Società Illithid

Società Illithid

Anche gli schiavi hanno un ruolo nella società illithid - autore ignoto

Nonostante il loro aspetto alieno e rivoltante, gli illithid hanno una complessa struttura sociale estremamente ordinata; tutti hanno uno scopo all’interno della comunità, dal più insignificante schiavo fino alla mente antica. Gli individui che si trovano tagliati fuori dalle attività quotidiane, costretti per lungo tempo all’ozio ed all’apatia, tendono a perdere lentamente interesse nella vita o decidono di fuggire in luoghi dove sperano di poter trovare un compito adeguato a loro. Gli schiavi generalmente non sono immediatamente divorati, ed alcuni rari fortunati (se possa considerarsi una fortuna vivere come schiavi soggiogati mentalmente) arrivano a morire di vecchiaia. Vengono inizialmente adoperati per i più disparati lavori: dal pulire la città al massaggiare il cervello antico1, come soldati e cavie per ogni genere di esperimento. Ai più leali può essere concessa una certa dose di libertà, e vengono usati per lavori più complessi, come assassini, spie (sia tra gli illithid che tra i membri della loro razza), maestri artigiani e quant’altro. Alcuni sono fatti combattere fra loro in apposite arene; sui combattimenti - di solito a singolar tenzone - sono piazzate scommesse e ognuno degli schiavi coinvolti appartiene ad un diverso padrone: ogni illithid esorta il proprio schiavo dicendogli di essere stato gravemente offeso, insultato o minacciato da colui che lo schiavo affronterà nell'arena. Entrambi i combattenti ricevono simili suggestioni e ciò - data l'assoluta devozione degli schiavi - li carica con grande furia e sete di vendetta. Spesso i combattimenti si protraggono fino alla morte di uno dei due contendenti a meno che entrambi non si danneggino reciprocamente al punto da rischiare di non poter più combattere: in quel caso, i rispettivi padroni possono prendere in considerazione un pareggio; ciò significa che lo scontro fra i due schiavi andrà ripetuto quando entrambi saranno stati risanati.

Una comunità media di illithid può avere anche dieci volte più schiavi rispetto al numero di mind flayer. Solitamente ogni illithid ha almeno due schiavi personali, sebbene gli illithid più anziani e influenti possano vantarne di più. Dato che per il nutrimento è sufficiente un cervello al mese, non è necessario tenere un vasto numero di schiavi a questo scopo: essi, normalmente non superano il 10% degli illithid e vengono rinnovati di continuo; in attesa di essere divorati, si occupano anche della pulizia della comunità, degli altri schiavi e degli altri bisogni dei loro signori. Un numero maggiore di schiavi (anche pari o superiore al numero degli illithid) è destinato alla milizia, dove tramite poteri psionici, incantesimi e quant’altro vengono resi adatti a combattere in nome dei loro signori illithid.

Alcuni infine sono destinati ad essere sottoposti a vari esperimenti volti a renderli schiavi migliori e più utili, o sono sottoposti alla cerebromorfosi. Gli illithid si preoccupano che i loro schiavi siano sempre puliti, ben nutriti, sani, sottomessi e fanno in modo che possano riprodursi tramite apposite sessioni di procreazione. Anche la riproduzione degli schiavi spesso rientra negli esperimenti compiuti dagli illithid, quindi non è raro trovare strani ibridi nelle loro comunità. Le relazioni tra illithid sono estremamente complesse da capire. Anche in una città di loro simili, all’interno del loro stesso credo, essi sono individualisti estremamente competitivi, covando una profonda avversione a condividere i loro poteri mentali. Ad ogni modo, per quanto possa essere profondo l’odio o aspra la competizione tra due illithid, essi saranno sempre pronti a mettere da parte i loro attriti per un bene superiore, sia esso la difesa della comunità da un’orda di vampiri o la conquista di una città. Gli illithid ritengono che quando si uniranno al cervello antico, essi avranno un grado nella nuova gerarchia tra le altre personalità proporzionale al loro grado ed agli altri obiettivi raggiunti (o falliti), quindi le lotte per il potere all’interno della politica illithid sono comuni. Il grado di un illithid all’interno della gerarchia della sua comunità è stabilito dalla sua anzianità, dai suoi meriti sul campo, e dallo sviluppo dei suoi poteri psionici. Essi comunque non dimostrano alcuna condotta deferente verso i superiori eccetto per l’obbedienza ai superiori, essendo tali atteggiamenti propri solo degli schiavi ed inadatti a creature libere. Il livello gerarchico più alto al di sotto del cervello antico è la Concordia degli Anziani, un consiglio di illithid rappresentanti dei vari credi. Quando gli obbiettivi di più comunità coincidono e decidono di collaborare, le Concordie delle varie comunità si fondono e formano un nuovo gruppo chiamato Gran Concordia degli Anziani, che sorveglia gli sviluppi per il raggiungimento dell’obbiettivo per il quale è stato formato, e si scioglie non appena l’obbiettivo è raggiunto o diviene irrealizzabile. I membri della Concordia decidono gli obbiettivi della comunità, votano o pongono il veto su progetti ed azioni di altri illithid della comunità, supervisionano ai dibattiti, arbitrano le dispute tra i gruppi di illithid e, più in generale, si curano di tutto quello che potrebbe risultare importante per la comunità. Essi eleggono anche gli ufficiali illithid: gli aedilator, i quastor ed i vigileator.

  • Gli aedilator fanno rapporto alla Concordia degli Anziani e sono responsabili delle questioni di tutti i giorni della comunità. Ognuno di loro è responsabile per l’ordine pubblico, per le riparazioni o altri lavori pubblici e si occupano delle dispute tra singoli illithid.
  • I quastor sono responsabili delle finanze della comunità, e normalmente sorvegliano i fondi disponibili al Concordato degli Anziani, solitamente formato con i soldi versati dai vari credi affinché vengano riconosciuti come ufficiali, ma anche da alcune attività proprie del Concordato. Si occupano anche di inviare o contattare mercanti in tutto il Sottosuolo. I mercanti inviati dal quastor si occupano di solito della compravendita di speciali mercanzie e materiali rari, forse anche del commercio di cervelli con razze prive di scrupoli.
  • I vigileator si occupano direttamente dalla sicurezza di una comunità illithid. Il corpo di sicurezza di una comunità illithid si compone di tre parti: ordine interno, forze di attacco e difesa militare e servizi segreti. Un solo vigileator presiede ciascuna di queste forze di polizia. E costoro devono abbandonare l’affiliazione a qualsiasi credo servissero. Mostrare favoreggiamento o odio verso qualsiasi credo nello svolgimento del proprio compito comporta la perdita della propria posizione, ma i credi spesso cercano di influenzare i vigileator tramite il loro rappresentante nel Concordato degli Anziani.

Pagine correlate

Vedi anche:


Bibliografia
1. Tratto dalla pagina "Società Illithid" su "it.ldf.wikia.com" - vedi la pagina
2. Baker, Rich, J. Jacobs, S. Winter, Lords of Madness: The Book of Aberrations, Wizards of the Coast, 2005-04
3. Bruce R. Cordell, Monstrous Arcana: The Illithiad, Wizards of the Coast, 1998-04

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License