che essi chiamano queste direzioni). Apparentemente, ciò significa che essi possono muoversi dentro e fuori l'Etereo Superficiale o da uno stato di materia al successivo. Anche ogni creatura che li segua può muoversi in queste direzioni — semplicemente esse non hanno mai capito che lo stavano facendo. Almeno in teoria, se un umano potesse visualizzare questa Quarta Dimensione potrebbe fare il viaggio per conto proprio. Puras ritiene che questo sia semplicemente impossibile: ecco le sue testuali parole in merito:

"I nativi del Primario semplicemente non sono in grado di vedere la Quarta [Dimensione]. Forse non l'hanno semplicemente mai sviluppata, o forse i loro poteri ritengono che sia meglio non concedere loro questa possibilità. Forse neppure i poteri vedono questa dimensione, ed è per questo che essi si tengono per lo più lontani degli Interni."

Perché i primini non hanno mai imparato a vedere la Quarta? Suggerisco che sia una questione di necessità. Dopo tutto, non è che ogni giorno un leone o una tigre ti balzino addosso dalla Quarta Dimensione, perciò forse il bisogno di saperla comprendere non si è mai manifestato. Puras afferma che la Quarta Dimensione spaziale esista nel Primo Piano Materiale; lì, però, essa risulterebbe molto debole e forse in declino. Egli ritiene che questa possa essere la ragione per cui i maghi possono vincolare gli elementali alla loro volontà sul Primario — essi arrivano confusi e disorientati dalla carenza della Quarta.

Secondo le più antiche testimonianze, i Piani Esterni non hanno mai avuto una Quarta Dimensione. In realtà, i medesimi libri affermano che la Terza sia in declino lì — potrebbe essere perché quei piani sono impilati in strati, dice Puras. Se questa congettura ti spingesse alla conclusione che forse i Piani Interni hanno avuto una Quinta Dimensione, concorderesti con Puras. Egli non può provarlo (e rifiuta di parlarmene ancora), ma potrei azzardare che le dimensioni dello spazio così come noi le conosciamo stiano soccombendo all'entropia su larga scala.

Forse gli Affondatori hanno ragione, dopotutto…

.



Copyright 1998 by Jon Winter
Traduzione 2016 by Cromatico


Bibliografia
1. Tradotto dalla pagina "Mapping the Infinite: The Inner Planes" su "Mimir.net" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License