Strato 222: Shedaklah, Le Fosse delle Fanghiglie (Slime Pits)

Strato 222: Shedaklah, Le Fosse delle Fanghiglie (Slime Pits)


Questo strato abissale, il 222°, viene comunemente chiamato le Fosse delle Fanghiglie (Slime Pits), una fetida melassa di ribollente limo e caustico protoplasma a perdita d’occhio, detto anche il Mare Amebico. Una porzione dello strato è sotto il dominio di Jubilex, la divinità delle melme. L’altra parte, composta anche da caverne fittamente intrecciate, appartiene a Zuggtmoy, la Signora dei Funghi.
Il suo reame pullula anche di Ascomiceti, Basidirond, Muffe Marroni, Gialle e Rossiccie, Protoplasmi Neri, Marroni e Grigi, Melme Grigie, Fanghiglie Verdi e Olivastre, Mangiacervelli e Ustilagor, Amebe Paglierine, Ficomidi, funghi Violacei e Zygom.
L’influenza di Zuggtmoy si estende comunque a diversi altri reami sparsi per gli strati dell’Abisso, che appaiono di solito come normali territori invasi e soffocati da funghi e illuminati da una indistinta luce purpurea.
In questo strato tutto è marcescente e ogni sorta di melme, gelatine e simili vivono disgustosamente ammassate in questo acquitrino dai colori innaturali. Il tanfo è insopportabile, e cose come acqua o cibo imputridiscono appena introdotte nello strato, trasformandosi in melme senzienti. Tuttavia demoni come i Bar-lgura riescono a viverci.

Luoghi d’interesse

  • Palazzo di Jubilex: Quello che dovrebbe essere il palazzo di Jubilex, è in realtà il più grande ammasso di immondizie e rifiuti che si possa incontrare. Intorno ad esso Mane, Bar-lgura e altri tipi di demoni si affollano e si aggrediscono l’un l’altro.
  • Abbraccio di Jubliex: nel mare di melma dello strato c’è un’area, chiamata Abbraccio di Jubilex, dove un fondale poco profondo di fango ospita una foresta sommersa di funghi; il flusso della melma in questa baia di fango è talmente incanalato da creare forti correnti e occasionali vortici e riflussi, molto pericolosi nonostante il livello basso della melma. Qui si possono incontrare anche mephit della melma e paraelementali del fango, oltre a qualche folle umano servitore di Jubilex.

MAPPE

Una sezione mappata di Shedaklah

GALLERY

Paludi di Shedaklah - by E. Gist

Il Reame del Fetore nello strato di Shedaklah - by Jim Nelson


Bibliografia
1. Bruce R. Cordell e Gwendolyn F. M. Kestrel, Dungeons & Dragons 3.5 - Atlante Planare, Guida del Giocatore ai Piani, Wizards of the Coast e 25 edition, 2007
2. James Jacobs, Erik Mona, Ed Stark, Codex Immondo I: Orde dell'Abisso, Wizards of The Coast e Hasbro, 2006-06
3. Bruce R. Cordell, David Noonan, Jeff Grubb, Dungeons & Dragons - Manuale dei Piani, Wizards of the Coast e 25 edition, 2005

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License