Stili di combattimento drow

Stili di combattimento drow


Quasi tutti gli abitanti della superficie che hanno avuto a che fare con dei drow, sono convinti che la loro unica tecnica di combattimento sia quella dell’uso di due scimitarre. Sciocchi.
I drow provengono da molte e differenti città, adorano diverse divinità, e hanno appreso molte sfaccettature degli usi e costumi di elfi, nani e umani. In questo modo, le tecniche di combattimento variano da città a città, e da individuo a individuo. Da quando tutte le città hanno una scuola d’armi, a cui tutti i guerrieri devono forzatamente partecipare, i guerrieri drow hanno acquisito una basilare conoscenza di tutti gli stili di combattimento: dal volteggio aggraziato delle lame per disarmare un nemico, ai prepotenti e irresistibili colpi, mirati a mordere in profondità la carne degli avversari.
Questa è una visuale sui più comuni stili di combattimento usati dagli elfi scuri. Quasi tutti i drow si specializzano su un particolare stile di combattimento, ma i combattenti più esperti conoscono diverse tecniche, così da poter essere più versatili e imprevedibili in battaglia.

Elenco degli stili

Bautha Z’hin - Schiva e Avanza

Lo stile Bautha Z’hin, che significa “schiva e avanza”, si fonda sulla naturale agilità e sull’armatura leggera che gli elfi scuri preferiscono indossare. I drow circondano i loro avversari e li attaccano da tutti i lati, usufruendo di questo stile in modo particolare contro creature che dispongono di una vasta gamma di attacchi a lungo raggio. Lo stile enfatizza la capacità di schivare i colpi e la grande destrezza dei drow. I praticanti di questa tecnica spesso apprendono dagli elementi basilari della tecnica Orb Alur, vantandosi del fatto che mai siano stati toccati durante una battaglia.
I guerrieri che adottano questo stile sono solitamente paragonati ai guerrieri che usano lo stile Z’har A’thalak, in modo particolare per la caratteristica posizione iniziale del corpo, e dalle figure successive, atte a sfiancare il nemico.
Questa tecnica è preferita dai ladri, e dai ladri-guerrieri. Molto diffusa anche fra i chierici di Eilistraee e Vhaeraun.

Draa Velve - Due Spade

Sono in verità pochi i drow che praticano lo stile di combattimento del Draa Velve, perché la naturale abilità richiesta per questo particolare stile di lotta è molto rara. Il suo nome significa “due spade”, e richiede un’ottima proprietà di controllo e sincronia fra le due mani.
I seguaci di questa tecnica combattono con un’arma per ogni mano, e usano una delle due sia per parare che per attaccare, mentre con l’altra attaccano solamente. In questo modo una delle due spade funziona addirittura meglio di uno scudo. Alcuni elfi scuri privi del perfetto bilanciamento richiesto per entrambe le mani, studiano le basi di questa tecnica, sperando poi di poter acquisire il bilanciamento necessario tramite anni di esperienza, o tramite artifici magici. E’ comunque necessario essere ambidestri per poter apprendere questa tecnica.

Jivvin Golhyrr - Divertente Inganno

Per molti versi similare alla tecnica Kyorlin Plynn, la Jivvin Golhyrr è una tecnica difensiva che sfrutta le debolezze e le carenze tecniche dell’avversario, fino a portarlo a inciampare e cadere, rendendolo vulnerabile ai propri attacchi, emulando e fingendo in se stessi delle debolezze inesistenti. Il nome della tecnica significa “divertente inganno” e nasce dalla naturale attitudine di ogni drow a mettere l’avversario nella posizione umiliante di uno schiavo o di un servitore. I drow più capaci, in modo particolare, adorano umiliare il loro avversario prima di portare il colpo mortale, e i seguaci di Lolth sono i migliori in questo stile proprio per questo motivo.
Gli studenti del Jivvin Golhyrr studiano anche la tecnica del Kyorlin Plynn, e viceversa.

Kyone Veldrin - Vigilare nell'Ombra

Tutti i drow hanno la capacità naturale di creare l’oscurità con un incantesimo (i globi di tenebra). E mentre tutti imparano a utilizzarli per sorprendere, disorientare e separare gli avversari, alcuni di loro li applicano nello stile di combattimento Kyone Veldrin, che significa “vigilare nell’ombra”. Gli studenti di questo stile possono localizzare perfettamente i loro avversari nel mezzo dell’oscurità più assoluta, e colpirli con incredibile precisione, a dispetto della loro effettiva cecità. Normalmente, squadre di specialisti di questo stile e dello stile Luth Alur, si uniscono per formare speciali e letali squadre d’attacco, con gli esperti di Kyone Veldrin che combattono nel bel mezzo dell’oscurità, e gli esperti di Luth Alur che colpiscono a morte i nemici che provano a scappare e ad allontanarsi dai globi di tenebra.

Kyorlin Plynn - Guarda e Prendi

I drow più conservatori, e quelli che necessitano di catturare o prendere il loro avversario vivo (solitamente per interrogatori), o più semplicemente per umiliare i loro avversari, usano la tecnica Kyorlin Plynn, letteralmente “guarda e prendi”. Lo stile usufruisce di tattiche difensive ed efficienti metodi per disarmare, atti a mettere l’opponente in difficoltà e negargli l’effettiva possibilità di combattere. Quasi tutti i gruppi di guerrieri drow hanno fra le loro fila un esperto di Kyorlin Plynn, utilizzato solitamente per combattere contro il più forte di una squadra di nemici. Il suo compito è quello di tenere l’avversario occupato finché gli altri drow non hanno annientato il resto del gruppo, per poi poterlo fronteggiare tutti assieme. Molte sacerdotesse di Lolth, visto che sono solite prendere prigionieri, imparano questo stile per torturarli o interrogarli.

Luth Alur - Colpo Superiore

Gli elfi scuri sono minuti quanto i loro cugini di superficie. Per questo motivo molti di loro preferiscono stare fuori dal pericolo immediato quando è in corso un combattimento. Lo stile del Luth Alur, che significa “colpo superiore”, è perfetto per chi necessita di colpire un nemico con una accurata precisione senza però essere a sua portata di mano. Lo stile richiede un occhio attento e braccia salde. Quei rari drow che sanno usare un arco convenzionale riescono a colpire più velocemente e con più precisione del normale, ma visto che quasi tutti i drow usano balestre, la tecnica diventa più difficile. Per questo è molto raro il suo uso. Ciononostante, in ogni squadra di drow ci sono sempre almeno due di questi esperti e nelle guerre a larga scala ci sono addirittura interi squadroni di balestrieri. La tecnica viene comunque solitamente usata per le imboscate.

Orb Alur - Ragno Superiore

La tecnica di combattimento Orb Alur combina i migliori elementi del Bautha Z’hin e del Kyorlin Plynn, e richiede lunghi periodi di studio prima di poterla padroneggiare al meglio. Chiamata “il ragno superiore”, questa tecnica enfatizza le ampie manovre che permettono ai suoi praticanti di colpire più avversari con il minimo sforzo. Normalmente essi piombano nel bel mezzo del gruppo degli avversari e (se hanno successo), riescono a colpire tutti i rivali con un colpo solo. Questo crea un effetto di scoraggiamento sul morale dei nemici, e spesso li induce alla ritirata. Di norma, i praticanti e conoscitori di questa tecnica, hanno molta considerazione nelle casate dei nobili drow, e ricevono da esse molti privilegi.

Phindar Streeaka - Nonocurante Temerarietà

Il Phindar Streeaka non è propriamente una tecnica di combattimento, quanto più uno stato mentale che il guerriero crea prima di uno scontro. Il suo nome significa “noncurante temerarietà”. Visto che questa tecnica denota la mancanza di finezza e stile, ed espone il fondamentale caos della società drow agli occhi di tutti, il suo uso e’ molto impopolare. Normalmente, solo piccole e primitive colonie di drow, o quelli che adorano la divinità Ghaunadaur, signore di melma e fango, la usano.
Il Phindar Streeaka non può usare tecniche che richiedano l’uso dell’intelletto sopra la forza bruta, e molti dei suoi fruitori usano tecniche comuni con lo stile Z’har A’thalak, sebbene queste tecniche vengano usate in modo improprio e approssimativo.

Sargh'elgg - Coraggio di Uccidere

La tecnica di combattimento Sargh'elgg si fonda su semplici elementi, ma richiede diversi anni di studio e specializzazione. Fa uso di armi leggere, o della tradizionale spada corta drow, ed è concepito per sfruttare al meglio sia l’arma, sia la naturale superiorità di destrezza dei drow. Il suo nome significa “coraggio di uccidere”. Alcuni stregoni addestrati alla disciplina marziale e i maghi imparano le basi di questo stile. Visto che Kiaransalee, Lolth e Vhaeraun prediligono queste armi per praticare lo Sargh'elgg, la disciplina è praticata anche da molti chierici. Questo è il più comune stile di combattimento usato dalle guardie drow, perché di fatto non esiste un drow che non abbia le capacità e le caratteristiche richieste per questo tipo di lotta.

Ust Sreen - Primo Pericolo

Il semplice stile di combattimento chiamato Ust Sreen che significa “primo pericolo”, enfatizza le rapide reazioni alla comparsa del nemico. La vigilanza è un costante stato mentale nella società drow, e per questo motivo questa tecnica è una di quelle base insegnate all’accademia d’armi. E' solitamente combinata con un'altra tecnica, perché degli eccezionali riflessi risultano inutilizzabili, se non accostati ad altri stili di combattimento. I drow addestrati in questa tecnica partecipano sovente alle pattuglie, armati di balestre con dardi avvelenati, in grado di eliminare un avversario prima che questi riesca a compiere la minima reazione.

Z’har A’thalak - Forza di Guerra

Lo stile Z’har A’thalak, che significa “forza di guerra”, non è molto comune fra i drow, perché pochi di loro hanno la necessaria forza fisica richiesta per imparare le necessarie manovre. Gli studenti di questo stile sacrificano la precisione a scapito della forza, e imparano come colpire attraverso il corpo di un avversario morente un altro nemico, o, nel peggiore dei casi, come frantumare le armi nemiche. Il maestro d’armi della casata Del’Armgo di Menzoberranzan, Uthegental Del’Armgo, era maestro in questa tecnica. I drow che utilizzano questo stile prediligono armi ingombranti, come spade lunghe, martelli, mazze, e asce leggere.
I seguaci di Selvetarm (protettore dei guerrieri e della guerra) lo usano comunemente.

Z’har Thalak - Guerra a Cavallo

Lo stile Z’har Thalak, che significa “guerra a cavallo” è praticato da quei drow di pattuglia che montano una cavalcatura, e fa uso dei vantaggi che si ottengono combattendo a cavallo di una bestia. Solitamente i drow cavalcano delle lucertole arrampicatrici, e questi particolari animali permettono loro di poter attaccare da tre diverse posizioni: dal terreno, da una parete, o da un soffitto. Berg’inyon Baenre, comandante delle truppe a cavallo della casata Baenre di Menzoberranzan, combatteva con questo stile, che rendeva la sua “lancia mortale” (una lunga lancia equipaggiata di artifici magici) ancora più letale e precisa.


Bibliografia
1. Tratto dalla pagina "Stili di Combattimento" su valmneira.com - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License