La Teoria Extra Dimensionale - Synjyn l'Esiliato

La Teoria Extra Dimensionale - Synjyn l'Esiliato

.

La Teoria Extra Dimensionale di Synjyn l'Esiliato

Quanto segue è stato registrato al Trianym da molti mimir ieri quando le campane hanno battuto sei rintocchi. Mentre l'oscurità iniziava a diventare più profonda e i ragazzi della luce iniziavano a riversarsi, due di loro hanno smesso di gridare "Vedici per un verde!" e "Una luce per la notte!" per collocare le loro torce di Gehenna alla base del palco centrale.

Dalle ombre dietro il leggio è apparso un uomo grigio grigio, la cui voce sussurrante, distintamente portata sopra il vocio, sembrava provenire direttamente dalle ombre dietro le orecchie degli ascoltatori. Egli ha detto:

Buonasera a voi, cittadini di Sigil, giusti e scellerati, planari, primevi, delegati e supplicanti. Il mio nome è Synjyn, noto per le strade come l'Esiliato. Cosa? No, io non sono un esule, ma i venditori di informazioni delle strade non riescono a capire né a pronunciare parole come "espatriato". Certo, non è facile aspettarsi cose sofisticate da babbi che pensano che "rosso", "tagliaccio" e "spaccaossa" siano appellativi di grande rispetto, giusto?

Ora, se avete tutti aperto le orecchie, vi collegherò alla cantata sul multiverso che ho ripreso dai Magi, una setta di lanciamagie e barbegrigie basata sul Piano delle Ombre. I Grigi, altro nome con cui sono noti, sono una sorta di anti-Indep. Essi pensano che ciascuno di voi fazionisti abbia un appiglio su ciò che è importante, che ciascuno possieda un'ombra della Verità. Loro mettono questi pezzi insieme in quello che chiamano la "verità grigia": deve trattarsi sicuramente di un buio allegro1, perché è una cantata comune fra le teste di pietra che questi maghi non abbiano mai bisogno di utilizzare chiavi magiche; la loro magia funziona ovunque, anche dove non dovrebbe. E quello che sto per rivelare è un bel pezzo di prima classe della verità grigia.

Il buio del multiverso non è l'essere composto di piani, babbi, ma l'essere composto di dimensioni. Nove per la precisione, tre gruppi di tre, un numero significativo. Ciascuna delle tre dimensioni all'interno di un gruppo è collegata, e i gruppi stessi sono chiamati Spazio, Tempo e Forma. Ora, alcuni di voi zolle potrebbero non afferrare del tutto cosa sia una dimensione, davvero, perciò, prima di tutto, vi chiarirò questo punto.

In primo luogo, una dimensione assicura come Sigil non sia un piano. Io non sto squaccando né dell'"extra-dimensionale" né delle "dimensioni parallele". Quelle sono parole primeve, coniate da vegliardi storditi che provano a spiegare come funzionino le borse conservanti, o perché ci siano più mondi del loro grazioso nido originario.

Quello a cui vi sto collegando è "dimensione" nel senso di misurazione, di definizione, di qualità. Le dimensioni di cui ogni piccola cosa nel Grande Anello e oltre deve essere parte, o voi non sapreste che è lì. Ora, comincerò con qualcosa di facile. Chiunque ha sentito del primo gruppo di tre dimensioni, quelle dello Spazio. Sono l'altezza, la larghezza e la profondità.

A questo punto, l'oratore ha allungato il braccio nella luce e ha disegnato… be', un diagramma tridimensonale nel bagliore delle torce dei ragazzi della luce. Con le sue dita che tracciavano linee di oscurità nell'aria, l'uomo grigio grigio ha disegnato tre linee, ciascuna ad angolo retto e tutte incrociate in un punto centrale. Le ha poi etichettate "X", "Y" e "Z".

Questa qui è l'altezza, o l'asse su-giù. Questa è la larghezza, o l'asse sinistra-destra. E questa è la profondità, o l'asse indietro-avanti. Ora, noi ovviamente abbiamo tutti misure in ciascuna di queste tre dimensioni. Lei, signore, sì lei, il githzerai magro davanti, lei possiede più altezza del piccolo halfling grasso che strizza gli occhi fra le sue gambe, ma lui ha più larghezza di lei. E quel bariaur in fondo ha più profondità di voi due messi assieme. Ma voi avete tutti almeno un po' di ciascuna delle tre dimensioni spaziali, giusto?

Bene, tutte le dimensioni sono come questa. Esse non sono luoghi che possiate visitare, non importa quali sermoni provi a inculcarvi qualche cronomante sballato.

Il che mi porta al prossimo gruppo di tre dimensioni, quelle del Tempo. Esse sono sequenza, probabilità ed entropia. Ora turatela, giovane Custode del Fato! Arriverò all'entropia, dammi un momento, anche se dubito che ti piacerà quello che questa teoria ha da dire sul tema.

A questo punto, l'uomo ha teso il braccio nella luce vicino al suo diagramma e ne ha disegnato un altro, esattamente simile al primo nella figura, ad eccezione del fatto che era etichettato "A", "B" e "C".

Ora, questa linea "A" qui è la sequenza, la dimensione temporale con cui la maggior parte di voi zolle ha familiarità. È la linea che procede dal passato al futuro. Non dovreste aver bisogno di me per spiegare la differenza fra ieri e domani. E dovrebbe essere ovvio al forestiero più testa bacata che chiunque esiste in questa dimensione perché altrimenti non stareste qui abbastanza a lungo da sentirmi squaccare la scassagrana in proposito.

Parcheggiate l'orecchio più vicino, ora, tagliacci, perché il resto di questa cantata è piuttosto arcano per la maggior parte della gente. Queste prossime dimensioni sono quelle che descrivono come i piani sono messi insieme, e io credo che quella sia la storia che siete venuti qui per propinare a chi vi sogghigna, eh?

La linea "B" è la probabilità. Questo è il continuum che misura causa ed effetto, e se le azioni che accadono in sequenza siano probabili o improbabili. Voi planari dovreste conoscere meglio questa linea come la linea fra il Caos e la Legge. Potete trovare Mechanus ad un capo di questo continuum, ed il Limbo all'altro. All'estremità legale di questa linea, solo ciò che è previsto accade. Ogni cosa è prevedibile ed ordinata. All'estremità caotica, tuttavia, accade di tutto.

Lasciate che vi faccia un esempio. Se io raccogliessi questa pietra e la usassi per colpire quel sergente Testaquadra laggiù, la maggior parte di voi tagliacci sa quale sarebbe il probabile risultato, ma esiste anche un certo numero di esiti meno probabili. Potrei mancare il colpo, la pietra potrebbe semplicemente rimbalzare sulla sua vecchia testa dura senza essere notata, o potrebbe anche trasformarsi spontaneamente in un bouquet di fiori a mezz'aria. Dipende tutto da dove accade che si trovino le cose sul continuum della probabilità.

Se alcuni di voi spaccaossa si sono mai chiesti come i Caotici possano compiere l'impossibile tanto spesso, ora siete collegati. Quei babbi del caos hanno semplicemente più improbabilità dentro di loro, come quel githzerai ha più altezza di questo halfling.

La dimensione della probabilità spiega anche ciò che alcune genti chiamano "dimensioni parallele". Vedete, se voi steste semplicemente fermi in tutte le altre dimensioni — quelle spaziali, la sequenza eccetera — e vi muoveste solo attraverso la probabilità, dovreste scivolare verso mondi del tutto nuovi, dove la sola differenza consiste nelle conseguenze delle decisioni e delle azioni. Viaggiatori di questo tipo potrebbero magari essere chiamati "Sliders", ma io non voglio aprire quella borsa di strega piena di larve!

L'ultima dimensione temporale è l'entropia, questa linea che ho chiamato "C". L'entropia è la misura di quanta energia positiva o negativa un oggetto possiede, se sta cadendo a pezzi o se si sta sviluppando o costruendo. L'esempio più ovvio da usare qui sarebbe stato il mio amico, Malachi il Vampiro, ma aveva un appuntamento a cena con un'adorabile giovane cosa nel Quartiere Basso, stasera, e non è potuto essere qui. Non importa, comunque, perché ogni fesso sa che un vampiro ha più energia negativa in lui rispetto, diciamo, ad un nano, come lei, signora. Anche al babbo sulla strada dovrebbe essere ovvio che il Piano Materiale Positivo descrive un'estremità di questo continuum mentre il Piano Materiale Negativo si trova a quella opposta.

Un'occhiata approfondita da sveglione porta a capire che l'asse "C" è anche la linea che può essere tracciata fra i Piani Esterni superiori e quelli inferiori. Pensateci. La gente dei piani superiori si concentra sulla vita e sulla creazione, sulla costruzione di bellezza e sulla pace. Nei piani inferiori tutto è guerra e morte, distruzione, malignità e desolazione. Questo tipo di parallelismo non è un caso, eh? No, le somiglianze fra i piani superiori e quelli positivi e quelle fra i piani inferiori e quelli negativi esistono perché questi piani giacciono tutti vicini sulla medesima gamma: l'entropia.

Ora, ecco la parte di questa cantata che rende l maggior parte dei Custodi del Fato felici quanto la sposa di un Gehreleth. Vedete, secondo i Grigi l'entropia è soltanto un continuum. Ogni incremento dell'entropia che qualcuno potrebbe osservare è soltanto un'illusione, causata dal cambiamento di posizione di quella zolla nel grande spettro dell'entropia. E potrebbe essere vero che noi stiamo tutti percorrendo la linea dell'entropia dal positivo al negativo, nello stesso modo in cui sembra che ci stiamo muovendo lungo la linea della sequenza dal passato al futuro, ma ciò non significa che si possa eliminare l'estremità positiva dello spettro, così come non è possibile eliminare il passato. Ogni socio che voglia provare sta per avere successo più o meno come un gruppo di ragazzi viziati della Scacchiera2 che, insieme, siano arrivati ad abolire l'"alto" perché preferiscono essere "giù".

A questo punto, uno dei Custodi del Fato, che avevano borbottato fra loro con rabbia, si è fatto avanti brandendo la sua spada. "Arrugginisci, tu, sermone sputa-escrementi! L'unica cosa che tu sai sull'entropia è che io sto per impalarti per la spina dorsale sulla punta della mia spada!"

La faccia dell'uomo grigio grigio si è percettibilmente indurita e rabbuiata. "C'è uno sciocco cresciuto nella forgia in ogni folla, sicuro come Sigil."

La moltitudine davanti al giovane Affondatore si è separata quando egli si è mosso verso la scalinata che conduceva al podio ma, ad ogni passo che faceva, le ombre di fronte a lui diventavano più nere e profonde. A metà della scalinata, la sua faccia pallida e risoluta e i suoi colori di Custode del Fato sono risaltati spiccando come lontane isole in un profondo mare d'ombra.

Ti mostrerò più entropia di quanta tu abbia mai ritenuto possibile se non stai giù, ragazzo. Ogni fesso che si mette contro di me sta per perdere una di queste due cose: la sua dignità o la sua vita. Ti suggerisco di scegliere la dignità, figliolo; ne possiedi di meno e la sua perdita non fa troppo male.

Io scelgo la tua vita!!

Il Custode del Fato ha ringhiato ed è balzato, e le ombre l'hanno inghiottito del tutto. La luce della torcia è rapidamente tornata a muoversi nel solito modo, ma non era possibile vedere nulla del giovane Affondatore. I suoi colleghi si sono raggruppati insieme per l'ovvia preoccupazione, ma non hanno più aperto bocca, apparentemente apprezzando questa insolita dimostrazione di distruzione.

Allora. Dov'ero rimasto? Ah, sì, l'ultima cosa sull'entropia.

Noterete che, con le linee "B" e "C", probabilità ed entropia, un barbagrigia potrebbe ricavare una buona rappresentazione del Grande Anello. Mechanus ed il Limbo sulle estremità opposte dell'asse della probabilità, ed Elysium e le Distese su ciascun capo dell'asse dell'entropia. Questo è il modo in cui i Magi raggruppano i Piani Esterni, ma essi hanno bisogno di un'altra dimensione per descrivere correttamente tutti e 27 i Piani Esterni.

Cosa? Sì, ho detto ventisette! Eravate fregati su Pandemonium o cosa? Non è colpa mia se non sapete contare oltre il diciassette. Tre triadi triple, questo è il numero esatto, la Regola dei Tre fino in fondo. Se non siete informati su tutti e 27 i Piani Esterni, avrete bisogno di vedermi personalmente più tardi; oppure, organizzatevi per un altro condimento molto grande, come quello pagato per questa cantata. Io squacco la mia scassagrana per quelli che sorridono solo se la grana è dal settimo cielo.

Ora, quell'ultima dimensione necessaria a costruire un modello corretto dei Piani Esterni è l'essenza, una delle dimensioni della Forma. Le altre due sono la materia e l'energia, a volte chiamate "massa" e "calore".

Dicendo ciò, l'uomo grigio grigio si è piegato in avanti e ha disegnato un terzo diagramma di ombre nell'aria, esattamente simile agli altri due. Ha etichettato i tre assi "M", "H"3 ed "E".

Le dimensioni spaziali descrivono quanto grande sia una cosa e dove essa esista in relazione ad altre cose e le dimensioni temporali descrivono quanto vecchia sia una cosa e quando possa esistere in relazione ad altre cose; le dimensioni della Forma, allo stesso modo, descrivono quanto una cosa sia spirituale e di che cosa essa sia costituita in relazione ad altre cose.

Gli assi di materia ed energia sono abbastanza autoesplicativi. La maggior parte dei rossi sa cosa siano la massa ed il calore, semplicemente non è collegata alla teoria secondo cui questi aspetti della realtà sono in realtà dimensioni. Le cose più calde giacciono più lontane lungo questa estremità dell'asse "H", quelle più fredde lungo quell'altra. Lo stesso vale anche per la massa: Le cose dense e cristalline esistono a questo capo del continuum "M", mentre quelle leggere ed aeree esistono presso l'altro.

Prendete le cimici scintilla4 per esempio. Si tratta di disgustosi piccoli insetti caldi che si trovano ovunque fra i Piani Interni del Fuoco e dell'Aria. Sono molto leggeri (e dunque risultano piccoli sulla scala della materia) ma molto caldi (e dunque hanno una posizione levata sulla scala dell'energia). Ed il loro habitat riflette ciò, come fa per la maggior parte delle bestiole dei Piani Interni.

Come risultato, potete mappare i piani elementali con le dimensioni di materia ed energia nello stesso modo in cui potete rappresentare il Grande Anello con gli assi di probabilità ed entropia. I piani del Fuoco e dell'Acqua giacciono sull'asse dell'energia, fra gli estremi del Ghiaccio e dello Splendore. Sul perpendicolare asse della materia, i piani elementali corrono dal nulla del Vuoto all'Aria, alla Terra, e infine al cristallo densamente compatto del Piano del Minerale.

E prima che qualche informatore agitato cominci a squaccare la scassagrana in proposito, lasciatemi dire che "Sì, so che il Ghiaccio si trova fra l'Aria e l'Acqua" e "Sì, so che non c'è una linea dritta dal Ghiaccio all'Acqua, al Fuoco, allo Splendore". Ma la fine non detta di queste frasi è la parola "Adesso". Quanto vecchi siete, spaccaossa, eh? Un decennio o tre? Un secolo? Un millennio? Due? Be', io sono più vecchio, e ricordo il modo in cui le cose andavano prima che i celestiali diventassero interiormente tutti alti e potenti e usassero la loro grande macchina sacra per aumentare il ghiaccio ed espellere la nebbia. Tribuna impicciona! Chiedete a Factol Skall se ne avete il coraggio! Lui è stato in giro abbastanza e conosce il buio di tutto questo. Le cose cambiano, babbi, e un giorno potrebbero anche tornare come prima.

Dato che il chiacchiericcio è già cominciato, posso anche svelare la posta in gioco. Se voi aggiungete l'asse dell'entropia alla mescolanza di materia ed energia, otterrete il modello completo a tre dimensioni dei Piani Interni; la maggior parte di voi ha già visto, o almeno sentito alcuni barbagrigia ululare5 in proposito. Questa è la mappa di cui avete bisogno per mostrare le relazioni fra tutti i 27 Piani Interni.

Sì, ventisette!!! Non sono stato ingrassato per insegnarvi la Regola dei Cinque!6. Sono stato in ognuno di essi, e ce ne sono ventisette, non sedici o diciotto! Per i Testicoli Contorti di un Tanar'ri! Se un numero non si può trovare sulle dita delle vostre mani o dei vostri piedi, metà di voi sognatori pensa che sia un puro Graal!7 Ora calmatevi e lasciatemi finire! Potete respingere l'intera cantata come insensata se volete, ma almeno ascoltatela con attenzione.

La terza dimensione della Forma è l'essenza. Potrebbe suonarvi insolito, ma tutti voi lo sapete già. Per i fischietti8 di sotto, conoscete persino le dimensioni: Dentro e Fuori. L'essenza è la linea che va dai Piani Interni ai Piani Esterni ed è la dimensione che misura quanto qualcosa sia astratto o spirituale. Ciò che è più concreto — luoghi e cose elementali — può essere trovato sul lato "interno" dell'asse E, mentre ciò che è più astratto — luoghi e cose influenzati dalle credenze — può essere trovato sulla parte "esterna" dell'asse E. Il Primario, certo, sta esattamente nel mezzo.

Come ho detto prima, aggiungendo la dimensione dell'essenza alla mappa probabilità-entropia del Grande Anello è possibile costruire un modello corretto dei Piani Esterni, includendo tutti gli strati. Vedete, man mano che si prosegue negli strati di un piano, essi diventeranno più astratti e soggetti all'influenza della fede. E noterete che questo viaggio sembra procedere verso l'"alto" su alcuni piani (come Monte Celestia) e verso il "basso" su altri (come l'Abisso). In realtà, tuttavia, un ramingo dei piani che viaggi in questa direzione sta procedendo soltanto in un modo: verso l'"esterno". Questa caratteristica dell'essenza può essere riscontrata anche nelle Hinterlands9. Una volta che avete superato le città portale, non vi state semplicemente allontanando dalla Spira, vi state anche muovendo "verso l'esterno", in reami di astrazione sempre più grande.

Ora, come potete vedere, un modello corretto dei Piani Esterni ha due torsioni nel Grande Anello, collocate rispettivamente nel Limbo e a Mechanus (entrambi i quali, come potete notare, non hanno strati), così che gli strati "più alti" dei Piani Superiori e gli strati "più profondi" dei Piani Inferiori si allungano tutti nella medesima direzione.

Questo è tutto. I cenni essenziali della teoria dei Magi. Dovrebbe sollevare tante domande quante sono quelle a cui ha risposto per voi, babbi, come ad esempio: "Se ogni cosa può essere definita una dimensione, allora perché esistono piani separati, e dove iniziano e finiscono?" Be', dovrò collegare voi gente curiosa alla cantata sul Signore di Anguish e le Terre di Confine10 in privato, più tardi. Chiunque voglia discutere di un pagamento adeguato per questi arcani, può raggiungermi al Pentacolo, sulla Strada degli Scansafatiche11 nel Quartiere Basso. In alternativa, potete lasciare un messaggio a uno di questi ragazzi della luce. Loro sanno come trovarmi. Grazie per il vostro tempo. Credete bene, tutti!

Con queste parole, l'uomo grigio grigio è svanito nelle ombre dietro al Trianym. I ragazzi della luce hanno recuperato le loro torce e la folla ha iniziato a disperdersi, mentre i suoi membri tornavano alla loro routine quotidiana.

Copyright 1998 by John "Mr. Niceguy" Wright
Traduzione 2017 by Cromatico

.


.

Critiche, integrazioni e citazioni della Teoria Extra Dimensionale

La teoria cosmologica esposta da Synjyn l'Esiliato ha avuto una significativa risonanza fra tagliacci e vegliardi. Essa è stata presa in considerazione in particolare dal misterioso Lung Tzu [2] e dal callido BlackDaggr [3]. Anche Leir l'Esploratore ha fatto brevemente riferimento alla Teoria Extra Dimensionale nel suo resoconto sui Piani Concordanti, sostenendo che in tutto i Piani Esterni siano venticinque e non ventisette come ritiene Synjyn [4].

Lung Tzu: il Meta-tempo

Descrivendo la propria visione dei Piani durante un'intervista, Lung Tzu ha sostenuto che Synjyn fraintenda la natura della terza dimensione della Forma, l'essenza. Al posto di quest'ultima vi sarebbe il cosiddetto Meta-tempo. Di seguito sono riportate le parole con cui Lung Tzu ha commentato la teoria di Synjyn [2]; per una comprensione più completa del suo punto di vista, tuttavia, si rinvia al testo completo dell'intervista da cui sono tratte le frasi che seguono:

Lung Tzu: […] Sebbene Synjyn abbia ragione circa la dimensionalità dello spazio, fraintende la natura di una delle dimensioni. Egli sostiene che ci sia una dimensione di astrazione — non è così. Le differenze nell'astratto sono una considerazione separata, e vedrai più tardi qualcosa di come esse vengano raggiunte.

Kallis Tharzar: Quindi qual'è la nona dimensione?

Lung Tzu: Meta-tempo. La dimensione in cui le idee vengono originariamente generate. Si tratta della cornice temporale delle leggende più grandi e comprensive e delle più profonde verità sulla realtà. Per fare un esempio sul quale ritorneremo fra un momento, le leggende draconiche descrivono tutte come Io, il Drago dalle Nove Forme, sia un essere eterno, e anche come egli/ella sia venuto/a in essere al di fuori delle cose che sono. Ciò non può essere compreso razionalmente nell'ambito del tempo reale, ma usando un asse meta-temporale, è facile, relativamente parlando, spiegare le origini di un essere infinito.

Copyright 1998 by Alex Roberts
Traduzione 2016 by Cromatico

BlackDaggr: la geometria planare ed il Piano Ordiale

Mentre Lung Tzu si è soffermato solo secondariamente sulla Teoria Extra Dimensionale, il tagliaccio BlackDaggr ne ha fatto il suo specifico oggetto di indagine; egli ha presentato una critica elaborata alle tesi di Synjyn che culmina in un collegamento con l'ipotetico Piano Ordiale teorizzato da Magnum Opus [3].

.


Dello stesso autore: La Via Romana (The Via Romana)


Bibliografia
1. Tradotto dalla pagina "Mapping the Infinite: Extra Dimensional Theory" su "Mimir.net" - vedi la pagina
2. Tradotto dalla pagina "Mapping the Infinite: Where are all the Dragons?" su "Mimir.net" - vedi la pagina
3. Tratto dalla pagina Planar Geometry and the Ordial Plane su "mimir.planewalker.com" - vedi la pagina
4. Tratto dalla pagina "Mapping the Infinite: The Cordant Planes" su "Mimir.net" - vedi la pagina
5. Tratto dalla pagina "The Outlands: The Hinterlands" su "Mimir.net" - vedi la pagina
6. Tratto dalla pagina "Voila!'s Dictionary of Planar Cant" su "Mimir.net" - vedi la pagina

(IMPORTANTE! POLICY: Gran parte del testo è liberamente tratto e in parte adattato dalle fonti citate e comunque dalle pubblicazioni Dungeons & Dragons della TSR e della Wizards of the Coast, nonchè dalle traduzioni ufficiali della 25 Edition, oltre ad altre fonti come le pubblicazioni della PAIZO Publishing per Pathfinder, che mantengono i diritti, intellettuali e non, sull'ambientazione e i suoi elementi. Allo stesso modo tutte le immagini sono coperte da copyright e vengono presentate senza alcuno scopo di lucro, corredate di autore e proprietario, e pertanto non sono riproducibili o utilizzabili in nessun ambito commerciale.)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License